800 euro partite iva e autonomi, pagamento a fine aprile in automatico?

Il bonus di 800 euro per partite Iva e lavoratori autonomi dovrebbe arrivare sul conto in automatico senza rifare la domanda. Ecco come

Si fa largo la possibilità che il pagamento del bonus di 800 euro, previsto per partite iva e autonomi avvenga a fine aprile in automatico. Questo è ciò che si evince dalle dichiarazioni del Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, rilasciate durante una  trasmissione televisiva di Rai uno.

Approfondiamo allora l’argomento e cerchiamo di capire quali potrebbero essere i motivi dietro questa decisione sull’indennità relativa al mese di aprile.

Gualtieri, bonus partite iva e autonomi automatico entro aprile

Il bonus di 600 € destinato ai lavoratori autonomi, alle partite iva e ai professionisti colpiti dalle misure restrittive, viene erogato in questi giorni. Dopo un percorso travagliato, fatto di difficoltà nel completare la domanda sul sito dell’Inps e di ritardi.

ministro roberto gualtieri

Ma è già il momento di guardare oltre, infatti tale indennità riguardava il mese di marzo e ora siamo già in aprile con il lockdown ancora in corso. Per questo, come scrive il sito rainews.it, Gualtieri ha dichiarato: “Contiamo per il mese di aprile di pagare in automatico le stesse persone che hanno ricevuto l’indennità dei 600 euro di marzo. Il nuovo indennizzo, che verosimilmente ammonterà a 800 euro, arriverà in automatico alla fine di aprile, quindi contiamo di recuperare così il ritardo temporale”.

Il Ministro dell’economia ha poi aggiunto che il nuovo pagamento non riguarderà solo coloro che hanno già fatto richiesta sul sito dell’inps, ma anche coloro che avendo i requisiti perfezioneranno la domanda in aggiunta. Quindi, ha ribadito: “tutti coloro che avranno ricevuto l’indennità di marzo, otterranno anche la nuova entro fine aprile sul conto”.

Bonus 800 euro partite iva automatico, perché?

Da quanto dichiarato da Gualtieri, le categorie beneficiarie dell’indennità nel mese di aprile dovrebbero ricevere due pagamenti in pratica. Si tratta dei 600 euro relativi a marzo e degli 800 riguardanti aprile, per un totale di 1.400 € di sussidi.

Ovviamente tutto questo dovrà ancora essere confermato all’interno del nuovo decreto di aprile, che dovrebbe essere varato dal governo nei prossimi giorni. Ma chiaramente se il ministro dell’economia ha rilasciato queste dichiarazioni, significa che le intenzioni dell’esecutivo sono queste. Insomma si tratta di una notizia positiva per gli autonomi e i titolari di partite iva, che fino a questo momento non avevano ancora ricevuto l’aiuto promesso.

Probabilmente la scelta di erogare la nuova somma in automatico è dovuta alla volontà di evitare ritardi e disagi avuti con l’erogazione dei 600 euro. Impedendo quindi nuovi casi di tilt per il sito dell’Inps e problematiche simili.

L’istituto di previdenza possiede già i dati dei richiedenti e quindi dovrà semplicemente ripetere l’accredito già fatto e relativo al mese di marzo. In questo modo i lavoratori avranno un ristoro e potranno proiettarsi al futuro, nella speranza di riprendere la loro attività a pieno ritmo quanto prima.

Le altre misure del decreto aprile

Per quanto riguarda e altre misure su lavoro e attività delle imprese, Gualtieri ha anche annunciato che entro fine mese ci saranno i pagamenti della cassa integrazione guadagni.

Vedi anche: Quando arrivano i soldi della cassa integrazione

Gli altri provvedimenti, che il governo ha già varato o dovrebbero essere introdotti nel nuovo decreto di fine aprile, stando alle parole del ministro, sono:

  • i prestiti sotto i 25.000 euro, che potranno essere erogati già da lunedì prossimo.
  • La conferma dello stop ai mutui per le imprese e agli adempimenti fiscali.
  • Un possibile ristoro fiscale per le aziende che non hanno potuto lavorare in questo periodo, con una misura da introdurre nel decreto aprile.

E’ tutto sugli 800 euro per partite iva pagati in automatico entro aprile e sulle dichiarazioni del ministro dell’economia. Non ci resta che attendere per capire se dalle parole si passerà ai fatti.

VEDI ANCHE: BONUS VACANZA 2020

Related Posts

Ben tornato!