Canzoni siciliane, le 12 più belle e famose. Playlist

Canzoni siciliane. La Sicilia abbonda di canzoni tradizionali di enorme successo che hanno girato in tutto il mondo. Ne abbiamo scelto 10 per voi tra le più belle e famose. Playlist

Canzoni siciliane. La tradizione musicale italiana pullula di canzoni che hanno fatto la storia della nostra canzone. A stagliarsi sul panorama musicale italiano sono sicuramente tutti i brani del Mezzogiorno, che da sempre hanno fatto da colonna sonora alla vita di tutti, perché sentite per strada o perché magari utilizzate in qualche film famoso. La Sicilia è un patrimonio indiscusso che da sempre ha sfornato canzoni eterne che sono passate per la voce di molti interpreti. Abbiamo scelto per voi le 10 più belle e famose canzoni siciliane.

Canzoni siciliane belle e famose – Playlist

Ciuri Ciuri

Un brano indimenticabile e notissimo è l’intramontabile Ciuri Ciuri. La canzone è una forte affermazione della identità siciliana. A portarla al pubblico nazionale è stato il cantante Roy Paci, che ci regala una memorabile interpretazione di questa classica canzone siciliana..

U sicilianu sugnu e mi nni vantu
Picchì la terra mia jè china china d’incantu

Vitti na crozza

Un altro inno alla regione Sicilia è la canzone Vitti na crozza, un brano dal sapore allegro ma che in verità nasconde una grande profondità fatta di vita vera fatta di dolore e duro lavoro. A interpretare questo storico brano sono state anche voci autorevoli della canzone italiana, come Franco Battiato e Domenico Modugno.

Vitti na crozza supra nu cannuni
Fui curiuso e ci vossi spiare
Idda m’arrispunniu cu gran duluri
Murivi senza un tocco di campani

Mi votu e mi rivotu

Un’altra canzone leggendaria è sempre intonata dalla voce graffiante della grandissima interprete siciliana Rosa Balistreri, ma è passata anche per la voce di Carmen Consoli. Questa volta, il protagonista è un amore non corrisposto.

Mi votu e mi rivotu suspirannu, / passu li ‘nteri notti senza sonnu,
e li biddizzi tòi vaiu cuntimplannu, / li passu di la notti finu a ghiornu,

A Cammaratisa

Gian Campione, altro nome importante della tradizione musicale siciliana, ci regala quest’altra perla, A Cammaratisa. Con la consueta marcetta di accompagnamento, l’atmosfera qui si fa più leggera e ricorda più un’allegra sagra paesana. Racconta la storia di una giovane in cerca di fortuna.

Vinni a Giurgenti sta’ paisana / Cu la speranza di la fortuna
Matina e sira sta’ a passiari / Ci scaccia l’occhiu a li pirsuni

Si maritau Rosa

Ma non possiamo dimenticarci la passione: tema d’elezione di molti brani siciliani è infatti la passione, non corrisposta, corrisposta, consumata.Insomma, la passione in tutte le sue innumerevoli forme. Anche Si maritau Rosa parla di passione. La passione di una donna che, vedendo un’amica sposarsi, desidera anche lei l’amore.

Vinni la primavera
li mennuli su ‘nciuri
a mia ‘nfocu d’amuri
lu cori m’addumò

Veni l’autunno

A dedicare una canzone alla sua Sicilia è proprio il grande cantautore Franco Battiato, che più volte si è misurato con brani della tradizione. In questo caso, Battiato si dimostra all’altezza delle aspettative di tutti, regalandoci un’interpretazione nostalgica ed evocativa sull’autunno.

Sparunu i bummi
Supra a Nunziata
‘N cielu fochi di culuri
‘N terra aria bruciata

Tarantella Siciliana

A iniziare questo brano indimenticabile è uno strumento tipico della tradizione siciliana, lo scacciapensieri. Con il suo suono ancestrale, questo piccolissimo strumenti ci rievoca immediatamente gli scenari poetici della stupenda isola.

Cocciu d’amuri

A chi non è capitato di desiderare di cantare una serenata alla propria bella affacciata al balcone? I siciliani hanno pensato ovviamente anche questo, producendo una delle serenata d’amore più teneri e dolci mai esistite: Cocciu d’amuri.

La notti è scura e nno munnu mi perdu
Comu n’armuzza ‘n pena vaiu circannu
Li to’ biddizzi ca ficiru ddannu
Mi fai tuccari ‘u funnu
E nun capisciu nenti

Vedi anche: Canzoni sulla notte, le più belle

Cantu di lu carritteri

il canto dei carrettieri è un’altra forma musicale tipica della folclore siciliano. Erano i carrettieri stessi ad intonare melodie durante le loro giornate di lavoro, con cui usavano salutarsi quando, nel corso delle loro lunghe traversate, incontravano un collega. Cantare bene significava elevare il proprio status sociale.

U Sciccareddu

Altri topoi trattati in molte canzoni siciliane sono scene di vita normale, che spesso sono ispirate dalla realtà di tutti i giorni, a contatto con animali e bestiame. Il protagonista in questo caso è l’asino, animale molto importante per tutte le comunità siciliane. L’accompagnamento musicale sembra proprio ricordare gli zoccoli dell’animale.

Avia ‘nu sciccareddu / Ma veru sapuritu
A mia mi l’ammazzaru, / Poveru sceccu miu.

Tarantella di L’amuri

Ancora una volta, si parla d’amore. E ancora una volta è lo scacciapensieri a evocare le atmosfere di questa malinconica canzone siciliana. L’amore infatti, come dà tanta gioia, dà anche tanto dolore. Con questa stupenda canzone, ecco svelato il mistero dell’amore.

Bottana di to ma

Questo capolavoro della canzone siciliana si colloca all’interno della tradizione del filone carcerario. Potentissima, non ci sorprenderebbe trovare questo brano in un film di Tarantino. A renderlo immortale, la voce unica di Rosa Balistreri.

Buttana di to mà, ‘ngalera sugnu / Senza fari un millesimu di dannu
Tutti l’amici mia cuntenti foru / Quannu carzarateddu mi purtaru

La Sicilia è davvero una miniera d’oro per quanto riguarda la musica, non ci resta altro che esplorare questa tradizione così ricca e affascinante. Buon ascolto!

Vedi anche:

Articoli Correlati

Add New Playlist