Aumento pensioni minime 2023. Come si calcola

Aumento pensioni minime nel 2023. Simulazione calcolo nuovi importi assegni minimi in base alla rivalutazione della pensione.

Pensioni minime, di quanto aumentano nel 2023? Dal prossimo gennaio scattano le rivalutazioni degli assegni pensionistici per effetto dell’inflazione annua. In base alla percentuale di crescita finale di quest’ultima, anche i trattamenti pensionistici aumenteranno nella stessa misura, almeno quelli di importo più basso. Fra questi rientrano le pensioni minime.

Aumento pensioni minime 2023 come si calcolaConcentriamoci allora su quanto aumenteranno gli assegni minimi nel 2023, con semplici esempi numerici per facilitarne la comprensione.

VEDI ANCHE: QUANTE SETTIMANE SERVONO PER ANDARE IN PENSIONE

Quali sono gli aumenti delle pensioni minime 2023

Per capire quale sarà l’importo che spetterà ai pensionati da gennaio, bisognerà sapere quale sarà il tasso di crescita dell’inflazione nel 2022. Attualmente, stando alle stime dovrebbe essere intorno all’8% a fine anno. Per questo i trattamenti pensionistici minimi cresceranno nella stessa percentuale.

Tuttavia visto che con il decreto aiuti bis il governo Draghi ha già anticipato una rivalutazione del 2% da ottobre 2022, l’effettivo aumento della pensione si calcolerà per differenza. Quindi ad esempio sarà pari al 6% (8-2=6) se dovesse essere 8% il tasso di crescita dei prezzi. Diverso se dovesse essere inferiore. Quindi utilizzando queste percentuali sarà possibile capire quanti soldi in più riceveranno coloro che percepiscono l’assegno minimo.

Esempi calcolo aumento pensioni minime 2023

Per capire meglio quanto detto fino ad ora vediamo alcuni esempi pratici. Ipotizzando che il tasso d’inflazione sarà davvero pari dell’8%, l’assegno minimo crescerà del 6% nel 2023 (8-2). Quindi chi attualmente percepisce un importo di 530 euro mensili, da gennaio riceverà 31,80 euro in più, in base al seguente calcolo:

  • 530/100*6= 31,80.

Nell’ipotesi che invece la crescita dei prezzi si attesti al 7%, l’incremento della pensione (pari al 5%) da gennaio sarà così calcolato:

  • 530/100*5=26,50

Quindi in questo caso l’assegno minimo mensile crescerà di 26,50 euro al mese. Circa 344 euro in un anno considerando le tredici mensilità erogate dall’Inps.

Infine, ponendo l’ipotesi di una rivalutazione delle pensioni del 7%, qualora l’inflazione crescesse fino al 9% (9-2) avremmo una aumento di 37,10 euro al mese. Calcolato sempre applicando questa formula:

  • 530/100*7=37,10

VEDI ANCHE: TABELLA AUMENTO PENSIONI 2023

Aumento pensione minima 1.000 euro news

Abbiamo visto tramite semplici simulazioni di calcolo di quanto aumenteranno le pensioni minime nel 2023. Queste sono le somme che troverete nel cedolino pensione dei prossimi mesi se siete beneficiari del trattamento previdenziale.

Per quanto riguarda invece la proposta avanzata durante la campagna elettorale (da Forza Italia) di aumentare gli assegni minimi a 1.000 euro, difficilmente troverà applicazione nella Legge di bilancio 2023. Il motivo è che il nuovo governo di centrodestra non avrà sufficienti risorse a disposizione per attuare una riforma così impegnativa. Staremo a vedere se invece nei prossimi anni sarà possibile. Ad oggi però gli unici aumenti che spettano sulle pensioni minime sono quelle legate all’inflazione, calcolati come mostrato in precedenza.

VEDI ANCHE:

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!