Madame, “Marea”. Testo e significato

Canzoni, “Marea” è il nuovo singolo di Madame. Ecco il testo e il significato della canzone, con il video del brano.

Canzoni estate 2021. Il nuovo singolo di Madame, intitolato “Marea” è già disco d’oro. Il brano è tratto dal suo album d’esordio intitolato “Madame”, che è stato premiato con la targa Tenco. “Marea” è una canzone sicuramente adatta all’estate, sia per le sonorità che per il testo, ma non è un vero e proprio tormentone estivo, anzi, è sicuramente qualcosa di più.

Madame – Marea. Video canzone

Testo Marea

Il testo di Marea è stato scritto da Madame, mentre le musiche sono di Dardust e Bias. Non è facile incasellare “Marea” in un preciso genere musicale. Come le altre canzoni di Madame è considerata rap, o trap, anche se le influenze da cui Madame trae ispirazione sono tante e diverse tra loro. Il sound del brano è ipnotico, i generi musicali mischiati sono vari (c’è un po’ di samba e un po’ di calypso) e il suo ritmo tribale coinvolge e porta la mente in terre lontane. Il testo è piuttosto evocativo, e parla di un sogno erotico.

Madame – Marea. Testo della canzone

Sarà, sarà l’oasi in mezzo al Sahara
Sarà pioggia e nubi dal mare
Sarà un corso d’acqua in salita, salita
Samba, coi tuoi occhi samba
Labbra nella carne, fiori nella sabbia
Eh, eh, santa, nei tuoi occhi santa
Nei tuoi tocchi salto, danzo, salta
Eh, eh

Mama, liberata dal karma
Calipso, fai l’alta marea (marea)
A sud nelle tue labbra
Foresta, caligo, marea (marea)
Liberata da rabbia
Calipso, fai l’alta marea (marea)
A sud nelle tue labbra
Foresta, caligo, marea (marea)

Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Marea, marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Marea, marea

Sarò, sarò come non immaginavi
Sarò rose e spine sui fianchi
Sarò ghiaccio e vino, e tremerai, tremerai

Samba, coi tuoi occhi samba
Lividi alle gambe, mani sulla faccia
Eh, eh, santa, nei miei occhi santa
Nei miei tocchi salti, danzi, salta
Eh, eh

Mama, liberata dal karma
Calipso, fai l’alta marea (marea)
A sud nelle tue labbra
Foresta, caligo, marea

Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Marea, marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Marea, marea

Resta nei miei sogni, amore, non uscire mai
Resta fantasia e non darmi modo di averti
Resta nei miei incubi quando te ne andrai
E non tornare mai, mai, mai

Mama, liberata dal karma
Calipso, fai l’alta marea (marea)
A sud nelle tue labbra
Foresta, caligo, marea

Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Marea, marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Ma-ma-ma-ma-marea
Marea, marea

Vedi anche: Canzoni del momento, le più ascoltate

Madame, Marea: significato del testo

Madame stessa ha spiegato con precisione il significato di Marea. Ha dichiarato infatti che «Marea è la narrazione di un sogno erotico. Alla fine della canzone, io domando alla protagonista di questo sogno di non trasformare mai questo sogno in un’effettiva realtà. La bellezza dei sogni è a volte che rimangano sogni. E marea è proprio questo».

«C’è una frase che ripeto all’inizio del brano che significa teoricamente ‘il sud del tuo corpo’, ovvero l’oasi il mezzo al Sahara. Capite da soli» dice Madame «Quando dico ‘Samba con i tuoi occhi Samba’ significa che i miei occhi iniziano a danzare con i tuoi occhi. ‘Santa nei tuoi occhi Santa’ ovvero sono così pura nei tuoi occhi. Nel ritornello c’è una semi esplosione, Calipso diventa mare, diventa marea. Wow! […] poi diventa tutto più carnale fra tocchi, salti, danza..»

In altre interviste Madame, che non ha problemi a parlare liberamente di questioni legate al sesso, ha dichiarato di essere bisessuale e di non dare importanza alle questioni di genere ma di viversi essenzialmente come individuo. «Le questioni di genere proprio non le vivo. Spesso quando mi sono posta la domanda è perché mi hanno imposto di pormela, in realtà semplicemente se non esistesse il quesito non necessiterebbe della mia risposta». Madame aggiunge poi di essere e di sentirsi donna, ma consapevole di avere anche caratteristiche maschili, come le spalle larghe e la voce bassa. «Perché nasconderle? Le ho.»

L’ascesa di Madame da “Sciccherie” al premio Tenco

Madame, nome d’arte di Francesca Calearo, è diventata conosciuta a soli sedici anni con il singolo “Sciccherie”. Dal 2018 al 2021 ha collaborato con vari artisti tra cui Rkomi, Ensi, Marracash e Negramaro. Nel 2021, a diciannove anni, ha partecipato al Festival di Sanremo con “Voce”, ottenendo il premio per il miglior testo.

Sempre nel 2021 pubblica il suo primo album, “Madame” e il suo successo è sempre in crescita: il brano “Voce” vince la Targa Tenco per la miglior canzone originale, e l’album ne ottiene un’altra come migliore opera prima. È l’artista più giovane di sempre ad aver vinto il premio Tenco, il premio più prestigioso per la canzone d’autore italiana.

Vedi anche:

 

 

Articoli Correlati

Add New Playlist