Partita LIVE Dinamo Kiev-Juventus in tempo reale: finale 0-2, doppietta Morata

Partita Champions Dinamo Kiev – Juventus minuto per minuto. Diretta Live

CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE IN TEMPO REALE

Un buon esordio per la Juventus che pure non ha giocato una gara straordinaria ma non ha mai corso rischi particolari contro la Dinamo, un po’ più intensa solo nel finale. Doppietta di Morata che trova il gol nel primo tempo raccogliendo una corta respinta del portiere avversario e nel finale con un colpo di testa su cross di Cuadrado dalla destra. Molto bene oltre a Morata anche Cuadrado. Infortunio muscolare da valutare per Chiellini, anche Bonucci con qualche problema muscolare nel finale. Esordio stagionale per Dybala, in campo nel secondo tempo.

RISULTATO FINALE – La Juventus fa il suo esordio a Kiev con una vittoria 0-2 in Champions League, doppietta di Alvaro Morata 

90+3 – Fuori…

90+3 – Ancora un calcio di punizione di Shaparenko, ultima occasione per la Dinamo

90+2 – Sydorchuk! Cerca la conclusione ma Szceszny respinge, Dinamo che chiude in avanti

90 – Tre minuti da recuperare

90 – Mykolenko prova la botta da fuori, palla lontana dai pali

90  – Qualche discussione per una spinta di Bonucci in area di rigore, ma l’arbitro fa proseguire

88 – Guadagna un corner la Dinamo

88 – Cerca di reagire la Dinamo

85 – Juventus in pieno controllo della partita; la squadra bianconera non ha mai corso veri rischi e pur senza avere giocato una gara stratosferica ha sempre gestito bene il match

83 – Azione di Cuadrado sulla fascia destra e appoggio perfetto che Morata – di testa – non sbaglia, 17esimo gol in Champions League, doppietta per lo spagnolo

83 – GOOOOL JUVENTUS! MORATA

79 – Doppio cambio per la Juventus con Arthur e Bernardeschi fuori Bentancur (ammonito) e Ramsay

77 – La Dinamo non riesce a rendersi pericolosa. Juventus che controlla agevolmente

74 – Libera la difesa della Juventus

73 – Danilo in calcio d’angolo su Rodriguez

70 – Doppio cambio nella Dinamo: Verbic per Tsygankov,  Popov per Karavaev

66 – Fase di stanca della partita. La Dinamo non riesce a imporsi, la Juventus non spinge

62 –  IL GOL DELLA JUVENTUS

59 – Nella Dinamo entra Gerson Rodriguez al posto di De Pena

59 – Ammonito anche Demiral, terzo cartellino giallo per la Juventus, tutti per gioco falloso

58 – Dybala! Cerca la conclusione verso la porta avversaria, fermato

55 – E’ il momento di Dybala! Esordio stagionale per l’argentino che prende il posto di Kulusevski

54 – Si prepara a bordo campo per la Dinamo Gerson Rodriguez, giocatore portoghese con passaporto lussemburghese: fisicamente un cliente molto tosto

52 – Sembra avere accusato il colpo la Dinamo che fatica a reagire

50 – Cerca un affondo a sinistra Ramsay, fermato

49 – Ammonito Cuadrado, gioco falloso

47 – Pur senza giocare un primo tempo di grandissima aggressività meritava il vantaggio la Juventus che arriva ancora con Morata al suo secondo centro in tre giorni dopo il pareggio firmato a Crotone

46 – Azione di Chiesa che apparecchia per Ramsay, conclusione di Kulisevski che il portiere Bushchan non riesce a trattenere, segna Alvaro Morata, bravissimo a intervenire

46 – JUVENTUS IN VANTAGGIO! ALVARO MORATA!

