Tormentoni 2019: le canzoni dell’estate sono tutte italiane. Più o meno

Tormentoni 2019: tutte italiane, o quasi, le canzoni di questa estate. Le hit internazionali ci sono, ma a regnare sono i tormentoni nostrani.

Sarà una bella notizia? Una vittoria del made in Italy? Chissà. Di sicuro c’è che i tormentoni 2019 sono praticamente tutti italiani. Se facciamo un veloce elenco abbiamo la conferma:

Nuovo: Tormentoni e canzoni estate 2020

TOP tormentoni 2019

  • Mahmood – Soldi
  • Thegiornalisti – Maradona y Pelè
  • Takagi & Ketra feat Omi e Giusy Ferreri – Jambo
  • J-AX – Ostia Lido
  • Irama – Arrogante
  • Baby K – Playa
  • Elodie e Marracash – Margarita
  • Boomdabash feat. Alessandra Amoroso – Mambo Salentino
  • Marco Mengoni – Muhammad Ali
  • Charlie Charles with Dardust feat. Sfera Ebbasta – Calipso
  • Loredana Bertè, Rovazzi, J-Ax – Senza pensieri
  • Jovanotti – Nuova era
  • Benji & Fede – Dove e quando

La lista potrebbe continuare, ma queste sono le principali canzoni dell’estate 2019, i maggiori tormentoni estivi. Scorrendo rapidamente la lista potrebbe sembrare un mix di internazionale. Ma non è così. Nonostante molti nomi “stranieri”, sono tutte canzoni italiane.

Per fare qualche esempio: Mahmood ha il padre egiziano, ma è al 100% milanese e canta in italiano. Takagi & Ketra, duo dietro a moltissimi grandi successi degli ultimi anni, nonostante il nome esotico in realtà si chiamano Alessandro Merli e Fabio Clemente. Idem Charlie Charles, altro Re Mida dei tormentoni e della trap, che risponde al nome di Paolo Alberto Monachetti e viene da Settimo Milanese.

Vedi anche: I 5 video più visti dei tormentoni estivi

I tormentoni italiani usano l’inglese e imitano lo spagnolo

Altre canzoni contengono strofe in inglese o in spagnolo, ma i testi delle canzoni estate 2019 sono tutti in italiano. Lo spagnolo in particolare viene spesso usato, sia nei testi sia nelle atmosfere e nei ritmi latini, ma a prevalere resta la nostra lingua.

Vedi anche: Canzoni 2019: i tormentoni spagnoli dell’estate

Prendiamo “Playa” di Baby K: nonostante il titolo, e nonostante a un certo punto dica che “il cielo parla lingue straniere” è una canzone completamente in italiano, l’unica parola non italiana è appunto playa (spiaggia) che viene ripetuta varie volte.

Nella parte musicale invece non esiste un vero e proprio “stile italiano”: tra rap, pop-rap, ritmi caraibici, reggaeton, alla fine si evocano sempre suoni di altre culture.

Vedi anche: Le parodie dei tormentoni estivi 2019

Come notava in un’intervista Tommaso Paradiso, leader dei Thegiornalisti e autore di molti tormentoni:

“io sono convinto che si possa scrivere una grande hit andando fuori dall’ovvio, dal tribale, dal latinoamericano, seguendo una melodia italiana. […] Ormai siamo al limite della saturazione rispetto ad alcune cose che sono andate troppo di moda nelle ultime stagioni”.

Quindi nonostante l’enorme successo, anche in Italia, di star come Billie Eilish, Ava Max e molte altre, alla fine l’estate dalle nostre parti resta sempre in mano a personaggi come J-Ax o, appunto, Tommaso Paradiso. Vogliamo sentir parlare di cose italiane cantate in italiano.

Dunque i tormentoni estivi in futuro cambieranno?

Questa più che una domanda è una speranza, dato che – diciamo la verità – è vero che si assomigliano tutti e che i tormentoni del 2019 sono molto simili a quelli del 2018 (a proposito, ve li ricordate?). Si ripete una formula, uno schema, testi e musica si assomigliano estate dopo estate e le canzoni vengono più consumate che ascoltate.

Vedi anche: La playlist di Spotify con le canzoni estate 2019

In realtà, a partire dai gruppo itpop a quelli più indie, dai giovani meno conosciuti cantautori e cantautrici, la musica pop italiana avrebbe tantissime alternative. Basta spulciare bene fra i video di Youtube, ma trovano ancora poco spazio in radio, nei locali, e dunque a regnare restano i più famosi, quelli da centinaia di milioni di views. Ma chissà se, come dice Paradiso, le cose cambieranno.

Nel frattempo, buona estate e buon ascolto.

Vedi anche: 

E ascolta le nostre playlist:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!