Inps pensione anticipata e di vecchiaia ultime notizie

Pensione anticipata e di vecchiaia, dopo quanto tempo l’Inps risponde alla domanda? Novità circolare inps e ultime notizie sulle pensioni.

Pensione anticipata e di vecchiaia. Con la circolare n. 55/2021 l’Inps ha recepito le novità introdotte dal decreto semplificazioni, in tema di durata e tempi di risposta alle domande di pensionamento. In altre parole chi deve andare in pensione, ora può sapere quanti giorni dovrà attendere per la lavorazione della richiesta da parte dell’istituto.

Pensione anticipata

Ecco allora, in base a quanto comunicato nella circolare, entro quanto tempo l’Inps risponde alle domande caso per caso e quali sono le news sulle pensioni oggi.

VEDI ANCHE: PENSIONE ANTICIPATA 2021

Domanda pensione, entro quanto tempo l’inps deve rispondere?

Il nuovo regolamento disciplina i tempi entro cui devono concludersi i procedimenti amministrativi di competenza Inps, avviati tramite istanza, con tempi superiori ai 30 giorni. Nel caso specifico il trattamento di una domanda di pensione di vecchiaia o anticipata (tramite quota 100, opzione donna o altri scivoli pensionistici), può richiedere fino a 55 giorni.

Oltre a questa fattispecie l’Inps, con un’apposita tabella ha comunicato i tempi necessari in tutti gli altri casi. Ad esempio se la domanda di pensione anticipata o di vecchiaia, deve essere liquidata in regime di cumulo dei periodi assicurativi (ovvero contribuzione mista presente presso diverse gestioni inps) i tempi di attesa salgono fino a 90 giorni.

Pensione di vecchiaia e anticipata, in quanti giorni risponde l’inps

Di seguito una tabella riepilogativa delle scadenze per la lavorazione delle istanze relative a pensioni anticipate o di vecchiaia, indicate dall’istituto.

PRESTAZIONEDATA DI DECORRENZATEMPI DI RISPOSTA INPS
Pensione di vecchiaiadata di ricezione della domanda55 giorni
Pensione anticipatadata di ricezione della domanda55 giorni
Pensione di vecchiaia in cumulodata di ricezione della domanda90 giorni
Pensione anticipata in cumulodata di ricezione della domanda90 giorni

Oltre a queste casistiche l’Inps ha comunicato tutte le altre possibilità e i relativi tempi di attesa. Ad esempio per le pensioni di reversibilità i tempi sono di 50 giorni, mentre l’assegno ordinario di invalidità richiede fino a 85 giorni.

Di seguito il testo integrale della circolare inps, dove potete trovare ogni indicazione e scaricare il documento allegato n.1 in formato PDF, con le scadenze per ogni fattispecie.

Ultime notizie su pensioni inps

La comunicazione inps prevede anche che i termini indicati siano sospesi nel caso in cui sia necessario acquisire ulteriori documenti, non allegati alla richiesta o non in possesso dell’istituto. Tale sospensione è possibile una sola volta e per un termine non superiore a 30 giorni.

Se il termine viene superato, senza che vi sia una risposta da parte dell’inps, il richiedente può rivolgersi al Direttore centrale/regionale/di coordinamento metropolitano competente per territorio. Quest’ultimo dovrà poi concludere l’operazione entro la metà dei tempi previsti dal termine originario.

Infine, il richiedente ha diritto al risarcimento danni in presenza di eventuali ritardi nella conclusione dei procedimenti. Ad eccezione del risarcimento del danno ingiusto in casi riferibili all’inerzia o al ritardo ascrivibile alle istituzioni estere parti del procedimento.

Queste le novità stabilite dalla nuova circolare Inps. In sintesi, i richiedenti di pensione anticipata o di vecchiaia riceveranno risposte entro 55 giorni dalla presentazione dell’istanza, salvo nei casi di contribuzione mista, che ne richiede 90. Nel caso in cui i termini non vengano rispettati, si potrà sollecitare il direttore territoriale e in presenza di determinate condizioni ricevere un risarcimento.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!