Novità Pensioni 2021. Ultime sulla pensione

Novità pensioni anticipate lavori gravosi. Ecco le ultime ipotesi sulla riforma pensione 2021.

Novità pensioni 2021, il dibattito sulle modifiche da apportare la risistema pensionistico italiano è entrato nel vivo.

In particolare il governo sta pensando a come agire per il dopo quota 100, che non verrà confermata dopo la scadenza di fine 2021. Scopriamo allora quali sono le ultime sulla riforma pensione.

pensioni 2021

Vedi anche: Età pensionabile donne. Quando si va in pensione

Pensioni anticipate, nuova ipotesi lavori usuranti

Sulla riforma delle pensioni è intervenuto Giuseppe Conte – Presidente del Consiglio dei ministri, anticipando le intenzioni del governo. Oltre ad annunciare il mancato rinnovo di quota 100, il premier ha riportato l’ipotesi di differenziare il requisito anagrafico in base al tipo di lavoro svolto.

In questo modo si consentirebbe l’accesso alla pensione anticipata solo a chi svolge un’occupazione usurante. Si tratta della novità principale che riguarda la riforma delle pensioni 2021.

Tuttavia l’idea avanzata da Conte rappresenta l’attuazione delle norme presenti nel comma 474 della legge 160/2019 della manovra 2020. Essa ha introdotto due commissioni: una che studia la gravosità dei lavori in base all’età e l’altra per la classificazione della spesa pubblica per finalità previdenziali.

Entrambe le commissioni dovrebbero terminare il loro lavoro entro fine 2020. A quel punto il governo avrà il quadro della situazione e potrà varare la nuova misura.

Vedi anche: Novità pensioni dopo quota 100 

Pensioni oggi ultime news

L’ipotesi di differenziare l’età della pensione per i lavori gravosi non dispiace ai sindacati. Che tuttavia continuano a studiare proposte da sottoporre al Ministro del lavoro durante il prossimo incontro.

Quello che era in programma il 25 settembre è stato rimandato perché il ministro Catalfo si è sottoposta a quarantena volontaria. E’ probabile che la nuova proposta prevede la pensione anticipata a 64 anni, con almeno 37 o 38 anni contributi e penalizzazioni. Viceversa per i lavori gravosi ci sarebbero requisiti di età inferiori.

Queste le opzioni al momento al vaglio dell’esecutivo, ma non si escludono ulteriori novità. Di certo le nuove misure adottate dovranno mantenere in ordine i conti dello stato. In modo da consentire all’Italia di presentare un recovery plan credibile in sede europea.

Vedi anche: Recovery plan significato

Pensioni 2021, verso la conferma di opzione donna

Per quanto riguarda invece il prossimo anno restano molto probabili le proroghe di APE social e di opzione donna. Le due misure dovrebbero essere presenti nella Legge di bilancio 2021, che dovrà essere approvata dai due rami del parlamento entro fine 2020.

Queste le ultimissime news sulle pensioni e le ipotesi relative ai nuovi meccanismi di uscita dal lavoro nel 2021 e negli anni a seguire.

Vedi anche:

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!