SECONDO TEMPO – Si riparte

INTERVALLO – Si riscalda Paulo Dybala che potrebbe dunque fare a breve il suo esordio stagionale

Si chiude il primo tempo con la Juventus bloccata sullo 0-0 da una Dinamo molto chiusa e prudente. Di Chiesa le due occasioni migliori del primo tempo che ha visto la squadra bianconera attaccare e collezionare calci d’angolo. Un solo tiro a rete per gli ucraini. Sostituzione forzata per Chiellini, problemi muscolari. Ammonito Bentacur per gioco falloso

FINE PRIMO TEMPO – 0-0 tra Dinamo Kiev e Juventus

45+1 – Pericoloso calcio di punizione di Tsygankov, para senza difficoltà Szczesny

45 – Un minuto di recupero

44 – Ammonito Bentacur per un fallo su Shaparenko

40 – Cerca la conclusione Ramsay, blocca Bushchan

40 – Un po’ troppo attendista alla Juve, molta prudenza

34 – SPLENDIDO!!! JUVENTUS PERICOLOSISSIMA Ramsay appoggia a Kulusevski che di tacco impegna a terra Bushchan

32 – Nulla di fatto

31 – Guadagna un buon pallone Rabiot su errore degli avversari in fase di possesso

31 – Juventus che lascia il possesso palla alla Dinamo in questo frangente, pur attaccando alto

30 – E’ arrivato il riscontro circa le presenze allo stadio. Sono 14mila, ma sembrano molti di più in un impianto che conta 70mila posti a sedere

29 – Prova a spingere la Dinamo

28 – Palla dentro di Bentancur, troppo lunga per tutti

27 – Pericoloso cross radente da destra di Cuadrado, resoinge Bushchan

25 – E’ un po’ scesa l’intensità in questi ultimi minuti

23 – Cerca la conclusione dai limiti dell’area Kulusvski, respinto

22 – Siamo a metà del primo tempo, sempre 0-0 ma con la Juventus sempre padrona del campo

21 – La Juve gioca bene, molto concentrata e offensiva

20 – Allontana la difesa della Dinamo

19 – Quarto corner per la Juve

18 – Un problema non grave per Chiellini, evidentemente esce per non peggiorare le cose

18 – Problemi muscolari per Chiellini, sostituito da Demiral… fascia da capitano a Bonucci

17 – ATTENZIONE ESCE CHIELLINI

17 – Prima conclusione della Dinamo con Supryaha che non riesce a trovare la porta

16 – Calcio di punizione retroattivo per la Dinamo, fallo di Rabiot

14 – CHIESA!!! ANCORA LUI! Calcia con il destro dopo essersi liberato a tiro, destro a giro, sul fondo. Molto bello…

13 – Esce a vuoto Bushchan! CHIELLINI! PORTA VUOTA! Palla sul fondo di testa del difensore… un regalo così non se lo aspettava nemmeno lui…

12 – Altro corner

12 – Ancora un angolo e la Dinamo protegge sul fondo

11 – PRIMA OCCASIONE JUVE, Chiesa si libera a sinistra e tira angolato bella parata di Bushchan

7 – Prima palla in profondità della Diamo, la difesa bianconera libera con qualche apprensione

6 – Salta Chiellini che colpisce di testa ma mette sul fondo

5 – La Juve comincia subito a spingere, primo calcio d’angolo

3 – La Juventus indossa una divisa arancione identica a quella dello Shakhtar Donetsk, grande avversaria della Dinamo (che in realtà pretende la Y, Dynamo) e da quattro anni vincitrice del titolo ucraino

3 – Punizione di Kulusevski, blocca Bushchan

3 – Esce dai pali Szcezsny per mettere in fallo laterale un affondo degli ucraini

1 – PARTITI! E’ iniziata la Champions League 2020-21

18.55 – Kick off della Dinamo, che ha ben otto esordienti in Champions League; ma tanti sono gli esordienti anche nella Juve a cominciare proprio da Pirlo

18.53 – L’abbraccio tra Lucescu e Pirlo: i due si ritrovano venticinque anni dopo l’esordio di Pirlo in Serie A nel Brescia, fortemente voluto dal tecnico rumeno

18.52 – Inno della Champions League prima della partita con le squadre schierate

18.51 – C’è meno gente del solito nel gigantesco Olimpinskiy ma le regole anti-COVID sono state molto dure anche in Ucraina dove la pandemia ha colpito molto duramente nelle ultime settimane. E comunque c’è molta più gente di quanta se ne aspettasse…

18.43 – “Dybala sta bene, ma non si è allenato per via delle trasferte intercontinentali e delle complicazioni legate alla pandemia” dice Fabio Paratici intervistato dagli inviati di SKY poco prima dell’inizio del match

