Crotone Juve 1-1. Voti e pagelle

Crotone Juve 1-1, secondo pareggio per i bianconeri. Inquietanti passi indietro per la squadra di Pirlo che soffre fin troppo l’assenza di Cristiano Ronaldo

Crotone-Juventus 1-1 e altro pareggio – decisamente deludente – dopo il brutto 2-2 dello stadio Olimpico. I bianconeri si fermano al palo (colpito da Morata con una splendida girata di testa) e ai pochi centimetri di fuorigioco in occasione dell’1-2 annullato sempre allo spagnolo, mentre la capolista Milan ora dista ben quattro lunghezze.

Juve crotone

Gli uomini di Andrea Pirlo, comunque, hanno poco da recriminare, incappati nelle sabbie mobili di una partita sottotono. Sorprendono, ma non convincono, le scelte dell’allenatore, che lancia dal primo minuto Manolo Portanova e dà continuità a Gianluca Frabotta al posto di Cuadrado.

Nel secondo tempo, si fa ancora più dura quando Federico Chiesa, all’esordio in bianconero, colpisce duro Cigarini, rimediando un rosso (abbastanza) severo. Mai pericolosa, se non sfruttando episodi fortuiti, la Juve che regala al Crotone il primo punto della sua stagione. Il nuovo corso di Pirlo – per ora – è un cantiere aperto, con tanto da migliorare e poco tempo per farlo.

Crotone Juve: cosa ci è piaciuto

Un paragrafo che i tifosi della Juve vorrebbero vedere sempre ricco, ma che – tristemente – oggi rimarrà scarno. Fra le poche note positive, forse l’unica, inseriamo Alvaro Morata. Gara difficile per l’ex Atletico Madrid, spesso lasciato solo a fare a sportellate con i tre difensori del Crotone, ma impreziosita dalla rete segnata, da quella annullata e dal palo colpito su una pregevole girata di testa.

Lo spagnolo è apparso in netta crescita rispetto alla scialba gara contro la Roma: ora Pirlo sa che – con un Cristiano Ronaldo alle prese con la quarantena e un Dybala alla ricerca della forma migliore – per l’attacco si può contare su Alvaro.

Crotone Juventus: cosa c’è da migliorare

Crotone-Juventus ha messo in luce – in misura ancora maggiore rispetto alla deludente gara dell’Olimpico – le tante lacune dei bianconeri. Fin da primi minuti, la disposizione tattica degli ospiti è apparsa deficitaria, con gli uomini di Pirlo messi in continua difficoltà dalle discese sulle fasce dei rossoblu.

Il Crotone ha inaridito le trame offensive della Juve con un continuo ed efficace pressing che ha schermato le linee di passaggio avversarie. Paradossalmente, la Vecchia Signora è stata più pericolosa in contropiede e quando, in campo aperto, è riuscita a liberare la velocità di Morata, Kulusevski e Chiesa.

La gavetta, si sa, è importante e le uscite dell’Olimpico e dello Scida hanno evidenziato tutta l’inesperienza di Pirlo che ha cercato ancora di stupire – senza riuscirci – con la titolarità di Portanova. Stroppa, l’allenatore degli “Squali”, ha messo in scacco il tecnico bianconero, sfruttando l’ampiezza e le discese di Pereira e Reca. Soprattutto sulla sinistra, complice il qui pro quo tattico della posizione di Chiesa, il Crotone è riuscito a sfondare e a trovare Messias fra le linee.

L’attacco, orfano di Cristiano Ronaldo e di un Dybala ancora non al meglio, è abulico, mentre la difesa è andata in continuo affanno ed è apparsa il reparto su cui Pirlo dovrà lavorare di più. Il suo 3-4-1-2, al momento, è più un esperimento mal riuscito di calcio totale che una base su cui costruire il futuro di una squadra da primo posto.

Crotone Juventus voti e pagelle

Partita in generale deludente per i bianconeri impegnati in Crotone-Juventus. Le prestazioni sono state altalenanti nell’arco del match, anche se c’è chi ha mostrato qualcosa in più.

Buffon 6, Danilo 6, Bonucci 5 (il peggiore), Demiral 5,5, Chiesa 5,5, Bentancur 5,5, Arthur Melo 6 (Rabiot 6), Frabotta 5,5, Portanova 5,5 (Cuadrado 6), Kulusevski 5,5 (Bernardeschi 6), Morata 6,5 (il migliore). All: Pirlo 5.

Passi indietro inquietanti per la nuova Juve di Pirlo che scivola a -4 punti dal Milan capolista. Per l’allenatore, il tempo degli esperimenti potrebbe essere finito: il ritorno di Cristiano Ronaldo e un Paulo Dybala finalmente in pianta stabile basteranno per rilanciare questa squadra? Il prossimo appuntamento è il 20 ottobre per la gara di Champions League contro la Dinamo Kiev. Sperando di vedere una Juve finalmente da notti europee.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!