Ligabue, le 10 canzoni più belle e famose di sempre

Le canzoni più belle e famose di Ligabue. Dagli esordi a oggi, ecco la playlist delle più belle.

Ligabue, il grande rocker di Correggio in più di trent’anni di carriera ha sfornato decine di successi indimenticabili. Abbiamo scelto per voi le 10 canzoni più belle di Ligabue. Ne ha fatta di strada il Liga, dal diploma in ragioneria e le esperienze lavorative più disparate, fino ai successi stratosferici e le decine di premi come musicista e cantautore collezionati in più di trent’anni di carriera. Luciano Ligabue è infatti uno tra i più importanti esponenti della scena musicale italiana, avendo prodotto e interpretato decine e decine di canzoni stupende, alcune ormai leggendarie, diventate dei classici della musica rock italiana. Anche se molto difficile, tra le tante ne abbiamo scelte dieci per voi. Ecco le 10 canzoni più belle di Ligabue.

Ligabue le canzoni più belle e famose. Playlist

Ho Perso Le Parole

Tra i tanti talenti del Liga, c’è anche quello di regista. Nel 1998 infatti dirige il suo primo lungometraggio, Radiofreccia, che gli vale numerosi premi prestigiosi. Oltre a curare la regia, Ligabue realizza anche la colonna sonora, affiancando ai brani di suo pugno anche quelli di altri rocker stranieri importanti, punto di riferimento per il musicista. “Ho perso le parole” è quindi uno dei singoli estratti dalla colonna sonora del film e contiene alcune delle frasi di Ligabue più famose.

“Sei bella che fai male
sei bella che si balla solo come vuoi tu
non servono parole
so che lo sai
le mie parole non servon più.
Credi
credici un po’ sei su Radiofreccia guardati in faccia e dopo
credi
credici un po’ di più di più davvero.”

Una Vita Da Mediano

Una vita da mediano è uno dei singoli estratti dal sesto album in studio del cantautore emiliano, Miss Mondo. Da giovanissimo Ligabue è stato anche calciatore, sebbene non ad un livello alto. Ma proprio con la metafora mutuata dal mondo del calcio, usa la figura del mediano per parlare, con grande poesia e profondità, la vita. Infatti non si nasce tutti con i piedi d’oro, come appunto i bomber, ma la maggior parte di noi nasce “mediano”, appunto. E tutto ciò che vogliamo ce lo dobbiamo guadagnare con sudore e fatica. Nulla ci è dovuto, e spesso la vita non è altro che un percorso fatto di piccoli passi, fatti poco a poco, uno dopo l’altro con coraggio e umiltà.

Certe Notti

Brano del 1995 tratto dall’album Buon Compleanno, Elvis, Certe Notti è forse la canzone più leggendaria e più amata di Ligabue. Quasi impossibile trovare qualcuno nel nostro Paese che non conosca questo brano iconico, così pieno di grande poesia e malinconia e di frasi diventate famose. Il Liga descrive con semplicità, con ironia ma anche con grande verità le relazioni, la solitudine, la vitalità, lo sconforto. Il brano, accompagnato da un video altrettanto semplice ma efficace, riecheggia ad una vita notturna di cui si ha nostalgia senza averla per forza vissuta.

“Certe notti ti senti padrone di un posto
Che tanto di giorno non c’è
Certe notti se sei fortunato bussi alla porta di chi è come te
C’è la notte che ti tiene fra le sue tette un po’, mamma un po’ porca com’è
Quelle notti da farci l’amore, fin quando fa male
Fin quando ce n’è”

Leggero

Sempre dall’album Buon Compleanno, Elvis, viene estratto anche quest’altro singolo: Leggero. Il Liga decide di iniziare questa canzone con un semplice giro di chitarra acustica, creando subito un’atmosfera desolata e intrisa di malinconia, ma con la sempre presente dolcezza che contraddistingue la scrittura del cantautore emiliano. Anche il canto in alcuni punti è quasi sussurrato, e si alterna invece a parti più intense, esattamente com’è la vita, a volte sussurrata, a volte urlata.

Ho Ancora La Forza

Ligabue vanta anche numerose importanti collaborazioni. Ha scritto brani per altri cantanti, ma soprattutto ha inciso anche duetti di successo. Tra questi annoveriamo il brano realizzato insieme al leggendario Francesco Guccini, Ho Ancora La Forza. La canzone ha come tema la vita in senso affermativo, di chi vuole resistere, di chi vuole andare avanti, insomma, di chi vuole vivere. Il brano, del 2000, si aggiudica la Targa Tenco.

