Bonus 200 euro maternità e congedi. Messaggio Inps 2505/2022

Bonus 200 euro dipendenti in maternità, congedo parentale o cassa integrazione. Cosa dice il messaggio Inps n.2505 del 21 giugno 2022.

Bonus 200 euro, arrivano importanti chiarimenti Inps sulle categorie beneficiarie del contributo una tantum. Tramite una nuova circolare l’istituto, in accordo con il Ministero del lavoro, ha spiegato che spetta anche ai dipendenti con retribuzione praticamente azzerata, ma con rapporto di lavoro in essere.

Bonus 200 euro maternità e congedi messaggio Inps 2505 2022Vediamo allora nel dettaglio quali sono le categorie beneficiarie del bonus 200 euro in presenza di sospensione del rapporto di lavoro.

VEDI ANCHE: BONUS 2022 ELENCO AGGIORNATO

Bonus 200 euro in maternità e cassa integrazione

Come riporta il messaggio Inps n.2505/2022, i 200 euro spettano ai lavoratori dipendenti con un rapporto sospeso per i seguenti motivi:

  • fruizioni di congedi parentali o straordinari
  • maternità obbligatoria
  • cassa integrazione.

In pratica queste categorie lavorative, anche se momentaneamente non ricevono una retribuzione, hanno diritto al contributo una tantum. Questo durante il mese di luglio 2022, esattamente come per gli altri lavoratori dipendenti. Si tratta di una precisazione che chiarisce quanto già inizialmente previsto dal DL 50/2022 che ha introdotto l’incentivo.

Chi ha diritto al bonus 200 euro? Requisiti Inps

La condizione per la ricevere il bonus è che il rapporto di lavoro sia ancora in essere, visto che quelle citate rappresentano condizioni tutelate. In altre parole una dipendente in maternità o congedo parentale, così come un cassa integrato, devono avere ancora un contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato in essere a luglio 2022.

Oltre a questo bisogna ovviamente rispettare anche i requisiti previsti per tutti i beneficiari dell’aiuto statale. Ovvero:

  • avere un reddito massimo di 35.000 euro nel 2021
  • fruire dell’esonero dello 0,8% per almeno un mese, che avviene per mensilità di importo fino a 2.692 euro
  • non percepire trattamenti pensionistici o reddito di cittadinanza (da autocertificare tramite l’apposito modulo).

Bonus 200 euro dipendenti in cassa integrazione

Per i lavoratori momentaneamente sospesi dall’occupazione, ovvero posti in cassa integrazione dal datore di lavoro, l’Inps ha specificato le categorie coinvolte in costanza di rapporto. Ovvero:

  • CIGO/CIGS
  • FIS
  • Fondi di solidarietà
  • Cisoa (Cassa integrazione salariale operai agricoli).

Per tutte queste categorie in regime di ammortizzatori sociali, è comunque prevista l’erogazione del contributo da 200 € a luglio.

VEDI ANCHE: CEDOLINO PENSIONE LUGLIO 2022 PIU’ 200 EURO

Circolare Inps bonus 200 euro pdf

Trovate qui di seguito la circolare Inps, che chiarisce tutti questi aspetti sui beneficiari del bonus 200 euro una tantum. Si può scaricare anche in formato pdf dalla sezione degli allegati.

Ricapitolando, i 200 euro previsti dal governo Draghi per combattere l’inflazione, spettano anche ai dipendenti in maternità o congedo parentale. Ma anche a quelli in cassa integrazione, che non percepiscono retribuzione. A patto che il rapporto di lavoro sia ancora in corso nel mese di luglio 2022.

VEDI ANCHE:

RIPRODUZIONE RISERVATA
© COPYRIGHT Donne sul Web

Related Posts

Ben tornato!