Pensione sociale donne 2022: requisiti e quando fare domanda

Pensione sociale donne: a che età si può richiedere e quando spetta. Come si presenta la domanda e a quanto ammonta l’assegno sociale nel 2022.

Pensione sociale donne, è una prestazione assistenziale rivolta a chi si trova in condizioni economiche di disagio, incluso non aver mai versato contributi. L’accesso a questo trattamento pensionistico può avvenire solo a determinate condizioni individuate dall’Inps.

Vediamole qui di seguito nel dettaglio: a chi spetta, quali sono i requisiti e l’importo previsto nel 2022. Ma anche come ottenere il beneficio per donne sposate e non e quando decade.

Vedi anche: Pensione di vecchiaia donne con e senza i contributi

Quando si può richiedere la pensione sociale donne 2022?

Nel 2022 l’assegno sociale può essere erogato a chi ha compiuto un minimo di 67 anni di età. Questo criterio anagrafico cambia in base agli aggiornamenti della speranza di vita, quindi nei prossimi anni il limite potrebbe essere spostato in avanti in base agli aggiornamenti Istat. Tuttavia nel 2022 non ha subito variazioni rispetto all’anno precedente.

Per richiedere la pensione sociale bisogna avere anche il requisito della cittadinanza. Quindi essere cittadini:

  • italiani o della Comunità Europea
  • non comunitari, ma con carta di soggiorno in corso di validità e residenza in Italia da almeno un decennio.

Vedi anche: Quando va in pensione una donna in Italia nel 2022?

Assegno sociale donne 2022 limiti di reddito

Oltre ai requisiti fin qui citati, per ricevere la pensione sociale donne bisogna rientrare in determinati limiti di reddito. Tali limiti sono cambiati nel 2022, come riporta l’Inps con apposita circolare.

In particolare per i cittadini non sposati il reddito richiesto per l’assegno pieno è pari 0. Si riceve comunque un assegno se si è soli con un reddito entro i 6.079,45 euro ma l’assegno sarà proporzionalmente ridotto. Ad esempio con un reddito mensile di 100 euro si percepirà una pensione sociale inferiore della stessa somma.

Pensione sociale donne sposate

Per chi è sposato il limite di reddito della coppia deve essere inferiore a 6.079,45 euro l’anno. Ma come avviene per i non coniugati, anche per chi è sposato vi è un limite di reddito massimo per percepire un assegno “decurtato” più alto, pari a 12.158,90 euro.

In altre parole, le donne sposate, potranno percepire la pensione sociale con l’importo pieno, in caso di redditi fino a 6.079,45 euro. Mentre riceveranno un assegno sempre più basso al crescere del reddito familiare, fino al limite di 12.158,90 euro, soglia oltre la quale non si riceve alcun trattamento.

Pensione sociale reddito coniuge

Questi i redditi del coniuge presi in considerazione per l’attribuzione della pensione sociale donne dall’Inps.

Elenco redditi considerati per ricevere la pensione sociale

Il reddito è calcolato una volte tolte le imposte fiscali e contributive. Nel reddito invece non rientra il TFR e la prima casa di abitazione.

Pensione sociale donne 2022 importo e aumenti

La pensione sociale 2022 viene concessa su 13 mensilità con un assegno di importo pari a 468,10 € euro al mese. Tale importo è aumentato rispetto al 2021 per effetto della rivalutazione delle pensioni pari all’1,7%, come riporta la circolare Inps del 23 dicembre 2021.

L’intero ammontare del trattamento è versato se non si possiedono altri redditi al di fuori dell’assegno stesso. L’importo è, invece, progressivamente ridotto in proporzione all’eventuale reddito familiare, del suo coniuge e dell’Isee del nucleo.

Di seguito potete approfondire tutte le novità previste per le pensioni sociali e gli altri trattamenti previdenziali, riportati sul sito dell’Inps.

Chi prende l’assegno sociale ha diritto alla quattordicesima?

Come visto le mensilità erogate dall’Inps ai beneficiari delle pensione sociale, sono 13. Questo significa che chi percepisce questo trattamento non ha diritto alla quattordicesima mensilità.

Infatti, in base a quanto stabiliscono le leggi la 14° spetta alle seguenti tipologie di pensioni:

  • di vecchiaia
  • anticipate
  • di reversibilità
  • ordinarie di invalidità o di inabilità
  • minime.

In tutti questi casi nel rispetto delle norme e dei requisiti previsti caso per caso.

Pensione sociale donne senza contributi versati

Le donne che possiedono tutte le caratteristiche fin qui citate, hanno diritto alla pensione sociale anche se non hanno mai versato contributi. Quindi ad esempio nel caso delle casalinghe sarà possibile percepire l’importo mensile minimo erogato dall’Inps. Ovviamente dovranno farne apposita domanda all’Inps.

In alternativa per le casalinghe senza contributi esiste il fondo di garanzia Inps, a cui si accede in età lavorativa tramite apposita richiesta. In sintesi, questo fondo prevede il versamento di un contributo mensile libero per accedere alla forma di previdenza. Ma ovviamente maggiori saranno i versamenti effettuati, più elevata sarà il trattamento corrisposto dopo i 67 anni.

Importo assegno sociale dopo 70 anni 2022

I titolari di pensione sociale con almeno 70 di età ricevono l’incremento della maggiorazione base di 14,75 euro mensili. Si tratta del cosiddetto incremento al milione.

In altre parole il beneficiario riceve un aumento di 191,74 euro annui (12,75*13 mensilità). I redditi e le condizioni per ricevere l’incremento sono le stesse previste per avere diritto a ricevere l’assegno.

Pensione sociale quando decade

Cosa accade se si superano i limiti di reddito mentre si percepiva l’assegno? Semplicemente la prestazione si interrompe per tutto il tempo in cui il limite reddituale è superato. Detto in altre parole, l’assegno sociale è una misura provvisoria: il possesso dei requisiti di reddito e di regolare cittadinanza sul territorio italiano, sono da certificare ogni anno.

Inoltre, come stabilito dall’Inps l’assegno viene sospeso se il titolare del trattamento soggiorna all’estero per più di 29 giorni. Trascorso un anno dalla sospensione, il trattamento viene revocato.

Assegno sociale come fare domanda

La richiesta per la pensione sociale si presenta all’Inps per via telematica, direttamente tramite il suo sito web. Per farlo vi basterà accedere al servizio utilizzando le vostre credenziali Spid, CIE o CNS.

Alla domanda devono essere allegati i dati personali del richiedente e la dichiarazione della situazione reddituale.

In alternativa è possibile presentare istanza:

  • tramite l’assistenza fornita da un Caf.
  • Mediante contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile.

Vedi anche: Come fare lo Spid alle poste

Quando si prende la pensione sociale per le donne?

L’importo viene pagato dal primo giorno del mese seguente a quello in cui è stata inoltrata la domanda (naturalmente qualora essa sia accettata). L’assegno viene poi versato dall’Inps secondo le modalità indicate nella domanda di richiesta (ad esempio tramite bonifico bancario o postale).

Questo in sintesi tutte ciò che c’è da sapere sulla pensione sociale donne 2022. Per quest’anno non sono state previste significative novità rispetto al passato, se non l’adeguamento degli importi spettanti ai beneficiari.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!