Vasco Rossi – Senza parole. Testo e significato di una delle canzoni più belle di Vasco

Senza Parole Testo Vasco Rossi. Analisi di un capolavoro del 1999, video e significato canzone.

Cosa ci vuole dire Vasco Rossi con la sua canzone del 1999 Senza parole? Ecco il testo e il significato della canzone Senza Parole di Vasco Rossi. Ma prima, ecco il video per ascoltarla (il testo lo trovate subito sotto):

Vasco Rossi –  Senza parole (video)

Vedi anche: Vasco Rossi Canzoni più belle e famose. Playlist

Senza parole – testo

Ho guardato dentro una bugia
E ho capito che è una malattia
Che alla fine non si può guarire, mai
E ho cercato di convincermi che tu non ce l’hai
Ho guardato dentro casa tua
E ho capito che era una follia
Aver pensato che fossi soltanto, mia
E ho cercato di dimenticare
Di non guardare
E ho guardato la televisione
E mi è venuta come l’impressione
Che mi stessero rubando il tempo e che tu
Che tu mi rubi l’amore
Ma poi ho camminato tanto e fuori
C’era un gran rumore
E non ho più pensato a tutte queste cose
E ho guardato dentro un’emozione
E ci ho visto dentro tanto amore
Che ho capito perché non si comanda il cuore
E va bene così senza parole
Senza parole
E va bene così senza parole
E va bene così
E guardando la televisione
Mi è venuta come l’impressione
Che mi stessero rubando il tempo
E che tu che tu mi rubi l’amore
Ma poi ho camminato tanto e fuori
C’era un grande sole
Che non ho più pensato a tutte queste cose
E va bene così senza parole
E va bene così senza parole
E va bene così senza parole
E va bene così senza parole
E va bene così senza parole
E va bene così senza parole

Vedi anche: Frasi Vasco, le più belle tratte dalle sue canzoni

Significato della canzone Senza Parole

Vasco Rossi è uno dei più grandi cantautori della musica italiana. Spiegarsi il perché non è difficile: il Blasco è infatti sempre stato capace di comunicare emozioni, di raccontare storie di vita vera, di raccontare il mistero dell’amore, con grandissima semplicità. Proprio questa sua grande immediatezza comunicativa l’ha reso uno degli interpreti più apprezzati della storia della musica italiana.

Anche con Senza Parole, singolo pubblicato nel 1999, Vasco ci racconta un amore. L’amore, si sa, non ha quasi mai un percorso facile. Chi sceglie di amare sceglie una strada difficile, perché gli ostacoli, lo sconforto, i ripensamenti, le bugie, a volte sono davvero tante.

Così racconta anche Vasco. Vasco si sta riferendo ad una donna che probabilmente gli ha mentito. Non è chiara la ragione della bugia, forse un tradimento, infatti poi riferendosi alla casa di lei, aggiunge

“Ho guardato dentro casa tua/E ho capito che era una follia/Aver pensato che fossi soltanto, mia”

Forse quindi il riferimento sembra essere al fatto che la sua amata probabilmente ha avuto un altro uomo.

Al pensiero che la persona che amiamo sia con un altro compagno o compagna, il dolore può diventare davvero insopportabile, e allora si cercano mille modi per dimenticare. Vasco cerca di distrarsi guardando la televisione, ma capendo che è solo una perdita di tempo.

Vedi anche: Vasco, le canzoni d’amore più belle

Di fronte alla bugia, che secondo Vasco è come una malattia da cui non si può guarire, nasce anche un sentimento di rabbia risentita. Mentre rimane a perdere le sue giornate davanti alla televisione, Vasco ha l’impressione di essere stato derubato non solo del tempo, ma anche dell’amore.

Ma nonostante la tristezza, il Blasco, con la solita energia che lo caratterizza, trova una soluzione. Esce di casa e si mette a camminare. Avvolto dalla luce del sole, capisce che ciò che resta, guardandosi dentro, è l’amore e sempre l’amore.

Alla fine non resta molto altro da dire di fronte alla potenza di questo sentimento così profondo, che ci permette sempre di andare avanti, di proseguire per la nostra strada con forza, di superare gli ostacoli, anche quelli più tremendi. E di fronte a questa pienezza non rimane che rimanere in silenzio, e vivere.

Vedi anche:

Il video e la musica di Senza Parole

Il video della canzone del cantautore di Zocca è un inno all’amore e alla sua potenza. Il Blasco sceglie di rendere questo sentimento il vero protagonista del video, prima con una carrellata tra coppie che si baciano, alla luce del sole, libere e felici.

Poi, con un gioco raffinato, dall’ombra dello stesso Vasco compare la sua persona in carne e ossa che, proprio come racconta nel video, vediamo camminare lungo una strada di campagna, in un tripudio di colori. La musica è sulla stessa linea del video.

Un intrecciarsi molto armonioso tra dolcezza e asprezza, un po’ come è appunto l’amore a volte, aspro e dolce. Non mancano le chitarre elettriche che conferiscono al brano un forte carattere e una grande energia.

La voce graffiante di Vasco, capace però anche di delicatezza, racconta questa forza con grande autenticità. E’ proprio la sincerità senza filtri di questo strabiliante cantautore che ci permette di entrare in connessione con quello che vuole dirci e di sentircelo addosso.

Il video lo trovate a inizio pagina, qua ecco una memorabile esibizione live di Vasco:

Senza parole (live Modena Park)

Vedi anche: Vasco Rossi, 10 esibizioni live indimenticabili

Il singolo di Senza parole

Senza Parole è un brano del 1999, tratto dall’album Rewind. La canzone, probabilmente scritta in precedenza, è stata inclusa in questo live album che consiste nella registrazione di uno dei concerti più leggendari del grande rocker emiliano: quello tenuto all’autodromo di Imola in occasione del Jammin’ Heineken Festival. Il brano è la 13esima traccia dell’album, in cui si possono ascoltare altre hit intramontabili di Vasco, tra cui Sally, Albachiara, Vivere e Vita Spericolata.

Vedi anche:

Cerchi musica da ascoltare? Ascolta le nostre playlist:

Articoli Correlati

Add New Playlist