Pensioni donne 2022, quanti anni di contributi servono per andare in pensione

Pensioni donne, quando si va in pensione nel 2022. Ecco le soluzioni del governo Draghi per la riforma pensionistica e le ultime sulla manovra.

Pensioni donne. Il governo Draghi ha deciso, dopo una lunga mediazione nella maggioranza, la strada da seguire per la riforma della pensione. Questa la soluzione adottata: l’introduzione di quota 102 solo nel 2022, affiancata dalla proroga di opzione donna e dell’ape sociale (sempre per 12 mesi).

Pensioni donne 2022 quanti anni di contributi

In virtù di queste scelte, vediamo come cambia l’età pensionabile donna nel 2022, in base allo scivolo preso in considerazione.

VEDI ANCHE: PENSIONE ANTICIPATA 2022 LE OPZIONI SONO DUE

Età pensione donne 2022 con quota 102

La decisione di introdurre quota 102, permette a lavoratrici e lavoratori di andare in pensione con 64 anni di età e 38 di contributi da gennaio 2022. Questo scivolo sarà utilizzabile solo per 12 mesi, a differenza di quanto si pensava negli scorsi giorni, quando si ipotizzava un orizzonte temporale maggiore.

La scelta del governo lascia aperta la porta ad eventuali nuovi interventi il prossimo anno, per questo piace ai partiti che lo sostengono e lascia aperto eventualmente il dialogo con i sindacati. Non è dunque certo che dal 2023 si torni alla Legge Fornero come unico strumento per la pensione.

Ma intanto una cosa è certa dopo le decisioni prese in manovra: nel 2022 bisognerà avere 64 anni per andare in pensione con quota 102.

Opzione donne proroga 2022 ultimissime

Visto che il sistema delle quota in passato ha privilegiato più gli uomini, al suo fianco viene rinnovata anche l’uscita anticipata dal lavoro femminile, tramite opzione donna. Quindi anche in questo caso, salvo sorprese, nel 2022 sarà ancora possibile utilizzare lo scivolo con gli stessi requisiti previsti nel 2021. Vale a dire 58 anni di età per le dipendenti (59 per le autonome) e 35 anni di contributi versati.

Questa è l’altra soluzioni del governo che dovrebbe entrare in manovra, al varo del consiglio dei ministri oggi. Stesso discorso per la proroga annuale dell’Ape Sociale, che per altri 12 mesi dovrebbe consentire l’accesso alla pensione anticipata a 63 anni e 38 di contributi (30 per i disoccupati di lungo periodo) per chi rientra nelle categorie lavorative previste. In questo caso non è chiaro se la platea dei beneficiari, che svolgono lavori gravosi verrà ampliata o meno.

Pensioni donne news e manovra 2022

Abbiamo visto le soluzioni adottate dall’esecutivo, per quanto riguarda la pensione anticipata 2022. In sintesi quota 102 sarà utilizzabile per un anno, così come opzione donna e ape sociale molto probabilmente.

L’anno prossimo poi il governo potrà intervenire di nuovo oppure tornare alla legge Fornero, individuata da Draghi come il punto di arrivo naturale del sistema previdenziale italiano. Questo al fine di salvaguardare anche i lavoratori di domani, quindi i più giovani, ma anche le donne che con carriere discontinue spesso non hanno i requisiti necessari per andare in pensione tramite il sistema delle quote.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!