Home»Economia»Economia News»Bonus 80 Euro 2018 e bonus assunzione 2018: le ultime novità

Bonus 80 Euro 2018 e bonus assunzione 2018: le ultime novità

3
Shares
Pinterest Google+

Importanti news per il bonus 80 euro 2018 e il bonus assunzioni: nuovi tetti di spesa e speranze maggiori di lavoro per gli over 35 anni

bonus 80 euro 2018

Nella prossima Legge di Stabilità sono previste importanti novità riguardo il bonus 80 euro 2018 e il bonus per le assunzioni. Questi provvedimenti sono tra i più apprezzati dall’utenza, il bonus da 80 euro ha leggermente aumentato le buste paga e il potere di spesa degli italiani in un periodo economicamente complesso; il bonus assunzioni 2018 invece è stato (e sarà) un incentivo importante per i datori di lavoro per inserire nelle aziende nuovo personale. Vediamo allora le news in cantiere.

Aumentano i tetti del bonus 80 Euro 2018

Il bonus da 80 Euro veniva concesso, direttamente in busta paga, a chi ha redditi che partono da 6 mila Euro e non superano i 24 mila Euro all’anno, diminuendo progressivamente per i redditi fino a 26 mila Euro. Oltre quella soglia attualmente non si percepisce il bonus. Il bonus di 80 Euro del 2018 invece vedrà il tetto finale più elevato con nuove soglie, eccole:

  • da 6 mila a 24 mila e 600 euro: bonus di 80 euro mensili;
  • da 24 mila e 600 a 26 600 l’ammontare del bonus diminuisce progressivamente;
  • oltre i 26.600 Euro: nessun bonus.

Quindi il limite massimo nuovo non è più 26 mila Euro ma 26 mila e 600 Euro.

Vedi anche: Nuovi bonus assicurazione 2018 e bonus trasporti 2018.

E se gli aumenti salariali sterilizzano il bonus?

Un problema importante che riguarda la fruizione del bonus è che, con alcuni aumenti contrattuali intervenuti, si assiste al paradosso che chi ha un lordo minore di stipendio, potendo usufruire del bonus, in qualche caso prende un netto migliore di chi, grazie all’aumento, ha un lordo maggiore che però gli azzera il bonus. E’ un problema già segnalato dai sindacati e che il governo si è impegnato ad affrontare nel prossimo futuro.

Bonus assunzioni 2018: al sud anche per gli over 35

Il bonus per le assunzioni 2018 è un’importante sostegno ai datori di lavoro che vogliono assumere nuovo personale: in sostanza si tratta di decontribuzioni per il 50% per i neoassunti con meno di 29 anni (meno di 35 anni per tutto il 2018). La decontribuzione diventa totale, al 100%, al sud, nelle regioni con maggiore emergenza occupazionale (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria, Sardegna).

Nelle bozze della Legge di Stabilità, però, ora è comparsa una news in cui si ipotizzava di estendere, sempre per il solo 2018, il bonus anche per gli over 35, purché privi di regolare impiego da almeno 6 mesi. Per sostenere economicamente questo ampliamento di beneficiari si è parlato di utilizzare fondi dell’Unione Europea perché parliamo di parecchi milioni di Euro ma si attendono ancora maggiori dettagli sulle coperture.

Vedi anche: Perché in Italia si approvano i bonus se non si hanno i soldi per pagarli?

6 mesi senza licenziare o niente bonus assunzione 2018

Per poter avere l’esonero dai contributi l’azienda non deve avere licenziato nel polo produttivo dove assume per (almeno) i 6 mesi precedenti. Quindi se si tratta di un’azienda con più poli produttivi potrà aver licenziato in uno stabilimento diverso da quello in cui sta per assumere (e per il quale vuole avere la possibilità di utilizzare il bonus).

No Comment

Leave a reply

Previous post

Scarpe eleganti inverno 2017-2018 i 10 migliori modelli e abbinamenti

Next post

Capelli inverno 2018: i 9 tagli medi migliori e facili da gestire a casa