Riforma pensioni 2022 ultimissime

Riforma pensioni 2022 ultime notizie, ipotesi e proposte. Ecco quando potrebbe arrivare la nuova riforma pensione.

Riforma pensioni, dal 2022 non si potrà più utilizzare quota 100 per accedere alla pensione anticipata. Quindi governo e parti sociali valutano nuovi strumenti di flessibilità in uscita dal lavoro.

Riforma pensione

Tuttavia per ora il ministro Orlando non ha ancora convocato il tavolo di concertazione fra le parti. Ma non mancano ipotesi e proposte, alcune di queste già scartate perché non sostenibili economicamente per le casse dello stato, altre invece più praticabili. Di seguito le ultimissime news sulle pensioni.

VEDI ANCHE: PENSIONE ANTICIPATA 2021

Quando ci sarà la riforma delle pensioni?

Stando alle ultime notizie, la riforma del sistema previdenziale potrebbe partire solo dopo quella degli ammortizzatori sociali prevista per luglio 2021. Attualmente è questa la priorità indicata dal Ministro del lavoro Orlando.

Quindi potrebbe essere l’autunno 2021 la stagione giusta per la ripresa della concertazione fra le parti e la stesura della riforma vera e propria. Con ogni probabilità le decisioni del governo dovrebbero confluire all’interno della Legge di bilancio 2022.

Riforma pensioni news

Ma quali sono le proposte che potrebbero essere prese in considerazione dal governo. Al momento, secondo le ultime news, le più accreditate sono:

  • il cosiddetto scivolo Brunetta, che riguarda i dipendenti delle PA e permetterebbe di andare in pensione con almeno 62 anni di età anagrafica.
  • Quota 102, per l’uscita anticipata dal lavoro per chi possiede 64 anni di età e 38 di contributi versati.
  • Quota 41 per tutti i lavoratori, a prescindere dall’età anagrafica.
  • Proroga di misure come Opzione donna e Ape sociale, magari con ampliamento della platea di beneficiari.

VEDI ANCHE: APE SOCIALE DONNE E RIFORMA PENSIONE

Riforma pensioni ultima ora

Non mancano le ipotesi alternative a quelle citate fino ad ora, ma che visti i costi quasi certamente non potranno essere realizzate.

Nel Pnrr (ossia il recovery plan per accedere alle risorse europee) infatti il governo ha fatto capire quali sono le sue intenzioni. Ovvero ridurre il peso delle pensioni di vecchiaia nella spesa pubblica e creare margini per altra spesa sociale.

Per questo le seguenti proposte difficilmente verranno attuate:

  • Uscita anticipata dal lavoro a 62 o 63 anni, ipotizzata dal presidente Inps Tridico. Prevede l’uscita anticipata solo con la parte contributiva della pensione, per poi aggiungere a 67 anni quella retributiva.
  • Pensione calcolata interamente con il sistema contributivo. Prevede un taglio sull’assegno per ogni anno di anticipo rispetto ai requisiti previsti dalla Legge Fornero.

In sintesi, abbiamo visto le ultime novità sulla riforma pensioni 2022. Ci sono diverse ipotesi, ma alcune non sono prese in considerazione dal governo perché dispendiose e in contrasto con le indicazioni fornite all’UE. Tuttavia l’esecutivo non dovrebbe prendere decisioni definitive prima dell’autunno 2021, da attuare poi a partire dal primo dell’anno seguente. Quindi per conoscere cosa cambia per le pensioni nel 2022, bisognerà attendere qualche mese.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!