Cosa comprare con il reddito di cittadinanza. Elenco 2021

Cosa puoi comprare con il reddito di cittadinanza? Ecco l’elenco aggiornato al 2021, con le spese ammesse e quelle non ammesse.

Reddito di cittadinanza, cosa si può comprare? In tanti si chiedono quali sono le spese effettuabili nel 2021 con i soldi del reddito di cittadinanza. Questo perché ci sono state delle introduzioni rispetto alla prima lista del 2019, anche a seguito delle richieste di associazioni di categoria prima escluse. Le novità mirano a portare benefici alle imprese e ai consumi, ma soprattutto a chi percepisce il sussidio.

Cosa comprare con il rdc 2021

Vediamo dunque di rispondere al quesito tramite la lista completa dei beni e dei servizi pagabili con la carta rdc e quella delle spese vietate.

aggiornato al 27 luglio 2021

Lista spese consentite con il reddito di cittadinanza 2021

Cosa puoi comprare con il reddito di cittadinanza? Questa l’elenco di tutto ciò che è possibile pagare, nel corso dell’anno, con i soldi del rdc:

  • beni di consumo strettamente necessari, quali ad esempio alimenti, vestiti e abbigliamento (non di lusso).
  • Le bollette, la rata del mutuo o l’affitto della casa.
  • La benzina o altre tipologie di carburante.
  • I libri.
  • I giocattoli per bambini.
  • I mobili (non quelli di design).
  • Gli smartphone, i tablet e altri device (purché non di lusso).
  • Gli elettrodomestici anche di grandi dimensioni.
  • Le visite mediche.
  • I farmaci e parafarmaci.
  • Il vino e la birra.
  • Gli occhiali da vista o altri oggetti necessari per i singoli casi specifici.
  • I soggiorni vacanze.
  • Il materiale per la scuola.
  • I biglietti per il cinema.
  • Gli abbonamenti ai mezzi pubblici.
  • I corsi di formazione presso enti privati o quelli con finalità sportive.
  • I prodotti per l’igiene personale.
  • I pagamenti dei conti in bar e ristoranti.

Lista spese vietate con il reddito di cittadinanza 2021

Viceversa nell’elenco delle spese non sono ammissibili utilizzando questo sussidio, rientrano:

  • i gioielli, le collane, i bracciali o altri accessori lussuosi.
  • I giochi d’azzardo che prevedono vincite in denaro.
  • Gli abbonamenti a pay TV e servizi streaming, come Netflix, Spotify ed altri.
  • I prodotti e i servizi finanziari.
  • I servizi assicurativi.
  • Gli acquisti in club privati.
  • I superalcolici.
  • Gli acquisti o l’invio di somme di denaro all’estero.
  • Le spese in gallerie d’arte o l’acquisto di beni di antiquariato.
  • Gli acquisti, i noleggi o il leasing di navi, imbarcazioni o servizi portuali.
  • Le armi da fuoco.
  • Il materiale pornografico.
  • Gli acquisti su siti e-commerce (come ad esempio Amazon o altri).

Vedi anche: Calendario pagamenti reddito di cittadinanza

Quanto posso spendere al giorno con il reddito di cittadinanza?

Il reddito viene erogato su una carta intestata al beneficiario. Egli può dunque effettuare i pagamenti, nei locali che possiedono il POS, utilizzando tale card. Inoltre sarà possibile effettuare bonifici mensili per pagare l’affitto o la rata del mutuo. Non esiste un limite di spesa giornaliera, quindi sarà possibile realizzare pagamenti fino all’esaurimento dei soldi a disposizioni.

Viceversa, per quanto riguarda i prelievi di somme di denaro contante dalla carta, saranno possibili solo per le somme compresa fra 100 e 210 euro. Tale differenza dipende dalla numerosità del nucleo familiare destinatario.

Ricordiamo che i soldi ricevuti per il sussidio devono essere spesi entro il mese seguente a quello dell’erogazione. Il pagamento avviene entro fine mese per gli aventi diritto in possesso di un Isee aggiornato e in corso di validità. In altri termini ai beneficiari conviene spendere questi soldi, all’interno dell’elenco delle spese consentite, piuttosto che perderli.

E’ possibile verificare il saldo della carta mediante uno sportello ATM oppure online sul sito internet www.redditodicittadinanza.gov.it.

Vedi anche: Requisiti reddito di cittadinanza 2021-2022

Altre informazioni e compatibilità carta rdc

Il reddito di cittadinanza è compatibile anche con altre forme di sostegno alle famiglie. E’ il caso ad esempio dell’assegno unico per i figli temporaneo, introdotto dal governo Draghi a partire da luglio 2021. Entrambi i sussidi possono essere percepiti dallo stesso beneficiario, ma le somme erogate saranno diverse caso per caso, in base all’Isee familiare.

Viceversa ci sono altri aiuti non compatibili con il Rdc. E’ il caso del reddito d’emergenza introdotto a seguito dell’emergenza economica causata dal covid.

Ora è tutto su cosa si può comprare con il reddito di cittadinanza nel 2021. Oltre alla lista degli acquisti ammessi e quelli vietati, abbiamo visto che non esiste un limite giornaliero di spesa, fino a quando si possiede denaro sulla card. Inoltre, il sussidio è compatibile con altre misure per le famiglie, ma non con aiuti temporanei sempre previsti per redditi bassi, come il Rem.

Vedi anche: 

Articoli Correlati

Add New Playlist