Probabile formazione Juventus-Fiorentina. Partita serie A 2020/2021

Juve-Fiorentina probabili formazioni, 14a giornata del campionato di serie A 2020/2021.  Modulo e convocati per la partita di Torino.

Juventus-Fiorentina probabile formazione – L’ultimo turno di campionato del 2020 mette in scena una classica del nostro calcio, una partita da corsi e ricorsi storici: Juventus contro Fiorentina. Un incontro che si colora del “tradimento” di Roberto Baggio, del gol da antologia di Alessandro Del Piero nel 1994 o – per tornare ai giorni nostri – dei discussi trasferimenti di Bernardeschi e Chiesa.

Fiorentina Juventus federico chiesa

Il match dell’Allianz Stadium (martedì 23 dicembre, ore 20:45) racconta però di due squadre che, al di là della forte rivalità fuori dal campo, lottano ormai per obiettivi ben diversi. Dopo il successo nel derby di Torino, gli uomini di Andrea Pirlo sembrano aver ritrovato fiducia nei loro mezzi e rincorrono le milanesi nella corsa scudetto.

I viola, partiti con ambizioni europee, sono invece scivolati al sedicesimo posto, fermi a 11 punti, e sono in piena lotta per non retrocedere. Il cambio in panchina, con il passaggio di testimone da Giuseppe Iachini a Cesare Prandelli, non ha prodotto i risultati sperati e l’ex ct della Nazionale è ancora alla ricerca della prima vittoria in questo campionato.


Al di là dei valori in campo, per il pubblico di Firenze la partita con la Juventus non è mai come le altre. Fare punti all’Allianz Stadium vorrebbe dire riscrivere la storia e, in parte, salvare la stagione. Dal canto loro, i bianconeri sono già reduci da troppi pareggi e Pirlo – se vuol rimanere incollato al trenino scudetto – non può più permettersi di sbagliare. Andiamo a vedere, allora, i convocati dell’allenatore di casa e le probabili formazioni di Juventus-Fiorentina.

Juventus-Fiorentina: i convocati di Pirlo

Per Juventus-Fiorentina, ritorna nella lista dei convocati Paulo Dybala. La Joya ha risolto il problema muscolare che gli aveva impedito di esserci a Parma e torna a disposizione di Pirlo. Il suo impegno, comunque, verrà centellinato: l’allenatore bianconero, infatti, vuole evitare ricadute e farà partire l’argentino dalla panchina.

dybala Instagram allenamenti

Non ce la fa, invece, Arthur Melo. Il centrocampista ex Barca non ha ancora recuperato dalla forte contusione rimediata in Juventus-Atalanta, un gentile regalo del difensore nerazzurro Romero. Sempre sul fronte infortunati, sta meglio Merih Demiral. In conferenza stampa, Andrea Pirlo ha parlato dei progressi del giocatore turco, anche se – per precauzione – l’ex Sassuolo salterà anche l’ultima gara del 2020.

Una buona notizia arriva da Giorgio Chiellini: il capitano si è messo alle spalle il fastidioso infortunio alla coscia sinistra – l’ennesimo del suo travagliato inizio di stagione – e torna a disposizione di Pirlo. Il difensore ritrova così la sua ex Fiorentina, in cui ha giocato nella stagione 2004/2005, segnando anche il gol del pareggio in un rocambolesco 3-3 contro la Juve al Franchi. Convocato tutto il resto della squadra, con Adrien Rabiot unico calciatore in diffida della rosa.

VEDI ANCHE: GIOCATORI JUVE

Juve-Fiorentina: probabile formazione

Dopo alcuni iniziali esperimenti, Pirlo ha ormai scelto il vestito tattico della sua Juventus: un 3-4-1-2 (che diventa un 4-4-2 in fase difensiva) cucito su misura per la Vecchia Signora. Le probabili formazioni parlano del solito avvicendamento in porta con Gianluigi Buffon che – dopo l’ottima gara nella sua ex Parma – lascerà questa volta il posto a Wojciech Szczesny.

