Pagamento tasse 2022. Scadenze, come e quando si pagano. Guida

Pagamento tasse. Ecco il calendario delle scadenze fiscali 2022 e come pagare le tasse. Date e istruzioni agenzia delle entrate.

Pagamento tasse 2022. Come ogni anno i contribuenti devono tenere a mente una serie di scadenze per il pagamento delle tasse. Esse sono collegate principalmente ai redditi dichiarati, ma poi ce ne sono altre che riguardano il possesso di auto, immobili e via dicendo. Insomma quasi tutti i mesi esiste una scadenza, soprattutto per i professionisti oltre che per le persone fisiche.

Pagamento tasse 2022 scadenze

Vediamo quindi quali sono in sintesi le prossime scadenze fiscali 2022 per pensionati, dipendenti e partite iva.

VEDI ANCHE: QUANDO SI FA IL 730 NEL 2022

Quando si pagano le tasse per pensionati e dipendenti nel 2022

Per quanto riguarda dipendenti e pensionati queste sono le principali scadenze da segnare in calendario nel 2022:

  • 30 giugno, scadenza pagamenti prima rata Irpef (relativi ai redditi 2021)
  • 30 settembre, termine ultimo per la presentazione del 730 per la dichiarazione dei redditi
  • 30 novembre, scadenza pagamento seconda rata Irpef.

Oltre a queste imposte, ricordiamo anche la presenza del bollo auto 2022 (che è un’imposta regionale), la cui scadenza però è diversa in base al caso. Stesso discorso per gli addizionali locali, la cui data per il pagamento varia e seconda dei casi.

VEDI ANCHE: QUANTE TASSE PAGANO I PENSIONATI ELENCO

Quando si pagano le tasse con la partita iva

Calendario fitto di scadenze anche per i liberi professionisti e possessori di partite iva. Ma prima di parlarne bisogna fare una distinzione fra i contribuenti mensili e quelli trimestrali.

Come riporta il sito dell’agenzia delle entrare i contribuenti mensili, liquidano e versano ogni mese l’eventuale iva a debito entro il 16 del mese successivo a quello a cui si riferisce. Quindi ad esempio versano entro il 16 marzo quella relativa al mese di febbraio e così via.

Per i contribuenti trimestrali, liquidazione e versamento dell’imposta deve essere fatto entro il 16 del secondo mese successivo al trimestre a cui si riferisce. Quindi ad esempio, entro il 16 maggio 2022, per il trimestre relativo a gennaio, febbraio e marzo e così via. L’ultimo versamento deve essere effettuato in sede di conguaglio entro il 16 marzo dell’anno seguente.

Per le partite iva in regime forfettario invece le scadenze sono diverse (non prevedendo versamenti periodici dell’iva), ma il pagamento di un’imposta sostitutiva entro il 30 giugno per saldo e acconto, ed entro il 30 novembre per il secondo acconto.

VEDI ANCHE: OBBLIGO FATTURA ELETTRONICA 2022 CHI E’ ESENTATO

Scadenze fiscali 2022 per partite iva

Fatte queste premesse, ecco le principali prossime scadenze 2022 riservate ai possessori di partita iva:

  • 28 febbraio, invio dati quarto trimestre 2021 per la liquidazione Iva (cosiddetta Lipa)
  • 16 marzo, pagamento del saldo a debito dell’Iva per l’anno 2021 (per i trimestrali) e del mese di febbraio per quelli mensili.
  • 16 aprile, pagamento a saldo iva contribuenti mensili.
  • 30 aprile, termine per inviare la dichiarazione annuale Iva.
  • 16 maggio, liquidazione del saldo a debito iva trimestrale e mensile.
  • 16 giugno, pagamento a saldo iva contribuenti mensili.
  • 30 giugno, scadenza versamento prima rata di Irpef, Irap e Ires dovuti a seconda dei casi.
  • 16 luglio pagamento a saldo iva contribuenti mensili
  • 16 agosto, liquidazione del saldo a debito iva trimestrale e mensile
  • 16 settembre, liquidazione iva a debito contribuenti mensili
  • 16 ottobre, pagamento a saldo iva contribuenti mensili
  • 16 novembre, liquidazione del saldo a debito iva trimestrale e mensile
  • 30 novembre, scadenza invio telematico della dichiarazione tramite modello dei redditi per titolari di partiti iva. Inoltre nella stessa data bisogna versare la seconda rata di Irpef, Irap e Ires dovuta a seconda dei casi, ovvero del tipo di partita iva o dell’attività svolta.
  • 16 dicembre, liquidazione iva a debito contribuenti mensili.

Queste le principali scadenze. Ma per informazioni più approfondite, mese per mese e per categorie specifiche, potete consultare il seguente calendario aggiornato sul sito dell’agenzia delle entrate.

Come si pagano le tasse?

Le tasse si pagano tramite modello F24. Tale documento può essere scaricato sul sito dell’Agenzia delle entrate e riempito con i relativi dati (operazione che dovrebbe svolgere un caf o un professionista). In alcuni casi però vengono inviati dai comuni, quando si tratta di tributi locali.

Bisogna poi portare questo modello in banca o alle poste per effettuare il pagamento. Operazione realizzabile con addebito sul conto corrente o eventualmente in contanti. In alternativa è possibile pagare un F24 anche online, tramite internet banking o direttamente sul sito dell’agenzia delle entrate, per chi possiede gli accessi.

Queste in sintesi il calendario pagamento delle tasse 2022. Ovviamente ci sono differenze fra dipendenti o pensionati e titolari di partita iva. Tutti però dovranno saldare le imposte dovute tramite modelli F24 e versando gli importi che scaturiscono principalmente dalle dichiarazioni dei redditi.

VEDI ANCHE:

Related Posts

Ben tornato!