Home»Economia»Economia News»Bonus asilo nido 2017: 1000 euro? No, 91 a rata e fate in fretta!

Bonus asilo nido 2017: 1000 euro? No, 91 a rata e fate in fretta!

5
Shares
Pinterest Google+

Da oggi si può fare la domanda per il bonus asilo nido 2017: ma affrettatevi perché i soldi arriveranno solo a chi fa domanda per primo.

bonus bebe

Una data molto attesa da tante mamme: oggi parte finalmente la possibilità di fare domanda per il bonus asilo nido 2017: dalle 10 del 17 luglio si potrà presentare all’Inps la domanda per ricevere l’importante aiuto che sarà dato ai cittadini italiani, UE ed extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo.

1000 euro di bonus?

Molti articoli apparsi sulla stampa non sono stati propriamente corretti: si leggono titoli in cui si fa immaginare di percepire 1000 euro di bonus… In realtà quei 1000 Euro sono il totale massimo teorico cui si potrebbe avere diritto perché il bonus asilo nido 2017 è un rimborso sulle rette pagate e si applica mensilmente a partire dai mesi effettivamente frequentati dal bambino (dunque se vostro figlio andrà nel 2017 al nido solo per 4 mesi potrete ottenere come rimborso molto meno di 1000 Euro).

Facciamo maggiore chiarezza: il contributo è, come detto, a tutti gli effetti un rimborso che viene erogato ogni mese. Per ogni retta pagata il genitore (o chi detiene la patria potestà) che ha materialmente effettuato i pagamenti otterrà 90,91 Euro. Il contributo non può mai essere superiore alla spesa sostenuta per il pagamento della retta: ipotizziamo dunque che la retta costi meno di 90,91 euro, il contributo non potrà essere maggiore ma sarà tarato al massimo della retta stessa.

Le mensilità massime su cui ottenere il bonus sono 11, quindi si potranno avere appunto in totale 1000 euro all’anno. L’inps provvede a pagare il bonus nel modo che avrà indicato l’utente: bonifico, accredito su conto postale, libretto o su carta prepagata (purché disponga di un codice Iban collegato).

Conservate gli attestati di pagamento delle rette

Una cosa importante da ricordare: vanno conservate le prove dell’effettivo pagamento delle rette già sostenute. Dato che la domanda si presenta oggi, luglio 2017. per tutti i mesi restanti dell’anno si indicherà che il bambino è regolarmente iscritto anche al prossimo anno scolastico di asilo nido (si dovrà presentare in seguito la prova dell’effettivo pagamento dei prossimi mesi: ricevuta rilasciata dall’asilo o attestato di quietanza nel caso di domiciliazione del pagamento).

Le ricevute di pagamento dovranno riportare sia il codice fiscale del richiedente che quello del minore che frequenta l’asilo.

Il bonus è cumulabile con le detrazioni per gli asili nido?

No la detrazione della retta non si può cumulare con il bonus. Inoltre il bonus non può essere fruito in contemporanea del bonus infanzia da 80 euro al mese.

Fate domanda prima possibile

Il bonus asilo nido non sarà erogato a tutti: c’è un plafond massimo di 144 milioni di euro e una volta conclusa la dotazione non saranno più dati soldi anche in presenza dei requisiti per averli. Quindi la domanda va fatta il prima possibile perché sarà data precedenza a chi cronologicamente per primo ha presentato la richiesta.

Il tetto di 144 milioni, tenendo conto che il massimo è di 1000 euro a bambino, raggiunge però già un bacino di almeno 144 mila beneficiari, anzi certamente di più perché non tutti usufruiranno della quota completa da 1000 euro, mandando magari poi il figlio alla scuola materna. Per farsi un’idea: i dati Istat riferiti al 2013-2014 dicono che tra asili nidi comunali e privati in Italia erano disponibili 360 mila posti che immaginiamo non fossero tutti occupati, quindi prevedibilmente il bonus raggiungerà una platea abbastanza ampia.

Ad ogni modo: per evitare ogni rischio procedete prima possibile con la domanda online o direttamente nelle sedi fisiche Inps e ai patronati, sfruttando i servizi telematici offerti dagli stessi enti. Per maggiori info si può contattare anche il numero verde 803.164 che è gratuito se la chiamata è effettuata dal telefono fisso mentre da cellulare si deve chiamare lo 06164.164 (il costo dipende dal proprio piano tariffario).

E se ho più figli al nido?

Se si hanno due o più figli iscritti al nido si potranno presentare più domande per il bonus asilo nido 2017 e il tetto massimo raddoppierà (o triplicherà, quadruplicherà…) in base al numero dei figli stessi. Chiaramente dovranno essere conservati gli attestati di pagamento di tutti i figli che andranno allegati alla domanda.

No Comment

Leave a reply

Previous post

Musica: uscite autunno 2017

Next post

Perché in Italia approvano i bonus se non hanno i soldi per pagarli?