18.36 – La Dinamo Kiev è reduce da una vittoria netta, 0-2, sul campo del Rukh Lviv: gol di Pena e di  Rodriguez, elemento molto insidioso che però partirà dalla panchina. Dinamo al comando nel proprio campionato imbattuto con quattro vittorie e due pareggi in sei gare

18.34 – La Juventus ancora senza Dybala che è comunque in panchina a disposizione di Pirlo. Ha scelto una squadra molto offensiva il tecnico bianconero: Ramsey dietro le punte con Cuadrado e Chiesa sulle due fasce

18.34 – La Dinamo ripropone la formazione titolare migliore vista nel corso delle ultime settimane.

18.31 – Le formazioni ufficiali – DINAMO KIEV (4-3-3): Bushchan; Kedziora, Zabarnyi, Mykolenko, Karavaev; Buyalskiy, Sydorchuk, Shaparenko; Tsygankov, Supryaha, De Pena. All.: Lucescu

JUVENTUS (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini; Chiesa, Rabiot, Bentancur, Cuadrado; Ramsey; Kulusevski, Morata. All.: Pirlo.

18.30 – Si apre la stagione europea della Juventus: prima partita nel gigantesco stadio Olimpinskiy contro la Dinamo Kiev. L’altra gara del girone è in programma alle 21 con il Barcellona che al Camp Nou ospita il Ferencvaros

Calcio, Champions League – La Juventus fa il suo esordio in Champions League contro la temibile Dinamo Kiev nel gigantesco stadio Olimpinskiy della capitale ucraina. Come tutte le UEFA in programma tra Russia e paesi particolarmente freddi si giocherà in anticipo con calcio d’inizio alle ore 18.

La partita

Juventus priva di Cristiano Ronaldo e McKennie, out a causa del coronavirus, ma anche di De Ligt e Alex Sandro. Ramsey è in dubbio ma disponibile. La Juventus giocherà con Bonucci e Chiellini al centro della difesa e con ogni probabilità con Alvaro Morata e Dybala e Kulusevski a supporto. La Dinamo, di fatto è al completo: manca solo Tymchyk alle prese con un problema muscolare.

Arbitra l’internazionale rumeno Ovidiu Hategan.

La Juventus è inserita nel gruppo G insieme al Barcellona che nell’esordio ospiterà gli ungheresi del Ferencvaros.

Juventus, la prima di Pirlo

Sarà un esordio assoluto su una panchina di Champions League anche per Andrea Pirlo che curiosamente dall’altra parte del campo trova Mircea Lucescu, il primo allenatore che decise di credere in lui. Sono passati venticinque anni da quando Lucescu fece esordire in Serie A un giovanissimo Pirlo, 16 anni appena, nel match di fine stagione tra Brescia e Reggiana. Era il 16 maggio 1995.

I numeri, quattro precedenti

Tra Dinamo Kiev e Juventus sono quattro i precedenti internazionali ufficiali, tutti a favore dei bianconeri che ha sempre passato il turno, con tre vittorie e un pareggio. Gara di andata e ritorno nei quarti di finale 1997-98, vittoria esterna (4-1) della Juve a Kiev e pareggio a Torino (1-1). Nella fase a gironi dell’edizione 2002-03 due vittorie della Juve: 5-0 in casa e 2-1 all’Olimpinskiy, l’ultimo scontro diretto in assoluto, con reti di Salas e Zalayeta.

Le dichiarazioni di Pirlo e Chiellini

“Sono e resterò sempre grato a Lucescu – ha dichiarato Pirlo nella sua prima conferenza stampa di Champions League come allenatore della Juventus – perché mi ha portato in prima squadra quando avevo appena 15 anni e mi ha dato grande fiducia. Di lui ho un ricordo splendido. Sarà emozionante incontrarlo”.

Giorgio Chiellini chiede tempo: “É tutto molto complicato, abbiamo faticato a giocare e ad allenarci tutti insieme in questo periodo, abbiamo bisogno di un po’ di tempo perché tutte le cose vadano a posto e il gioco migliori. Dobbiamo ancora giocare, crescere e adattarci e in questo senso la partita di Champions League di Kiev sarà importantissima”.

Vedi anche: Juve Champions League calendario gironi avversarie

 

Related Posts

Ben tornato!