Serie A, undicesima giornata: Juventus e Inter di rincorsa

Il campionato di Serie A vede ridotto a tre punti il vantaggio del Milan alla vigilia di una settimana intensissima: tre gare in sette giorni

Calcio, Serie A, undicesima giornata – Il Milan nel 2-2 contro il Parma subisce due gol, li rimonta, colpisce quattro pali, spreca parecchio e perde due punti rispetto alle inseguitrici. Ma finalmente si prepara al rientro di Ibrahimovic e Kjaer.

Milan Theo Hernandez
Theo Hernandez, dopo il gol marcato contro il Parma (Foto AC Milan Official Instagram)

Milan, il danno minore

Il Milan lascia al Parma il primo punto da quando Ibrahimovic è indisponibile: tutto sommato un danno quasi calcolato anche se i tre punti di vantaggio rispetto all’Inter e i quattro su Napoli e Juventus non sembrano abbastanza visto come stanno andando tutte le inseguitrici. Il Milan non è più la difesa migliore del campionato, che è quella del Verona (nove soli gol in undici gare).

VEDI ANCHE. MILAN GIOCATORI

La squadra di Pioli per la verità non è sembrata in crisi con il Parma ma piuttosto in debito con la fortuna con quattro pali (clamoroso il doppio incrocio colpito da Diaz e Calhanoglu nella stessa azione). Il rientro di Ibrahimovic è ormai imminente. Le prossime due trasferte tra mercoledì e domenica, con Genoa e Sassuolo diranno moltissimo.

Dybala ed Eriksen: a volte ritornano

É  stata la giornata del ritorno nei giochi di Dybala ed Eriksen. Pur in una partita non brillantissima  l’argentino trova il suo primo gol della stagione, l’unico su azione della Juventus che segna più su rigore con Cristiano Ronaldo che con palla in movimento. Ronaldo, con un gol ogni 66’ (14 in stagione, sei i rigori, 39 centri nel 2020 fino a oggi) è l’unica certezza di una squadra che ieri per la prima volta ha sfoderato il tridente CR7-Dybala-Morata anche se solo per un quarto d’ora. L’alchimia ha funzionato. L’abbraccio di Pirlo ha allontanato le tante voci di mercato che vogliono l’argentino già pronto per l’Inghilterra.

pirlo dybala

VEDI ANCHE – JUVE SERIE A CALENDARIO

L’Inter conquista la sua quarta vittoria consecutiva (1-3 a Cagliari) accantonando almeno per un attimo le tante discussioni seguite alla brutta pagina di Champions League. Conte continua a fare leva sull’amor proprio dei propri giocatori e punta su Eriksen che a Cagliari non gioca una partita trascendentale ma non delude. Il giocatore dopo il match ha pubblicato un post sul suo account di Instagram senza commenti: solo un cuoricino. I tifosi dell’Inter hanno commentato con molto affetto. La realtà è che oggi l’Inter è sempre più quella di Bastoni, Darmian e Barella piuttosto che quella di Martinez, Lukaku  ed Eriksen.

Gattuso perfetto

Il Napoli, terza vittoria consecutiva in campionato, ribalta il risultato contro la Sampdoria (2-1) pescando dalla panchina. Una partita tatticamente perfetta quella giocata da Gattuso che rivoluziona la squadra con i suoi cambi e azzecca tutto non solo con i cambi di Lozano e Petagna – per altro entrambi in gol – ma anche spingendo la squadra con un atteggiamento che da spregiudicato diventa travolgente. Una gran partita quella del Napoli.

A questo punto diventa ancora più interessante il match che vedrà il Napoli di nuovo a San Siro dopo la sconfitta contro il Milan del 22 novembre scorso. Stavolta c’è di scena l’Inter: fuori i secondi.

Bologna e Firenze in ritiro

Nel turno che consegna agli archivi la vittoria dell’Atalanta (3-0 con la Fiorentina) di ritorno dalla Champions League ma in pieno marasma con la polemica tra Gomez e Gasperini e la sconfitta in casa della Lazio con il Verona, spicca il pessimo momento di Torino, Bologna e Fiorentina.

Settima sconfitta in undici partite per il Torino (2-3 in casa dall’Udinese) che viene ora incalzato anche dal Crotone, che ha incassato con lo Spezia la sua prima vittoria. Cairo, contestatissimo dai tifosi, conferma Giampaolo ma manda tutti in ritiro in vista delle prossime due gare.

Il Bologna busca cinque gol a Roma (5-1) e fa arrabbiare Mihajlovic che si chiude in clausura con la squadra. In ritiro anche la Fiorentina che con Prandelli ha conquistato un solo punto in quattro partite.

VEDI ANCHE: SERIE A DOVE VEDERE TUTTE LE PARTITE TV STREAMING

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!