Bonus ascensori 2022. Come funziona la detrazione della manovra

Bonus ascensori e montacarichi. A chi spetta e come ottenere la detrazione al 75% prevista nella manovra 2022. Tetti di spesa ed esempio calcolo agevolazione.

Bonus ascensori 2022. Il testo della manovra finanziaria approvata al Senato, ha rinnovato diverse agevolazioni per la casa, ma ne ha anche introdotta una per abbattere le barriere architettoniche. Si tratta di una detrazione al 75% per installare ascensori e montacarichi.

Bonus ascensori 2022 detrazione manovra

Approfondiamo quindi come funziona questo incentivo, su quali interventi spetta e quali sono i limiti di spesa previsti dalla legge di bilancio.

VEDI ANCHE: BONUS 2022 ELENCO AGGIORNATO

Bonus ascensori 75 per cento 2022 detrazione

La detrazione per installare ascensori, ammonta al 75% delle spese sostenute nel 2022 per questi interventi. Il credito può essere utilizzato in 5 anni in diminuzione delle tasse da pagare, scaturite dalla dichiarazione dei redditi.

L’agevolazione, in base a quanto previsto della manovra 2022, riguarda i seguenti interventi:

  • installazione di ascensori o di montacarichi
  • automazione degli impianti degli edifici già esistenti (incluso lo smaltimento di vecchi impianti).

Bonus barriere architettoniche 2022 limiti di spesa

L’agevolazione del 75% spetta solo fino a determinate soglie di spesa. Nello specifico il tetto cambia a seconda della tipologia di abitazione o immobile in cui si svolgono i lavori.

Ecco i limi i di spesa (su cui calcolare il 75% di detrazione) previsti caso per caso:

  • 50.000 euro per le villette, ovvero le abitazioni unifamiliari
  • 40.000 euro per appartamenti e piccoli condomini (fino ad 8 unità abitative)
  • 30.000 euro per abitazioni situate in palazzi oltre le 8 unità abitative.

Bonus ascensori 2022 esempio calcolo detrazione

Abbiamo visto come funziona questa nuova detrazione. Ma per chiarire meglio quanto detto, ecco un esempio numerico.

In un’abitazione unifamiliare viene installato un ascensore, per una spesa complessiva di 20.000 euro. Essendo una villetta siamo di molto al di sotto del tetto di spesa di 50.000 euro, quindi l’intera somma godrà della detrazione pari al 75 per cento. Il credito in questo caso sarà pari a 15.000 euro, così calcolati: 20.000/100*75. Tale somma potrà essere utilizzata in detrazione delle tasse da pagare, in 5 quote annuali.

Questa ovviamente era solo una simulazione di calcolo. Nel vostro caso però, se gli interventi non superano i limiti di spesa indicati, potete calcolare quanto vi spetta semplicemente sostituendo i numeri riportati nell’esempio.

Bonus ascensore e manovra 2022

Oltre all’incentivo per la rimozione delle barriere architettoniche, nel testo della manovra ci sono tante altre agevolazioni sulla casa. In breve:

  • ecobonus 110%, senza tetto isee per le villette unifamiliari
  • bonus mobili al 50%, ma con limite di spesa a 10.000 euro
  • bonus facciate, con diminuzione della detrazione al 60% dei costi sostenuti
  • rinnovo bonus idrico.

Queste le ultime misure decise in manovra solo per quanto riguarda le abitazioni. Ovviamente con l’approvazione definitiva del testo e le successive indicazioni per il 2022 dell’agenzia delle entrate, torneremo ad approfondire tutti questi incentivi nel dettaglio.

Intanto, ora sappiamo come funziona il bonus ascensori 2022. In poche parole è una detrazione del 75% per spese entro determinate soglie diverse in base al tipo di abitazione, da utilizzare in compensazione delle tasse da pagare.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!