Decreto covid. Protocollo nuovo dl coronavirus

Nuovo decreto covid. Normative e proroga mascherine sui luoghi di lavoro. Ecco perché è obbligatorio stare a casa.

Il covid non è affatto finito, non è un’influenza e come dimostrano i numeri è in preoccupante crescita in tutta Italia. Per questo il governo ha già preparato una bozza del nuovo decreto con misure anti contagio, che riguardano il lavoro, le mascherine e non solo.

Decreto Covid
IpaPress

Vediamo quindi quali sono le nuove disposizioni covid-19, per poi cercare di capire perché bisogna restare a casa in caso di positività.

Bozza decreto covid cosa prevede

Secondo la bozza del nuovo protocollo anti covid, la mascherina rimane importante per prevenire il contagio dei lavoratori nei luoghi chiusi. In particolare nelle fabbriche o negli uffici condivisi e magari aperti al pubblico. Ma più in generale nei luoghi dove non è possibile mantenere la distanza di sicurezza.

Per questo dal primo luglio 2022 le mascherine dovrebbero restare obbligatorie nel lavoro privato. Nello specifico la bozza prevede l’uso delle mascherine FFP2 per i lavoratori. Quindi coloro che speravano di poter lavorare senza i dispositivi di protezione nei luoghi chiusi, a partire dal mese di luglio probabilmente resteranno delusi.

Normative e protocollo covid luoghi di lavoro

Per proteggere i lavoratori da Omicron 5, la bozza del nuovo decreto legge prevede ulteriori regole da rispettare. In particolare:

  • obbligo di controllo della temperatura all’ingresso dei luoghi di lavoro. Chi ha una temperatura maggiore a 37,5 gradi dovrà subito comunicarlo al datore di lavoro. Questa disposizione vale anche per i lavoratori esterni (fornitori, appalti e quant’altro).
  • Uso dello strumento dello smart working se possibile, per lavoratori i più fragili.
  • Sanificazione periodica dei locali e delle postazioni di lavoro.
  • Ventilazione continua dei locali, ingressi e uscite scaglionate per i dipendenti.

Perché è obbligatorio restare a casa se positivi al covid

Come segnalano i dati della fondazione Gimbe nelle ultime settimane c’è stata una crescita del 50% del numero di positivi. Oltre alla contagiosità di Omicron e alle reinfezioni sempre più frequenti, uno dei motivi riguarda le poche restrizioni ormai rimaste e in alcuni casi ai comportamenti sbagliati delle persone.

Ad esempio i positivi al covid devono restare isolati a casa, evitando di andare in giro con il rischio di contagiare altri. Tuttavia visto che la maggior parte delle persone si sottopone a test fai da te, non sempre si rispetta questa regola, che peraltro è difficile da controllare. Non a caso gli esperti hanno fatto notare che il reale numero degli attuali contagiati è ben superiore a quello rilevato.

Per questo il Ministro della salute Speranza ha dichiarato:

“chi è contagiato deve rimanere a casa: oggi in isolamento ci sono un numero molto alto di persone. Non è immaginabile che se ne vadano in giro”.

Quindi ricapitolando, chi sperava che il covid-19 potesse essere trattato come una normale influenza da qui in poi, rimarrà deluso. Vista la nuova ondata di contagi il governo è intervenuto con un nuovo DL, che come visto dalla bozza prevede norme ben precise.

VEDI ANCHE: DECRETO AIUTI 2022 I BONUS APPROVATO DAL GOVERNO

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!