Pensioni 2023 news. Riforma e invalidità

Pensioni 2023, riforma e rivalutazione pensione d’invalidità. Novità su Def, aumenti degli assegni e riforma del sistema previdenziale.

Pensioni 2023 – La presentazione del Def da parte del governo, ha fornito indicazioni importanti sulla riforma del sistema pensionistico e sull’aumento delle pensioni di invalidità. Nello specifico sono 20 i disegni di leggi collegati al documento, che una volta approvati dal parlamento entreranno in vigore.

Pensioni 2023 news riformaConcentriamoci allora su queste novità e in particolare sulla riforma pensione e l’adeguamento degli assegni di invalidità.

VEDI ANCHE: PENSIONI DI INVALIDITA’ 2022 IMPORTI INPS

Riforma pensioni 2023 ultima ora

La riforma delle pensioni è al momento congelata, in attesa della ripresa del confronto fra governo e sindacati. Tuttavia il documento di economia e finanza approvato dall’esecutivo fornisce già importanti novità per il 2023. Infatti, uno dei disegni di legge prevede indicazioni esplicite sul ritocco alla Legge Fornero, ovvero quella che consente di andare in pensione solo a 67 anni di età.

Tuttavia resta da capire come garantire flessibilità in uscita dal lavoro. In questo caso le ipotesi al vaglio del governo Draghi sono quelle di cui vi abbiamo parlato più volte nella riforma pensioni 2023. Ma oltre a rinnovare il sistema previdenziale, i disegni di legge al Def preannunciano l’arrivo di un adeguamento degli assegni di invalidità. Vediamo di seguito come e quando potrebbero arrivare questi aumenti.

Rivalutazione pensioni di invalidità a chi spetta

Ad ufficializzare quanto previsto dai disegni di legge, ovvero l’arrivo dell’aumento delle pensioni di invalidità è stata il Ministro della disabilità Erika Stefani. L’adeguamento seguirà quello comunicato dall’Inps con la circolare n. 197 del 23 dicembre 2021.

Secondo quanto previsto dalla legge gli incrementi dei trattamenti sono riconosciuti d’ufficio agli aventi diritto, ovvero se invalidi del tutto in parte. Ad esempio quello che ha portato le pensioni di invalidità civili totali da 286,81 a 660,27 euro mensili nel 2022, spetta in presenza dei seguenti requisiti reddituali:

  • 8.583,51 per il pensionato solo
  • 14.662,96 euro per il pensionato coniugato.

Di recente, l’Inps ha comunicato che i cittadini possono presentare online la documentazione sanitaria necessaria per il riconoscimento dell’invalidità civile.

Quando ci sarà l’aumento delle pensioni di invalidità?

Al momento non c’è ancora una data precisa, ma l’aumento scatta quando il parlamento approva i disegni di legge al Def. E’ possibile che questa procedura richieda mesi, visto che le indicazioni fornite in questo documento servono a dichiarare le intenzioni dell’esecutivo, che si andranno a concretizzare nel testo della legge di bilancio 2023. Ma non si escludono tempi più brevi.

Non appena ci saranno novità su quando aumentano assegni di invalidità, troverete aggiornamenti nella pagina dedicata alle pensioni di Donne sul web.

Ricapitolando, con l’approvazione del Def il governo Draghi ha fornito novità sulla riforma pensioni 2023 e sull’aumento degli assegni di invalidità. Nel primo caso si punta a rivedere le Legge Fornero con nuove misure. Nel secondo un disegno di legge da approvare adeguerà l’importo dei trattamenti per gli invalidi.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!