Venezia-Juventus 1-1, altro stop indesiderato: Dybala infortunato

Dopo due vittorie consecutive La Juventus torna da Venezia soltanto con un punto e la preoccupazione di una Paulo Dybala di nuovo infortunato

In laguna, contro il Venezia ,si vede di nuovo quella Juventus che attacca ma non chiude le partite, che a volte subisce troppo e finisce per complicarsi la vita anche quando sembra avere in mano la partita.

Venezia Juventus
Ancora un pareggio per la Juventus (Juventus Official Twitter)

Venezia-Juventus 1-1, la partita

Contro una squadra che in casa avevo preso gol da chiunque e perso tantissimi punti, la Juve concede un pareggio. Un risultato che pesa enormemente dopo le ultime due vittorie consecutive. Eppure, compatibilmente con tutte le assenze e con il ritmo di partite frenetico delle ultime settimane, la Juventus del primo tempo si esprime con una certa autorità pur dovendo quasi subito rinunciare a Paolo Dybala, vittima di un infortunio.

Al termine della partita Massimiliano Allegri parlerà di ‘risentimento’, da capire se si tratta di un problema muscolare, così come quelli accusati a inizio stagione, o di qualche preoccupazione per il ginocchio destro dell’argentino. Evidente il fatto che La Joya, una volta seduto in panchina, si sia toccato ripetutamente la parte esterna del ginocchio destro parlando con lo staff medico della società bianconera.

VEDI ANCHE: DYBALA GUADAGNO PATRIMONIO STIPENDIO JUVENTUS

Anche senza Dybala, e con Kaio Jorge in campo, la Juventus trova il gol che sblocca la partita: è Bernardeschi a scaraventare in area un pallone che Morata, in mischia, trasforma. La Juve ha numerose altre occasioni per chiudere il conto. Ancora con Morata, con Cuadrado e soprattutto con Pellegrini, di gran lunga il migliore dei suoi. Ma il raddoppio non arriva.

In compenso, nel secondo tempo, arriva il pareggio del Venezia grazie a un gol strepitoso di Aramu con la formazione di casa che, per almeno una decina di minuti, costringe la Juventus sulle difensive rischiando qualcosa. Quando nel finale della partita la Juve va a cercare in modo un po’ confuso, ma con grande determinazione, il gol della vittoria, mancano le idee ma soprattutto le forze punto e il Venezia, organizzato e più tonico, si difende portando a casa un pareggio importantissimo dopo tre sconfitte consecutive.

QUESTA LA CLASSIFICA AGGIORNATA DI SERIE A

La Juventus, dal canto suo, si fa staccare dalla Fiorentina, che nel pomeriggio aveva nettamente battuto la Salernitana 4-0, e deve guardarsi le spalle dal ritorno di Lazio e Roma. Una squadra che continua a non trovare continuità. In un campionato nel quale si attende sempre quel salto di qualità che, per ora, non è mai arrivato.

Il tabellino

VENEZIA – JUVENTUS 1-1
32′ Morata, 55′ Aramu
Venezia (4-3-3): Romero; Ebuehi (79′ Mazzocchi), Modolo, Caldara, Haps; Crnigoj (79′ Peretz) , Ampadu (64′ Tessmann), Busio; Aramu, Henry (79′ Forte), Johnsen (57′ Kiyine).
Juventus (4-2-3-1): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, De Ligt, Pellegrini (76′ Alex Sandro); Locatelli (87′ Soulé), Rabiot; Cuadrado, Dybala (12′ Kaio Jorge) (76′ Kean), Bernardeschi (76′ Bentancur); Morata.
Ammoniti: Pellegrini, Modolo, Caldara, Ampadu, Bernardeschi, Kiyine

VEDI ANCHE: QUANDO GIOCA LA JUVE CALENDARIO PARTITE

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!