Pensioni tredicesima. Quanto si prende e che tasse ci sono

Tredicesima pensione, calcolo importo dal lordo al netto. Ecco come e quanto viene tassata la 13esima mensilità per i pensionati.

Pensioni e tredicesima. Ogni anno, quando arriva il mese di dicembre, i pensionati attendono con impazienza l’arrivo del pagamento dell’assegno, perché più ricco visto che contiene anche la 13esima. Tuttavia anche su questa ulteriore mensilità che spetta ai titolari di pensioni ordinarie, lo Stato applica le tasse.

Pensioni tredicesima importo e che tasse ci sonoFacciamo allora chiarezza su quali sono le imposte sulla 13esima e come si ottiene l’importo netto pagato dall’Inps.

Vedi anche: Quante tasse pagano i pensionati 

Come viene calcolata la tredicesima sulle pensioni

L’ammontare della 13esima per le pensioni si calcola facendo riferimento al pagamento mensile medio ricevuto in un anno. In altre parole chi riceve in media 1.300 euro di pensione nei 12 mesi di un anno, riceverà una tredicesima dello stesso ammontare, così calcolata: 1.300/12*12.

Mentre l’importo sarà inferiore ad esempio per chi ha ricevuto l’assegno solo per 6 mesi, se è andato in pensione di recente. In questo caso, supponendo sempre un importo di 1.300 euro mensili, la 13esima si calcola così: 1.300/12*6= 650 euro.

Questi erano esempi numerici per facilitare la comprensione del meccanismo della tredicesima. Tuttavia per sapere effettivamente quanto si prende (al netto) e quante tasse si pagano, bisogna considerare in particolare l’Irpef, che rappresenta la fetta più consistente delle imposte. Di seguito vediamo in modo semplice come si fa.

Tredicesima pensione, come funziona la tassazione

Come ogni altra mensilità della pensione, anche la tredicesima è soggetta a tassazione Irpef. Si tratta di una trattenuta applicata con aliquote che serve a trasformare l’importo della pensione da lordo a netto.

In base al sistema attualmente vigente in Italia le aliquote sono a scaglioni, ciò significa che più alto è il reddito di un pensionato, maggiore sarà l’imposizione fiscale. Ecco quali sono le aliquote Irpef caso per caso:

  • 23% per redditi inferiori a 15.000 euro
  • 25% tra 15.001 a 28.000 euro
  • 35% per redditi fra 28.001 e 50.000 euro
  • 43% oltre i 50.000 euro

Quindi in base al vostro reddito pagherete un’aliquota Irpef, sui 13 assegni percepiti. Se sommando tutte le vostre mensilità, inclusa la tredicesima, rientrate nello scaglione tra 15.001 e 28.000 euro vi verrà applicata un’aliquota del 25%. Ad esempio a 18.000 euro lordi, la tassa annuale ammonta a 4.500 euro (18.000/100*25) da spalmare su ognuna delle 13 mensilità per trovare il netto.

Vedi anche:

Pensione dal lordo al netto

Oltre all’Irpef ci sono altre due voci che incidono sull’importo netto dell’assegno pensionistico, vale a dire gli addizionali regionali o comunali e le eventuali detrazioni. Anche in considerazione di queste cambia l’ammontare effettivamente percepito mensilmente e per quanto riguarda la tredicesima.

Ma se tutti questi calcoli vi sembrano complicati, non vi preoccupate, potete verificare quanto prendete (e tutte le ritenute applicate sulla vostra pensione) semplicemente consultando ogni mese il cedolino Inps sul sito www.inps.it. Per farlo vi basterà avere lo Spid per accedere alla vostra pagina personale e nel documento trovate tutte le voci descritte in precedenza e i relativi importi.

In che giorno pagano pensione dicembre e tredicesima

Come sempre accade il pagamento di dicembre con la doppia mensilità avviene in banca durante il primo giorno lavorativo del mese da parte dell’Inps.

Mentre alle poste, per chi percepisce il trattamento previdenziale su conto postale o carte con Iban, sempre il 1° giorno non festivo del mese. Invece, per chi ritira le pensione in contanti in base a un ordine alfabetico stabilito presso gli uffici postali.

Ricapitolando, anche la tredicesima sulla pensione (pari all’importo medio percepito ogni mese in un anno) è soggetta a tassazione. In particolare Irpef e addizionali regionali o comunali. Per dirla in breve, se volete calcolare l’importo netto effettivamente percepito bisogna sottrarre queste tasse all’ammontare lordo.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!