Davanti a lui, confermatissimi Matthijs de Ligt e Leonardo Bonucci, mentre l’altra maglia del terzetto difensivo se la contendono Alex Sandro e Danilo, con il numero 12 al momento in leggero vantaggio. Sugli esterni, Juan Cuadrado ritrova la fascia destra dopo il turnover di sabato sera. A sinistra, invece, spazio al contestato ex della gara, Federico Chiesa, fresco di passaggio a inizio stagione dai viola alla Juventus.

VEDI ANCHE: CHIESA IL RUOLO NELLA FORMAZIONE DI PIRLO

I maggiori dubbi sono a centrocampo. Arthur non recupera dalla contusione subita contro l’Atalanta e salta anche la gara di martedì. Weston McKennie sembra il più certo di partire dal primo minuto, mentre al suo fianco un Rodrigo Bentancur sempre più in crescita è avanti rispetto a Rabiot. Davanti a loro, nel ruolo di trequartista, tutto ruota attorno alle condizioni di Aaron Ramsey: Pirlo non si priverebbe mai del gallese, ma i suoi muscoli di seta fanno propendere l’allenatore per la prudenza. Nel caso di forfait, è pronto da titolare Dejan Kulusevski, in gol contro il Parma.

In attacco, si rivede Paulo Dybala, ma l’argentino – ancora lontano dalla forma migliore – partirà dalla panchina. Anche perché è difficile per l’allenatore bianconero non continuare a dare fiducia al tandem Morata-Cristiano Ronaldo. I due si cercano e si trovano a meraviglia, come in occasione del primo gol di CR7 al Tardini: perfetto assist dell’ex Atletico per l’elevazione supersonica del portoghese. Insieme hanno già raggiunto 26 reti in stagione. Un bottino che – nell’ultima gara del 2020 – proveranno ad aumentare.

Vedi anche:  Ronaldo Juventus gol

La Fiorentina di Cesare Prandelli si affida invece a un 3-5-1-1 in cui gli unici di maggiore talento sono Gaetano Castrovilli e Franck Ribery. Dopo un ottimo inizio di stagione, culminato con 4 gol in 5 gare, il numero 10 viola sembra essersi un po’ perso e contro la Juve – una delle big d’Italia che ha già messo gli occhi su di lui – ha l’occasione per rilanciarsi e dimostrare di essere da top team. Non ha bisogno di presentazioni, invece, Franck Ribery, ex Bayern Monaco che per tanti anni è stato fra le migliori ali al mondo. La sua stella sembra ormai essere in fase calante, ma calciatori così possono lasciare il segno con una sola giocata.

Vedi anche: Dove vedere Juventus Fiorentina streaming e tv

Probabile formazione Juventus (modulo 3-4-1-2):

Szczesny; de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado, McKennie, Bentancur, Chiesa; Ramsey, Morata, Cristiano Ronaldo (All. Pirlo).

Ballottaggi: Alex Sandro-Danilo 55%-45%; Bentancur-Rabiot 60%-40%; Ramsey-Kulusevski 55%-45%; Morata-Dybala 70%-30%.

Probabile formazione Fiorentina (modulo 3-5-1-1):

Dragowski; Milenkovic, Pezzella G., Caceres; Venuti, Amrabat, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Ribery; Vlahovic (All. Prandelli).

I bianconeri devono salutare questo 2020 con una vittoria se vogliono rimanere incollati a Milan e Inter, le due squadre di testa che saranno impegnate nelle difficili partite contro – rispettivamente – Lazio e Hellas Verona. La Juve ha accumulato troppo ritardo in questo avvio di stagione, ma – da dopo il derby – sembra tutta un’altra squadra. Che il progetto di Pirlo sia arrivato a una svolta? Per scoprirlo appuntamento a martedì 23 dicembre, ore 20:45, con Juventus-Fiorentina.

VEDI ANCHE

CALENDARIO JUVENTUS SERIE A 2021

 

Related Posts

Ben tornato!