Calciomercato Juve: chi parte e chi resta la formazione della Juventus

Il calciomercato della Juve passa prima di tutto dal bilancio della società. Tra incognite e complicazioni ecco cosa succede alla Juventus

I conti della Juventus non tornano. L’uscita di scena dalla Champions League ha tolto alla squadra quel tesoretto che si sperava di mettere a bilancio in un anno economicamente nero per tutti. A questi vanno aggiunti i 32 milioni di euro lordi che andranno in saldo negativo per pagare la chiusura anticipata del rapporto con Sarri. Per la Juventus non c’è altra soluzione che vendere, e molto bene, alcuni dei suoi gioielli.

Vedi anche: Giocatori Juventus formazione

Calciomercato Juve i brasiliani in partenza

Il Manchester United per il momento non ha alcuna intenzione di privarsi di Paul Pogba, uno degli oggetti del desiderio di Andrea Pirlo. Ma è pronto a investire fino a 100 milioni di euro per portare all’Old Trafford Alex Sandro e Douglas Costa. I due brasiliani sono di fatto in partenza e saranno il primo sacrificio che la Juventus dovrà affrontare per ripianare il debito ed evitare alla famiglia Agnelli-Elkann l’ennesimo aumento di capitale. Quasi certamente destinati alla partenza anche Rugani e De Sciglio, che interessano al Valencia.

Per Daniele Rugani, reduce da una stagione complicata anche per via della positività al COVID-19 , è pronto un sontuoso contratto anche se il difensore sta cercando di fare di tutto per restare in bianconero. Difficilmente sarà accontentato. Più problematico piazzare Aaron Ramsey che la Juventus ha offerto al Wolverhampton nel tentativo di arrivare a Jimenez rimediando un ‘no grazie’.

Il prezzo di Ronaldo

Le tre incognite più importanti per la Juventus riguardano anche i giocatori più significativi: Cristiano Ronaldo, Higuain, Dybala. Sono le stelle alle quali Pirlo non vorrebbe assolutamente rinunciare. È stato molto chiaro il nuovo allenatore con la dirigenza bianconera chiedendo quali, per lui, dovevano essere gli incedibili. Ma di fatto, in questa stagione, nessuno può permettersi di essere dichiarato incedibile alla Juventus.

Persino Cristiano Ronaldo ha un prezzo, fissato intorno ai 60 milioni di euro, anche se in questo momento le possibilità che il portoghese resti a Torino sono altissime perché la società individua in lui l’uomo simbolo sul quale ricostruire la credibilità della squadra. Tanto più in vista dell’europeo del quale CR7 sarà indiscutibilmente una delle stelle. molto diverso il discorso che riguarda i due argentini.

Vedi anche: Ronaldo 5 motivi per cui resterà alla Juve

Tutte le complicazioni di Dybala

Dybala, un contratto che scadrebbe il prossimo giugno ha pesantemente bussato a quattrini per il rinnovo, si parla di 20 milioni all’anno, meno solo di Ronaldo. La trattativa è molto complessa perché se è vero che il giocatore sa di non avere lo stesso mercato dell’anno scorso (il Manchester United si è chiamato fuori) sa anche che la Juventus deve venderlo se vuole realizzare. E quindi, tanto vale, alzare la voce. Anche perché le questioni che riguardano Dybala sono molte, a cominciare dalla questione ‘diritti di immagine’ che pochi fino a questo momento hanno evidenziato. Persa la causa con il suo ex agente Pierpaolo Triulzi il calciatore ha ancora un debito di 40 milioni di euro per diritti d’autore non versati.

Chi si accolla il giocatore dovrà pensare di pagare almeno parzialmente il debito. Il Manchester United si è rifiutato; il Tottenham – che lo scorso anno era pronto a pagare anche questi soldi – al momento si è ritirato dalla trattativa. L’unica squadra che al momento sembra avere soldi e volontà per spendere è il Paris Saint Germain. La realtà dei fatti è che Dybala, il cui valore oscilla tra gli 80 e i 100 milioni, in realtà costerebbe molto di più. E non sarà così facile nemmeno per l’argentino trovare un acquirente: di qui la sua decisione di alzare il prezzo del suo stipendio.

Vedi anche: Dybala dopo Ronaldo e Messi è il numero 3 al mondo

Il nodo Higuain

Problema contrario per Gonzalo Higuain che ha un contratto da quasi otto milioni di euro cui non vuole rinunciare e che non trova acquirenti pronti ad accontentare le richieste della Juventus. La realtà è che fino a quando in cassa non entreranno soldi freschi e questi nodi non saranno definiti il mercato bianconero è di fatto bloccato. Chi potrebbe arrivare? I sogni per ora rimangono tali: Paul Pogba su tutti. Il primo assalto a Jimenez è andato fallito. C’è una trattativa concreta che porta a Griezmann che è in partenza dal Barcellona che dovrebbe anche accollarsi la metà dello stipendio, ragguardevole, del francese.

Gli altri nomi sono quelli già scritti di Lacazette, Milik, Dzeko, per non parlare di Suarez. Ma fino a quando non entreranno soldi freschi sarà molto dura investire sul serio. Intanto la società continua a rinnovare il suo quadro dirigenziale. Dopo Baronio al fianco di Pirlo è praticamente scontato anche il rientro di Igor Tudor, ora all’Hajduk Spalato, un altro dei senatori della vecchia guardia: lavorerà come consulente tecnico di campo per rafforzare la difesa.

Vedi anche:

Quando gioca la Juve calendario partite serie A

Juve su Messi ultime calciomercato

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!