Bonus finestre 2022. Come ottenere lo sconto immediato su infissi e porte

Bonus finestre. Come funziona e quando spetta la detrazione per la sostituzione di infissi nel 2022. Esempio sconto immediato in fattura.

Bonus finestre 2022. La nuova legge di bilancio ha confermato gli ecobonus al 50% per la sostituzione di porte e infissi che apportano un maggiore efficienza termica all’immobile. In altre parole chi sostituisce ad esempio le finestre, le persiane o i portoni, nel 2022 può ricevere una detrazione del 50% rispetto alle spese sostenute per l’intervento.

Bonus finestre 2022 sconto immediato su infissi e porte

Concentriamoci allora sui requisiti previsti per accedere a questa agevolazione e su come utilizzarla, aiutandoci con un esempio pratico.

VEDI ANCHE: BONUS 2022 ELENCO AGGIORNATO

Bonus infissi 2022 come funziona

L’incentivo per la sostituzione di porte e infissi, permette di ottenere un’agevolazione del 50% sulle spese sostenute, fino ad un massimo di 60.000 euro. Per ottenere il beneficio bisogna avere i seguenti requisiti:

  • gli infissi devono sostituire o modificare quelli già esistenti. Non sono quindi ammesse nuove installazioni.
  • Le parti rimpiazzate devono delimitare un volume riscaldato verso l’esterno.
  • I nuovi infissi non devono superare i limiti di conduttività termica stabiliti dalla legge.

Rientrano fra le spese ammesse, non solo gli infissi, ma anche le prestazioni erogate per effettuare i lavori.

Bonus finestre 2022 Enea come si ottiene

Ovviamente per compiere questa operazione, sarà necessario contattare un’azienda specializzata ed effettuare il pagamento a mezzo tracciabile. Quindi ad esempio mediante bonifico.

Di questa operazione bisognerà conservare i documenti, quindi la fattura emessa dall’azienda. Inoltre, entro 90 giorni dalla fine dei lavori bisogna inviare la “scheda descrittiva dell’intervento” all’Enea.

Di seguito tutte le informazioni necessarie per questa operazione, con la guida caso per caso fornita sul sito internet dell’agenzia nazionale per l’efficienza energetica.

Bonus finestre 2022 sconto immediato in fattura

Una volta ottenuto il credito, che l’azienda dei lavori potrà richiedere per voi, si potrà utilizzare in due modi: in detrazione delle tasse da pagare o con sconto in fattura. Nel primo caso si tratta di una quota annuale utilizzabile come credito in compensazione delle tasse da pagare.

Viceversa lo sconto immediato, consiste nella decurtazione del prezzo da pagare al fornitore della sostituzione di infissi, porte e serramenti. In altre parole, il credito che si ottiene dal bonus viene scontato subito sulla fattura da saldare.

In questo caso sarà dimezzato l’importo che il cliente dovrà pagare a chi ha eseguito i lavori. Sarà poi l’azienda interessata recuperare la parte non ricevuta tramite le detrazioni dello Stato. Ovviamente una volta scelta questa via, non ci saranno più crediti utilizzabili in detrazione delle tasse da pagare.

Bonus infissi 2022 esempio pratico

Per chiarire meglio quanto detto fino ad ora, vediamo un esempio numerico di utilizzo di sconto in fattura del bonus infissi 2022. Ipotizziamo che per sostituire porte e finestre di casa la spesa ammissibile ammonti a 10.000 euro iva compresa. Utilizzando lo sconto in fattura si otterrà immediatamente una riduzione del prezzo da pagare del 50%, ovvero di 5.000 euro.

Quindi con questa modalità si pagherà il fornitore del lavoro direttamente la metà, ovvero 5.000 euro tramite bonifico o altro mezzo tracciabile. L’azienda interessata recupererà il restante 50% tramite le detrazioni erogate dallo stato.

Abbiamo visto come ottenere il bonus finestre e infissi 2022. In sostanza consiste in un’agevolazione del 50% sulle spese sostenute per la loro sostituzione, a patto di rispettare i requisiti previsti dalla normativa. Il credito sarà poi utilizzabile in detrazione delle tasse da pagare o fruendo dello sconto immediato in fattura.

VEDI ANCHE:

Related Posts

Ben tornato!