Roma Femminile-Sparta Praga 4-1, tutto facile: giallorosse in Champions League

Netta vittoria della Roma nella gara di ritorno del secondo turno di qualificazione, giallorosse alla fase a gironi di Champions League

…e due. Per la prima volta l’Italia porta due squadre nella fase a gironi di Champions League femminile. Dopo la Juventus, vittoriosa ieri contro le danesi del Koge, anche la Roma completa l’opera battendo per la seconda volta lo Sparta Praga.

Roma Femminile
Roma alla fase a gironi di Champions League per la prima volta nella sua storia (Roma Femminile Official Twitter)

Un successo, 4-1, ancora più netto di quello della gara d’andata. In una partita non scontata: e nemmeno facile. Di fronte a un buon pubblico e in un clima di festa generale che rende l’impresa della squadra di Alessandro Spugna ancora più entusiasmante di fronte a un traguardo storico. Per la Roma e il calcio femminile italiano.

Roma-Sparta Praga 4-1

La Roma ha il merito di non accontentarsi del vantaggio (1-2) maturato a Praga e cerca fin dall’inizio di chiudere i conti giocando in modo estremamente offensivo. Subito un gol di Lazaro, annullato per un controllo non del tutto regolare. Poi una clamorosa palla gol per Haavi, fermata non senza dubbi in posizione irregolare a pochi metri dalla porta. E ancora due, tre… quattro palle gol importanti che non trovano la rete. Lo Sparta al primo affondo trova quasi casualmente il vantaggio: è Bertholdova a insaccare con un destro piazzato da azione di calcio d’angolo. Tre Fontane ammutolito di fronte a un clamoroso pallonetto di Marinkova che si spegne sul fondo da ottima posizione.

Roma sfortunata con Lazaro che coglie in pieno la traversa. Il pareggio di Wenninger, al 35’, con un colpo di testa su angolo di Giacinti è giusto, in una partita che resta apertissima. Roma che ringrazia la sorte su una traversa delle avversarie ma poi nel secondo tempo esce con autorevolezza.

Al 55’ il vantaggio di Andressa sempre su azione di calcio d’angolo. Poi un rigore che Lazaro si conquista ma calcia clamorosamente sul palo. Spugna urla dalla panchina… “dobbiamo chiuderla”. E la Roma la chiude.

Prima con la giapponese Minami che sfrutta una palla vagante e trova il bersaglio di testa. Quindi con Haavi che chiude il tabellino con una splendida conclusione dal limite dell’area. Nel finale, prima della grande festa, c’è spazio anche per l’esordio di Zara Kramzar, 16 anni.

Juventus e Roma iscritte alla fase a gironi di Champions League in attesa dei sorteggi che si terranno lunedì 3 ottobre alle 13 nella sala conferenze della sede UEFA di Nyon.

Roma Femminile
La Roma aiuta anche il ranking italiano del calcio femminile in UEFA (Roma Official Twitter)

Vedi anche: Quanto vale la Champions League femminile

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!