Approvati i bonus 2017 ma l’Italia resta nel caos

Il bonus bebè 2017 (noto anche come premio alla nascita) e il bonus asilo nido 2017 sono finalmente ufficiali: ma sui tempi e le modalità di richiesta non ci sono ancora certezze 
Ministro BoschiVai alla gallery    >

Con il passaggio della fiducia in parlamento la Legge di Stabilità 2017 è stata definitivamente approvata. Nonostante le difficoltà di questi giorni, successive al referendum istituzionale del 4 dicembre e alle (annunciate) dimissioni del governo Renzi, la legge più importante dell’anno è stata approvata. E con essa sono passati alcuni importanti aiuti per le famiglie.

Premio nascita 2017

Il bonus bebè 2017 (noto anche con gli altri nomi di “premio nascita” o “bonus mamma domani” o “bonus mamma futura”) è finalmente diventato ufficiale con l’ultimo passaggio parlamentare della Finanziaria: si tratta di 800 euro che andranno a chi nel 2017 avrà un figlio (o lo adotterà) e riguarderà anche i cittadini extra-comunitari (purché in possesso di regolare permesso di lavoro).

La cifra sarà erogata, contrariamente a quanto si leggeva negli ultimi giorni, a prescindere dal reddito totale, quindi non ci saranno tetti Isee e ogni nato avrà il suo bonus. L’assegno sarà versato in un unica soluzione dall’Inps, dietro domanda da presentarsi online tramite il portale Inps, sezione servizi al cittadino, o direttamente nelle filiali Inps.

Come ricevere il bonus bebè 2017?

Sulle tempistiche di concreta erogazione si dovrà attendere il decreto attuativo, sempre che il governo Renzi (o un altro governo) continui il suo lavoro o che non si vada all’esercizio provvisorio in attesa di nuove elezioni.

Ad ogni modo, anche se la macchina dell’effettiva erogazione si metterà in moto a 2017 inoltrato, il bonus non si perderà (e questo vale anche per il bonus asili nido, vedi il prossimo paragrafo): se avrete un figlio a gennaio o febbraio magari riceverete il bonus qualche settimana (o mese) dopo, a seconda di come si stabilizzerà la situazione politica. Ma i soldi arriveranno sicuramente.

Bonus asilo nido 2017 senza tetto Isee

Anche per i bonus asilo nido scompaiono le soglie Isee: quindi l’aiuto di 1000 Euro/anno si otterrà semplicemente presentando una ricevuta di pagamento della retta scolastica. Modifica importante: il bonus è stato esteso anche a chi deve curare in casa bambini malati cronici con meno di 3 anni ricorrendo a forme di supporto esterne. In sostanza si potranno pagare forme di assistenza domiciliare o decurtarne parte della spesa.

Vedi anche: Bonus bebè 2017 e bonus asilo nido 2017

Congedo parentale dei papà

Sempre in tema famiglia la Manovra 2017 ha previsto l’obbligo per i padri di prendere un congedo dal lavoro di due giorni (che diventeranno quattro, sempre obbligatori, nel 2018, con la possibilità di aggiungerne un quinto facoltativo).

Si tratta di una norma importante perché mantiene il marito o compagno accanto alla madre che ha appena partorito nei difficili giorni successivi al parto.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!