Pensioni 2022 14esima, quando arriva e quanto si prende

Pensioni 2022. Chi ha diritto alla quattordicesima sulla pensione e quando viene pagata. Limiti di reddito, regole e importi Inps.

Pensioni 2022. Nelle prossime mensilità una parte dei pensionati italiani riceverà assegni più sostanziosi, in virtù del pagamento della 14esima, nonché del bonus 200 euro varato dal governo. Tuttavia bisogna possedere determinati requisiti per ricevere queste somme extra dall’Inps.

Pensioni 2022 14esima quando arriva e quanto si prendeConcentriamoci quindi su chi sono i destinatari della quattordicesima, quando arriva e a quanto ammonta.

VEDI ANCHE: PENSIONI 2022 IL BONUS 200 EURO SPETTA AGLI INVALIDI CIVILI

Quattordicesima pensionati 2022 a chi spetta

La 14esima mensilità è una somma aggiuntiva rispetto al trattamento mensile erogato ai pensionati. Come riporta il sito dell’Inps non spetta a tutti i titolari di un assegno pensionistico, ma solo a coloro che possiedono:

  • un’età pari o superiore a 64 anni
  • un reddito complessivo fino a un massimo compreso fra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo annuo del pensioni lavoratori dipendenti.

In particolare nel 2022 la soglia massima di reddito (ricalcolata annualmente) entro cui si può ricevere la 14esima ammonta a 13.659,88 euro.

Quando pagano la 14esima sulla pensione

I pensionati in possesso dei requisiti appena citati riceveranno la quattordicesima a luglio 2022. Quindi il cedolino pensione di luglio, conterrà l’assegno mensile e la somma aggiuntiva prevista per la quattordicesima.

Ma non è tutto, infatti nello stesso trattamento ci sarà anche il bonus 200 euro una tantum approvato dal governo Draghi. L’aiuto contro il caro inflazione spetta in automatico infatti anche ai pensionati con redditi fino a 35.000 euro. In sintesi, nel mese di luglio con la quattordicesima e il contributo una tantum, l’assegno complessivo avrà un ammontare extra, rispetto ad esempio a quello di giugno.

VEDI ANCHE: PENSIONI GIUGNO 2022 DATA PAGAMENTO POSTE

Pensioni 2022, quanto si prende di quattordicesima

L’importo della 14esima per i pensionati dipende dall’anzianità contributiva maturata e dal reddito personale. In altre parole non esiste una somma uguale per tutti, ma è crescente se si possiedono 15, fino a 25 o più anni di contributi versati. Inoltre, la somma è più alta per chi possiede un reddito fino a 1,5 volte il minimo. Mentre diminuisce per chi percepisce fra 1,5 e 2 volte il minimo.

Ma per chiarire meglio questi aspetti potete consultare le tabelle riepilogative, con gli importi qui allegati e tratti dal sito www.inps.it.

Tabella importi 14esima per redditi fino a 1,5 volte il minimo:

importi quattordicesima pensione fino a 1,5 volte il minimo

Tabella importi 14esima per redditi fra 1,5 e 2 volte il minimo:

Importi quattordicesima pensione

Chi ha la pensione di reversibilità ha diritto alla 14esima?

Anche i percettori dell’assegno di reversibilità (spettante a coniuge o ai familiari di un defunto pensionato) ricevono la quattordicesima, ma solo se possiedono i requisiti previsti. Ovvero i 64 anni di età e un reddito che non superi i limiti stabiliti dalla legge. Tuttavia gli importi percepiti sono inferiori, in base alla percentuale di reversibilità spettante e ai contributi versati dal coniuge.

Riassumendo, a luglio 2022 i pensionati entro le soglie di reddito indicate dall’Inps, riceveranno la quattordicesima mensilità. La somma aggiuntiva sarà di importo diverso in base alla singola situazione previdenziale e reddituale del pensionato. Di certo per i beneficiari l’assegno sarà più alto rispetto al mese precedente, anche per la presenza del bonus 200 euro.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!