Imu 2022 scadenza. Quando si paga e chi è esentato

Imu 2022, quando pagare la tassa sulla casa e quali sono le nuove regole per i coniugi. Ecco chi ha diritto all’esenzione Imu prima casa.

Imu 2022. Torna la scadenza per il pagamento della prima rata della tassa sulla casa: entro il 16 giugno 2022. Ma attenzione perché non tutti devono pagare questa imposta, che prevede due rate (la prima a giugno e la seconda a dicembre) o può essere saldata in un’unica soluzione.

Imu 2022 quando si paga e chi è esentato

Concentriamoci allora su chi deve pagare l’Imu, chi è esentato e quali sono le novità e le regole previste nel 2022.

VEDI ANCHE: PAGAMENTO TASSE 2022 SCADENZE

Quando si deve pagare l’Imu 2022

Come previsto dalla legge l’Imu deve essere pagato dai titolari di diritti di proprietà o di reale godimento sugli immobili. Quindi i proprietari delle case devono pagare l’imposta al Fisco, con l’acconto in scadenza il 16 giugno 2022.

Si tratta della cosiddetta prima rata, da saldare entro metà giugno tramite modello F24. Per realizzare l’operazione bisogna compilare i campi con i codici tributo corrispondenti. Chi dovesse avere bisogno di aiuto per l’inserimento dei dati può rivolgersi ad un caf.

Questo primo pagamento sarà poi seguito dal saldo previsto entro il 16 dicembre. In alternativa si può pagare l’Imu in un’unica soluzione, in questo caso l’intero importo deve essere pagato entro il 16 giugno 2022.

Chi è esonerato dal pagamento Imu 2022

E’ obbligato a saldare l’Imu chi possiede una seconda casa. Viceversa, come previsto dalla legge, non si deve pagare l’imposta per:

  • la prima casa non di lusso (individuate con le categorie catastali A1, A8 e 9)
  • tutti gli immobili assimilati all’abitazione principale
  • gli alloggi sociali
  • la casa assegnata al genitore affidatario dei figli.

In particolare con riferimento all’abitazione principale, la legge 160/2019, prevede l’esenzione Imu per il possessore e il nucleo familiare che vi dimorano abitualmente e vi risiedono. Oltre che per le abitazioni private elencate, nel 2022 l’esenzione si applica anche a: cinema, teatri, sale concerto e spettacolo, terreni agricoli e fabbricati ad uso non commerciale.

Imu 2022 coniugi con residenze diverse

Una delle novità 2022 sulle regole per il pagamento Imu, riguarda i coniugi con residenza in comuni diversi. Nello specifico devono decidere quale immobile rendere esente ai fini Imu. Questo vale non solo nello stesso comune, ma anche in quelli diversi fra loro.

In altre parole solo un’abitazione potrà essere considerata come prima casa e quindi esente dal pagamento dell’imposta. Sull’altra invece bisognerà pagare l’Imu entro le scadenze prima indicate.

Scadenza dichiarazione Imu 2022

Oltre al pagamento, c’è anche un’altra scadenza che riguarda l’Imu, quella dell’invio della dichiarazione entro il 30 giugno 2022. In breve si tratta di una dichiarazione che devono presentare i soggetti passivi possessori di immobili, in presenza di una variazione rispetto all’anno prima.

Quindi ad esempio nel caso di compravendita, se l’immobile è stato affittato, se è diventato inagibile eccetera. Quindi tale dichiarazione non si deve presentare ogni anno. Ma solo se interviene una di queste variazioni sull’immobile non utilizzato come abitazione principale.

Ricapitolando, l’Imu 2022 si paga entro il 16 giugno, in un’unica soluzione oppure come acconto, con il saldo entro il 16 dicembre. Chi è esonerato, come ad esempio chi possiede solo una prima casa ad uso abitativo, non deve pagare la tassa.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!