Pensioni di cittadinanza. Importo, calcolo, a chi spetta e quanto dura

Pensioni di cittadinanza 2021. Requisiti, Isee, importo, calcolo, come fare domanda, come funziona e quanto dura la pensione di cittadinanza. Guida.

Pensioni di cittadinanza. Si tratta della versione del reddito di cittadinanza destinato specificatamente ai pensionati dai 67 anni di età in poi. In altri termini ai nuclei familiari in possesso di determinati requisiti Isee e anagrafici, spetta questo sussidio che permette di integrare il reddito.

pensione cittadinanza

Scopriamo allora chi sono i beneficiari della pensione di cittadinanza, non solo per gli over 67, ma anche per gli invalidi civili. Per poi passare a quanto spetta, quando parte il beneficio, in che modo viene erogato e come si può spendere.

VEDI ANCHE: PENSIONE ANTICIPATA 2021

Pensione di cittadinanza a chi spetta

In base a quanto previsto dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, per accedere al sussidio bisogna avere età pari o superiore a 67 anni. Gli altri requisiti per la pensione di cittadinanza sono:

  • essere cittadino italiano, dell’UE o cittadini di paesi terzi con permesso di soggiorno di lungo periodo.
  • Risiedere in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.
  • Percepire una pensione inferiore a 780 euro.
  • Possedere determinati requisiti economici e Isee familiare.

Pensione di cittadinanza requisiti Isee

Entrando nel dettaglio, in base a quanto riporta l‘inps per accedere alle pensioni cittadinanza il nucleo familiare deve avere:

  • Isee in corso di validità inferiore a 9.360 euro.
  • Un valore del patrimonio immobiliare (senza considerare la casa di abitazione) minore o uguale a 30.000 euro.
  • Patrimonio mobiliare, ai fini Isee, non superiore a 6.000 euro. Tale valore cresce di 2.000 euro per ogni componente aggiuntivo presente nel nucleo familiare (fino a 10.000 euro). Il massimale è incrementato di 5.000 euro per ogni componente con disabilità e di 7.500 euro per quelli con disabilità gravi.
  • Reddito familiare dal valore non superiore a 7.560 euro annui moltiplicata per la scala di equivalenza. La soglia cresce a 9.360 euro se la famiglia destinataria risiede in affitto, come da dichiarazione DSU.
  • Altri componenti del nucleo non devono essere intestatari di determinati mezzi.

Per approfondire calcolo della scala di equivalenza, soglie e altri requisiti dei componenti, vi consigliamo di leggere la seguente scheda presente sul sito del Ministero del lavoro.

Pensione di cittadinanza invalidi civili

Questo sussidio non spetta solo per integrare gli assegni previdenziali, ma anche in relazione alle prestazioni di assistenza. In altri termini il nucleo familiare può ricevere la Pensione di cittadinanza anche qualora uno o più componenti siano percettori delle prestazioni destinate agli invalidi civili.

Ovviamente bisognerà tenere conto dei limiti di reddito e Isee familiari prima riportati (inclusi i limiti accresciuti in presenza di disabili in famiglia).

Dove richiedere pensione di cittadinanza

Per fare domanda di accesso al beneficio economico, chi ha più di 67 anni e possiede gli altri requisiti necessari, può rivolgersi:

  • a Poste italiane
  • ai Caf o ai patronati
  • per via telematica accedendo al sito www.redditodicittadinanza.gov.it o in alternativa attraverso il sito dell’Inps.

Per la presentazione dell’istanza online bisogna inserire tutte le informazioni richieste nel modulo SR180, da scaricare e compilare sul sito dell’Inps.

Calcolo importo pensioni cittadinanza

Le domanda ammesse, riceveranno un importo mensile che può arrivare fino a 780 euro. Il calcolo dell’ammontare del beneficio è spiegato dall’Inps, sommando alcune quote calcolate come segue

pensione di cittadinanza inps calcolo importo

Come spendere pensione di cittadinanza

Una volta ottenuto il via libera dall’Inps, Poste italiane erogherà la pensione su apposita Carta per gli acquisti (che ha le sembianze di una Postepay). Le somme accreditate sulla carta possono essere utilizzate solo per determinate tipologie di spese necessarie.

Esse vanno dai beni di consumo come alimenti e abbigliamento, al pagamento di bollette, mutui, acquisto di farmaci, libri e via dicendo. Ci sono anche delle tipologie di spesa espressamente vietate, come ad esempio l’acquisto di alcolici, armi, gioielli e altri beni non essenziali.

VEDI ANCHE: COSA COMPRARE CON LA PENSIONE DI CITTADINANZA ELENCO

Pensione di cittadinanza quando arriva

L’assegno viene erogato dal mese successivo a quello di presentazione della domanda, come specifica l’Inps. Una volta assegnato i beneficiari ricevono il sussidio durante gli stessi giorni previsti per il pagamento del reddito di cittadinanza.

Solitamente l’accredito avviene negli ultimi giorni del mese di riferimento. Nello specifico dal 24 fino al 28, 30 o 31 a seconda dei casi.

VEDI ANCHE: CALENDARIO PAGAMENTI REDDITO CITTADINANZA 2021

Pensione di cittadinanza quanto dura

La durata del beneficio è di 18 mesi, ma al termine di questo periodo la pensione si rinnova automaticamente. Quindi a differenza del Rdc, in questo caso non è necessario presentare una nuova domanda per continuare a ricevere l’importo previsto.

In altre parole non c’è un termine per l’erogazione del sostegno economico. Tuttavia qualora venisse meno uno dei requisiti economici o altri relativi al nucleo familiare, il beneficio decade in caso di presentazione di DSU non veritiera.

Queste tutte le informazioni principali sulle pensioni di cittadinanza 2021. In sintesi, chi possiede i requisiti economici e gli altri riportati nella nostra guida, può richiedere il sussidio in via cartacea o telematica, anche in presenza di percettori di invalidità civile in famiglia. L’assegno può arrivare fino a 780 euro e viene erogato dal mese successivo alla richiesta, potendo essere utilizzato per un elenco di spese individuate dalla legge.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!