Probabile formazione Juventus-Atalanta. Partita serie A 2020

Juve-Atalanta probabili formazioni, 12a giornata del campionato di serie A 2020/2021. I convocati di Andrea Pirlo per la partita.

Juventus-Atalanta probabile formazione – Non c’è un attimo di respiro in questo tour de force calcistico prima di Natale e, nel turno infrasettimanale, la Juventus ospita l’Atalanta per una delle partite di cartello dell’intera serie A. Dopo le vittorie contro Torino e Genoa,  i bianconeri vanno a caccia del terzo successo consecutivo in campionato, mentre fra le fila della Dea ci sono un po’ di malumori per il caso Gomez, con il capitano nerazzurro finito ai margini dopo la lite con l’allenatore Gasperini.

Juve Atlanta probabile formazione

Anche senza il Papu, però, i bergamaschi rimangono una delle squadre più ostiche della serie A e, nell’ultima giornata, si sono imposti per 3-0 sulla Fiorentina. All’Allianz Stadium, mercoledì 16 dicembre, ore 18:30, gli uomini di Andrea Pirlo dovranno vincere per cercare di accorciare sulle due squadre di testa, il Milan (impegnato contro il Genoa) e l’Inter (che ospita un Napoli lanciatissimo). Quello contro l’Atalanta sarà un vero crash test delle aspirazioni scudetto bianconere.

Juventus-Atalanta: i convocati di Pirlo

Con la Juventus attesa da una delle gare più importanti della stagione, arrivano buone notizie dall’infermeria. Contro l’Atalanta, saranno indisponibili i soli Giorgio Chiellini e Merih Demiral: regolarmente convocato da Pirlo tutto il resto della squadra.

Il capitano si porta dietro un fastidioso problema al polpaccio che sta condizionano il suo inizio di stagionale, mentre il turco deve fare i conti con una lesione muscolare alla coscia destra. Se l’ex Sassuolo potrebbe spuntare fra i convocati già per la prossima sfida, contro il Parma, manca ancora tanto per il rientro a pieno regime del numero 3: il suo 2020 potrebbe essere già finito.

In lista si rivede anche Carlo Pinsoglio, il terzo portiere che non aveva preso parte alla trasferta del Marassi perché squalificato dopo l’esultanza “sopra le righe” nel derby. Già tornato contro il Genoa, invece, Alvaro Morata, a cui la scorsa settimana è stata tolta una giornata di squalifica dal giudice sportivo.

VEDI ANCHE: MORATA JUVE STIPENDIO

Probabile formazione Juve-Atalanta

I turni infrasettimanali, di solito, regalano qualche novità di formazione e un po’ di turnover. Ad ogni modo, è già deciso il modulo verso la gara con l’Atalanta: Pirlo sceglie ancora per la sua Juve il 3-4-1-2 ibrido, che diventa un compatto 4-4-2 in fase difensiva. In porta, Gianluigi Buffon proverà a insidiare fino all’ultimo Wojciech Szczesny, ma il polacco – al momento – è avanti.

Nella difesa a 3, ci potrebbe essere la staffetta fra i due brasiliani ex Porto, con Danilo che prenderebbe il posto di Alex Sandro. Occhio, però, anche all’esclusione a sorpresa di Matthijs de Ligt: da quando è tornato dall’operazione alla spalla, l’olandese non ha saltato una gara e potrebbe aver bisogno di rifiatare – anche se è diffcile che Pirlo rinunci alla sua fisicità proprio contro Duvan Zapata. Confermato Leonardo Bonucci al centro della difesa.

Sugli esterni, non si tocca Juan Cuadrado, decisivo in tutte le ultime uscite bianconere, compresa la trasferta del Marassi dove, da una sua discesa sulla destra, è nato il rigore di Cristiano Ronaldo. Sull’out mancino, va verso la riconferma Federico Chiesa: appare molto più indietro l’ipotesi Bernardeschi.

In mezzo al campo, sembra imprescindibile la titolarità di Weston McKennie, partito in punta di piedi e diventato – nelle ultime settimane – presenza fissa della mediana della Juve. Al suo fianco, potrebbe spuntarla Arthur, tenuto a riposo contro il Genoa e reduce dalla grande gara del Camp Nou. Scalpitano Adrien Rabiot e Rodrigo Bentancur, ma i due dovrebbero partire dalla panchina.

Ballottaggio apertissimo, invece, fra Aaron Ramsey e Dejan Kulusevski per chi vestirà l’altra maglia a centrocampo. Dopo un ottimo inizio, lo svedese non è più riuscito a ritagliarsi minuti importanti, mentre l’ex Arsenal – nonostante la precaria condizione fisica (non una novità) – ha mostrato di saper galleggiare splendidamente fra le linee. Il motivo per cui, alla fine, sarà probabilmente il trequartista gallese a spuntarla.

VEDI ANCHE: DEJAN KULUSEVSKI ETA STIPENDIO JUVENTUS

A fianco del totem Cristiano Ronaldo, quattro gol nelle ultime due gare, è sfida fra Alvaro Morata e Paulo Dybala. Nonostante la Joya abbia festeggiato la prima rete in campionato contro il Genoa e abbia – forse – ritrovato la fiducia, Pirlo dovrebbe lanciare dal primo minuto l’ex Atletico Madrid. Una scelta figlia delle normali turnazioni (lo spagnolo ha giocato soltanto mezz’ora al Marassi), ma soprattutto perché – al momento – il numero 9 è il partner ideale di CR7. Un fatto non trascurabile visto che sappiamo quanto la Juve dipenda dalle prestazioni del portoghese.

Modulo quasi a specchio per Gian Piero Gasperini, che sul 3-4-2-1 ha costruito le sue fortune all’Atalanta. Come detto, non ci sarà Gomez: dopo la violenta lite in Champions League, il “Papu” sembra ormai fuori dai progetti del mister e probabilmente partirà a gennaio. Senza il capitano, “Gasp” si affida al tridente composto da Pessina, Malinovskyi e soprattutto da Duvan Zapata. Lo strapotere fisico dell’attaccante colombiano potrebbe essere l’arma in più per far male alla Juve.

Probabile formazione Juventus (modulo 3-4-1-2):

Szczesny; de Ligt, Bonucci, Danilo; Cuadrado, McKennie, Arthur, Chiesa; Ramsey, Morata, Cristiano Ronaldo (All. Pirlo).

Ballottaggi: de Ligt-Alex Sandro 55%-45%; McKennie-Bentancur 60%-40%; Chiesa-Bernardeschi 70%-30%; Morata-Dybala 60%-40%.

Probabile formazione Atalanta (modulo 3-4-2-1):

Gollini; Toloi, Palomino, Romero; Hateboer, Freuler, De Roon, Gosens; Malinovskyi, Pessina; Zapata (All. Gasperini).

Dopo i successi in campionato contro Torino e Genoa e l’impresa in Champions League del Camp Nou, la Juventus è chiamata alla prova (scudetto) del nove contro un avversario che, negli ultimi anni, l’ha sempre messa in difficoltà. Dall’intervallo del derby, nei bianconeri sembra sia scattata una scintilla di maturità e maggiore consapevolezza: basterà a reggere l’urto della macchina da guerra del “Gasp”? Per scoprirlo, appuntamento a mercoledì 16 dicembre, ore 18:30, per Juventus-Atalanta.

Related Posts

Ben tornato!