Bonus 200 euro domanda Inps. Ecco come e quando puoi chiedere e ricevere il bonus

Bonus 200 euro, circolare Inps 73 2022. Quando e come viene erogato per tutte le categorie di lavoratori. Requisiti, domande e date pagamenti.

Bonus 200 euro, la circolare Inps n.73 25 giugno 2022 ha finalmente chiarito tutte le categorie lavorative che hanno diritto al contributo una tantum. Ma soprattutto quali devono presentare domanda e quando arrivano i 200 euro. Ti anticipo subito che ci sono differenze significative, in base alla categoria a cui appartieni. Ad esempio se sei un lavoratore dipendente riceverai l’incentivo a luglio 2022 in busta paga, presentando autodichiarazione, mentre se sei un disoccupato ti verrà pagato a ottobre.

Bonus 200 euro domanda Inps e pagamenti tutte le categorieMa andiamo con ordine e vediamo categoria per categoria come richiedere i 200 euro e quando si ricevono.

VEDI ANCHE: BONUS 2022 ELENCO AGGIORNATO

Bonus 200 euro dipendenti privati e pubblici

I lavoratori dipendenti privati con rapporto di lavoro in essere a luglio, non devono fare domanda per ricevere il bonus, ma presentare un’autodichiarazione al datore di lavoro. Al suo interno bisogna indicare di non percepire pensione o Rdc, oltre al possesso dei requisiti previsti dal DL 50/2022. 

L’erogazione del bonus 200 euro arriva nella busta paga di luglio 2022, sia per i contratti a tempo determinato che quelli indeterminati. Il datore di lavoro che anticipa questa cifra, la recupererà tramite denuncia Uniemens entro il 31 agosto.

Per i dipendenti pubblici non c’è bisogno di presentare autocertificazione. Quindi ad esempio il bonus 200 euro docenti arriva in automatico nella busta paga di luglio 2022.

Bonus 200 euro pensionati e percettori Rdc

Se sei un pensionato ricevi il bonus 200 euro automaticamente dall’Inps. Quindi non serve alcuna domanda, ma l’accredito ti arriva all’interno del pagamento della mensilità di luglio 2022. Stesso discorso se sei un percettore del reddito di cittadinanza, l’aiuto statale lo ricevi d’ufficio a luglio.

Bonus 200 euro colf e badanti, domanda e pagamento

Se fai parte della categoria di lavoratori domestici, allora devi fare richiesta all’Inps. In base a quanto chiarito dalla Circolare dell’istituto di previdenza, è possibile presentare istanza per i lavoratori con:

  • un contratto in essere alla data del 18 maggio 2022
  • iscrizione attiva del rapporto di lavoro nella Gestione dei Lavoratori domestici Inps
  • un reddito a fini Irpef fino a 35.000 euro nel 2021
  • assenza di attività da lavoro dipendente diversa da quella domestica o se si è titolari di trattamenti pensionistici.

L’erogazione dei 200 euro avverrà a seguito della presentazione della domanda, possibile dal 20 giugno fino al 30 settembre 2022. Quindi il pagamento potrà avvenire solo dopo l’accettazione della richiesta. In altre parole prima la fai e prima riceverai l’indennità una tantum.

Bonus 200 euro co.co.co

Per i titolari di collaborazione coordinata e continuativa, con contratto attivo al 18 maggio 2022 e reddito inferiore a 35.000 euro nel 2021, l’aiuto è riconosciuto dopo la presentazione della domanda. La scadenza fissata dall’Inps per la richiesta è quella del 31 ottobre 2022. Anche in questo caso i 200 euro ti arrivano solo dopo l’accettazione dell’istanza.

Bonus 200 euro disoccupati

Ai disoccupati titolari di trattamento Naspi, Dis-Coll o disoccupazione agricola, il pagamento dei 200 euro arriverà d’ufficio a ottobre 2022. Non serve fare domanda, secondo quanto previsto dalla Circolare Inps. Quindi se sei un disoccupato e percepisci uno di questi trattamenti, dovrai attendere il mese di ottobre per ricevere automaticamente l’indennità.

Chi ha diritto al bonus 200 euro? Altre categorie

Se fai parte di una delle restanti categorie, individuate dall’Inps, dovrai presentare domanda entro il 31 ottobre 2022, per avere i 200 euro. In particolare vi rientrano, le seguenti fattispecie con redditi fino a 35.000 € nel 2021:

  • stagioni e intermittenti, con 50 giornate di lavoro effettivo nel 2021
  • lavoratori a tempo determinato del settore agricolo
  • autonomi occasionali senza partita iva
  • incaricati alle vendite a domicilio
  • lavoratori dello spettacolo, iscritti al fondo pensione, con almeno 50 contributi giornalieri versati nel 2021.

E per quanto riguarda il bonus 200 euro per partite iva e liberi professionisti? In questo caso non è ancora chiaro come, quando e chi riceve l’indennità. L’Inps non lo ha ancora chiarito. Questo perché bisogna attendere l’apposito decreto attuativo del ministero del lavoro. Se rientri in queste ultime categorie devi quindi pazientare.

Circolare Inps domanda bonus 200 euro pdf

Puoi trovare le altre informazioni di cui hai bisogno qui di seguito, leggendo la Circolare Inps per estesa, disponibile anche in formato pdf da scaricare.

Come abbiamo visto per ogni categoria di lavoratore è previsto un procedimento apposito per ricevere i 200 euro. In alcuni casi serve la domanda (o l’autocertificazione) in altri no. Anche i tempi di pagamenti sono diversi, si va da luglio a ottobre 2022. Insomma questa storia dell’indennità una tantum ci farà ancora “compagnia” per qualche mese.

VEDI ANCHE: MODELLO RICHIESTA BONUS 200 EURO PDF

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!