Balliamo Sul Mondo

Appena trentenne, nel 1990 Ligabue incide uno dei suoi primi successi, estratto dal primo album in studio del cantautore, che si chiama appunto “Ligabue”. Caratterizzandosi per un sound molto rock ed energico, anche il testo ricalca l’intenzione della musica, con un verso molto incentrato su vitalità e potenza quasi con un senso di sfida e di ribellione verso i mondi “vecchi” e incartapecoriti.

“Fred e Ginger sono su una supernova sopra noi
Chiudi gli occhi e tieni il tempo sarà quasi fatta, dai
C’è chi vince e c’è chi perde, noi balliamo, casomai
Non avremo classe ma abbiamo gambe e fiato finché vuoi.”

Cosa Vuoi Che Sia

“Cosa vuoi che sia” è invece il quinto singolo estratto dall’ottavo album in studio di Ligabue, Nome e Cognome. La canzone è un invito a prendere in mano le redini della propria, a responsabilizzarsi, a raccogliere finalmente le proprie forze e prendere delle scelte. Alla fine d’altronde, lo stesso cantautore dice che non è poi così difficile fare una scelta, alla fine “passa tutto quanto”, quindi tanto vale essere coraggiosi e non vivere nella paura.

“Cosa vuoi che sia
Passa tutto quanto
Solo un po’ di tempo e ci riderai su
Cosa vuoi che sia
Ci sei solo dentro
Pagati il tuo conto e pensaci tu”

Le Donne Lo Sanno

Le donne lo sanno è un altro singolo sempre estratto dall’album “Nome e Cognome” del 2005. Il brano, come altre canzoni del Liga, è dedicato alle donne. Qui descrive il genere femminile attribuendogli delle qualità eccezionali, in particolare la sensibilità. Secondo il Liga infatti, le donne sanno, sanno forse più degli uomini, proprio perché più attente a “sentire” le cose, meno prese da altre questioni accessorie cui normalmente i maschi danno più peso.

“E quelle che sanno
Spiegarti l’amore
O provano almeno
A strappartelo fuori
E quelle che mancano
Sanno mancare
E fare più male”

Il Sale Della Terra

Il sale della terra è invece un brano più tratto dalla raccolta di inediti del 2013 del cantautore originario di Correggio, che viene pubblicata con il nome di Mondovisione. Come altri brani di Ligabue, anche in questo si affrontano tematiche di natura politica, e Luciano riflette sulla crisi economica che inevitabilmente diventa anche una crisi culturale ed infine esistenziale.

Gli Ostacoli Del Cuore

Ligabue, come abbiamo detto, ha anche una carriera come regista. Oltre alla realizzazione dei suoi tre lungometraggi, per Gli ostacoli del cuore, brano scritto per la cantante giuliana Elisa, si cimenta anche nella regia. E’ lui che firma quindi il videoclip di questo duetto di successo, molto evocativo e poetico e magistralmente interpretato dai due cantanti.

Vedi anche: Canzoni del momento più ascoltate

Le canzoni di Ligabue, altro che vita da mediano…

Luciano Ligabue si colloca come una delle figure artistiche più interessanti del panorama culturale italiano. Infatti oltre ai numerosi successi in ambito musicali che gli sono valsi decine di premi, riconoscimenti e anche tour strabilianti, vanta successi anche in ambito cinematografico e letterario.

Con il suo ultimo album Start realizza nel 2020 un ritorno al Campovolo per festeggiare i suoi 30 anni di carriera. Ma insieme ai riconoscimenti musicali di pubblico e critica, Ligabue vince numerosissimi premi prestigiosi con il suo primo lungometraggio da regista Radiofreccia, con protagonista il noto Stefano Accorsi.

Seguiranno altri due lungometraggi e nel 2009 Ligabue verrà anche chiamato a svolgere il ruolo di giurato in occasione del Festival d’Arte Cinematografica di Venezia. Come scrittore Ligabue ha pubblicato libri di narrativa e poesia, anche qui con grande apprezzamento di pubblico e critica.

Vedi anche:

Articoli Correlati

Add New Playlist