Gli arrosticini. Ricetta degli spiedini di carne abruzzesi

arrosticini5settembre2011
Piatto tipico della cucina abruzzese gli arrosticini sono spiedini di circa 25-30 cm, fatti con carne di castrato o pecora, tagliata in piccoli cubetti. La tradizionale cottura degli arrosticini avviene sul “rustillire” o “furnacella”, un braciere di piccole dimensioni dove gli arrosticini possono essere cotti senza particolari difficoltà. Nella cottura casalinga, se non si dispone della furnacella è possibile marinare gli arrosticini in olio e pepe, rosmarino e limone e poi cuocerli sulla griglia o nel forno

Ingredienti:
Carne di castrato in quantità proporzionale alle persone
Il succo di un limone
Olio extra vergine di oliva
Sale e pepe
Rosmarino

Preparazione ricetta arrosticini
Cottura tradizionale: Tagliate la carne in cubetti di circa 1 cm di lato, infilzatela negli spiedini di circa 25-30 centimetri di lunghezza e fateli arrostire sui carboni a fuoco basso e solo a cottura ultimata aggiungete sale e pepe.

La riuscita di questa ricetta è possibile solo se si usa esclusivamente carne di castrato o di pecora ed evitando sistemi di cottura diversi da quello con la “furnacella”. La carne così cotta viene accompagnata con pane casereccio unto con olio extra vergine di oliva.
Preparazione casalinga: Se non possedete la “furnacella”, preparate gli arrosticini come sopraindicato, disponeteli su un piatto, e ungeteli bene su tutti i lati, spruzzateli con il succo di un limone e aggiungete sale e pepe.

Lasciate marinare per qualche minuto. Cuocete su una griglia, gli arrosticini qualche minuto per lato, ungendoli con il rosmarino imbevuto nell’olio della marinatura.
Gli arrosticini si abbinano bene ad un Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane, e come ancora in uso nei locali più tradizionali, un mix di tre quarti di vino rosso con un quarto di gassosa.

Guarda anche le altre ricette di carne della tradizione

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!