Decreto sostegno Draghi come cambiano i ristori

Decreto sostegno Draghi. Fondo perduto per partite iva e imprese, bonus, congedi e pace fiscale. Ecco come cambiano i ristori nel dl sostegno, ultime notizie.

Decreto sostegno, il governo Draghi cambia approccio rispetto al passato. Per questo nel nuovo decreto non si parlerà più di ristori, ma di sostegno e aiuti alle imprese e ai professionisti danneggiati dall’emergenza covid. Partendo dai 32 miliardi già previsti dalla scostamento di bilancio, Draghi e il ministro dell’economia hanno individuato nuove modalità di assegnazione degli aiuti.

Decreto sostegno draghi

Analizziamo allora come cambiano i ristori, quali sono le novità previste dall’esecutivo a sostegno di partite iva e professionisti, ma anche i bonus per sport e altre categorie. Per poi passare ai tempi di approvazione previsti in base alle ultime news.

VEDI ANCHE: BONUS 2021 ELENCO TUTTI I BONUS

Decreto sostegno 2021 fondo perduto per partite iva

La principale novità prevista dal governo nel nuovo decreto, riguarda il sostegno a tutte le partite iva che hanno subito perdite di fatturato su base annua nel 2020. Questo a prescindere dal codice ateco, a differenza del passato, visto che questa scelta ha finito per penalizzare molte attività.

Il nuovo decreto dovrebbe prevedere contributi a fondo perduto fino a 150.000 euro. Per ottenerli imprese e professionisti dovranno dimostrare di aver perso il 33% del fatturato, nel 2020 rispetto agli anni precedenti. Tali indennizzi sono previsti per le attività con un fatturato fino a 5 milioni di euro.

I sostegni saranno gestiti dall’Agenzia delle entrate, come già accaduto in passato. L’erogazione degli aiuti quindi dovrebbe avvenire sempre tramite bonifico bancario da parte dell’agenzia, sull’iban indicato dagli aventi diritto all’atto della domanda. Ma per averne la certezza bisognerà attendere l’approvazione del testo del dl sostegno.

Decreto sostegno Draghi sport e altre misure

Oltre agli aiuti ai professionisti il nuovo decreto dovrebbe contenere indennità a favore di lavoratori stagionali e per quelli dello sport. In altre parole potrebbero essere sbloccati i bonus collaboratori sportivi rimasti in sospeso per la caduta del governo Conte.

Intanto in tema di sport ricordiamo che il governo ha appena approvato una riforma che rende gli sportivi lavoratori a tutti gli effetti.

VEDI ANCHE: RIFORMA SPORT 2021 COME CAMBIA IL LAVORO DEGLI SPORTIVI

Queste, invece, le altre misure che dovrebbero rientrare nel decreto sostegno:

  • indennizzi ad hoc per i settore più colpiti dalle chiusure dovute la coronavirus, ossia il turismo invernale e sciistico.
  • Una nuova pace fiscale, con la possibilità di saldo e stralcio per le cartelle di importo fino a 5.000 euro. Ma anche la rateizzazione fino a 2 anni delle tasse non saldate e di importo superiore a 5.000 euro.
  • Proroga della cassa integrazione per i lavoratori dipendenti e delle indennità per agli autonomi.

Decreto sostegno congedi parentali

Oltre al lavoro, il dl sostegno interverrà anche con aiuti per le famiglie e in particolare sul tema dei congedi parentali. Lo ha confermato il ministro per gli Affari Regionali Maria Stella Gelmini, durante la conferenza stampa per la presentazione del nuovo dpcm. Queste le sue parole: “abbiamo previsto risorse per 200 milioni di euro da destinare alla famiglie nel decreto sostegno“.

Tali risorse quindi dovrebbero rifinanziare i nuovi congedi parentali per i genitori lavoratori, in modo retroattivo. Un discorso simile vale anche per il rifinanziamento del bonus baby sitter. Misure che si rendono necessaria visto che in diverse località d’Italia, le scuole sono chiuse a causa dell’aumento dei contagi covid legato alle varianti e quindi i figli restano a casa.

VEDI ANCHE: CHIUSURA SCUOLE ZONA ARANCIONE ELENCO

Nuovo decreto sostegno quando arriva?

Le misure del nuovo decreto stanno per essere ultimate dal Ministro dell’economia Daniele Franco. Tanto che potrebbero essere approvate già durante questa settimana, stando alle ultime notizie.

Dunque dopo una lunga attesa, dovuta alla caduta del governo precedente, finalmente gli aiuti necessari alle categorie lavorative in difficoltà stanno per arrivare. Nel testo definitivo dovrebbero essere indicate anche modalità e tempi di erogazione degli indennizzi.

Queste le misure principali attualmente previste nella bozza del decreto sostegno Draghi. Un provvedimento che cambia i ristori, rendendoli più mirati e riservandoli a partite iva ed attività che hanno subito di più le conseguenze delle chiusure. Senza dimenticare gli aiuti alla altre categorie lavorative.

VEDI ANCHE:

Related Posts

Ben tornato!