Home»Economia»Economia News»Bonus famiglie numerose 2017

Bonus famiglie numerose 2017

8
Shares
Pinterest Google+

Il bonus famiglie numerose 2017 viene assegnato ai nuclei in difficoltà con 3 figli minori: cose’è e come fare domanda. La guida completa

bonus famigle numerose

Il bonus famiglie numerose 2017, noto anche come assegno per il nucleo famigliare con tre figli minori, è un’importante misura di sostegno alle famiglie in difficoltò che si va ad aggiungere ad altri aiuti come il bonus bebè da 80 euro e il premio alla nascita una tantum da 800 euro.

Bonus famiglie numerose 2017: a chi spetta?

Il bonus spetta alle famiglie con almeno tre figli non maggiorenni (sia naturali che adottivi o in affidamento). Si tratta di un assegno che viene concesso dal comune dove si ha la residenza ma che viene materialmente pagato dall’Inps una volta verificata la presenza dei requisiti di accesso.

Possono ricevere gli assegni:

  • i cittadini italiani,
  • i cittadini appartenenti alla comunità europea purché residenti in Italia.

Teoricamente i cittadini stranieri extracomunitari non sono ricompresi nella platea dei beneficiari ma il Tribunale di Milano ha recentemente accolto due ricorsi contro Comune e l’Inps presentati dalle associazioni Asgi e Avvocati per Niente Onlus e che assistevano due immigrati con carta di soggiorno di lungo periodo cui era stata negata l’agevolazione. Chiaramente se siete cittadini non comunitari dovete farvi aiutare da qualche associazione o da un legale per poter sperare nell’assegno.

La soglia ISEE di reddito massima per poter accedere all’aiuto è stata stabilita per il 2017 in 8.555,99 Euro. Il bonus viene erogato appena iniziano a sussistere i requisiti, quindi all’arrivo del terzo figlio minorenne e fino a che nella famiglia restano almeno 3 figli minorenni. L’assegno non viene più erogato a partire dal momento in cui uno dei tre figli raggiunge la maggiore età.

Bonus famiglie numerose 2017: come si fa la domanda?

Prima di tutto un chiarimento importante sulle tempistiche: la domanda va presentato al comune di residenza entro, al massimo, la fine di gennaio dell’anno successivo per il quale si richiede l’aiuto. Quindi la domanda per il 2017 andrà presentata al massimo entro il 31 gennaio 2018. Il modulo da compilare si richiede direttamente in comune e vanno anche inserite:

  • la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) in cui sono indicate situazione patrimoniale e reddituale per il calcolo dell’ISEE;
  • una copia di un documento di riconoscimento del richiedente.

Caf e patronati possono sempre assistere per lo svolgimento di tutta la pratica.

A quanto ammonta il bonus 3 figli 2017?

Il bonus famiglie numerose 2017 ha un importo totale di 1836,90 euro che vengono versati, come detto, dall’Inps, in due soluzioni alla fine di ogni semestre con la somma di denaro che era dovuta nel semestre trascorso.

In sostanza arrivano due assegni di 918,45 Euro all’anno; qualora un figlio nel frattempo avesse raggiunto la maggiore età l’assegno finale verrà proporzionalmente decurtato dei mesi in cui non sussisteva più il vincolo dei 3 figli minori (ad es. se a novembre uno dei tre figli passa alla maggiore età il secondo assegno sarà decurtato di una delle tredici mensilità da 141,30 Euro e si riceveranno quindi 777,15 Euro).

L’assegno è cumulabile con i bonus bebè e altri aiuti?

L’assegno non è conteggiato nel reddito né a fini fiscali (non partecipa al monte reddituale) né previdenziali (non fa maturare pensione), quindi può essere sommato sia ai bonus bebè da 80 euro, sia al premio alla nascita da 800 euro che agli assegni di maternità dei comuni. E’ utile comunque rivolgersi agli uffici dei servizi sociali per avere anche un aiuto rispetto alle varie forme di sostegno presenti per le famiglie disagiate.

Vedi anche: Tutti i bonus bebè e famiglia 2017.

No Comment

Leave a reply

Previous post

Perchè Miuccia Prada è la donna più importante della moda italiana

Next post

Bonus 18 anni 2018: finalmente attivo per i 1999