Serie A, Juventus in caduta libera: sconfitta anche a Verona

Seconda sconfitta consecutiva della Juventus di Massimiliano Allegri battuta anche a Verona, 2-1, al termine di una gara non fortunata ma nemmeno brillante

C’è modo e modo di perdere. E ognuna delle quattro sconfitte rimediate fin qui dalla Juventus in queste prime undici giornate di Serie A è a suo modo preoccupante. Questa forse più delle altre…

Juventus Verona Cuadrado
Cuadrado, molto in ombra nella Juve sconfitta a Verona (Juventus Official Twitter)

Verona-Juventus 2-1

Primo tempo davvero di grande difficoltà della Juventus che deve per forza giocare sul turn over considerando le tante partite a distanza ravvicinata e l’imminente impegno di Champions League. La risposta di alcuni giocatori è francamente molto deludente: Rabiot fallisce completamente l’approcci sul lato, Arthur – che pure era sembrato a suo agio negli spezzoni di gara che lo avevano visto coinvolto – ha un approccio devastante. Suo l’errore dal quale nasce il vantaggio di Simeone, che si invola su un pallone malamente concesso dal brasiliano.

Difesa completamente immobile sul raddoppio di Simeone che prende palla, si piazza e la spedisce all’incrocio dei pali. Per vedere una conclusione davvero insidiosa bisogna aspettare un tiro di Dybala che scheggia l’incrocio dei pali.

Impalpabile Morata, grandissima difficoltà del centrocampo: è solo l’ingresso di McKennie a dare un po’ di scossa alla squadra. Sua la più bella conclusione verso la porta avversaria Montipò che salva. Sua la rete che tiene aperta la partita. Ma con un Verona micidiale in contropiede, e vicinissimo al gol del KO con Kalinic, la Juve non riesce a concretizzare il gol della salvezza nemmeno con un disperato assedio finale, retto con ostinazione dall’Hellas.

Dieci minuti e quattro-cinque tiri in porta non bastano. Per la Juventus è la seconda sconfitta consecutiva in tre giorni. Con una difesa che conta 15 gol al passivo in 11 partite. Non un buon viatico in vista della partita di martedì sera contro lo Zenit San Pietroburgo in Champions League dove la Juventus, fino a ora imbattuta in Europa, si presenta con qualche fantasma nell’armadio.

VEDI: TUTTE LE PARTITE DELL’11ESIMA GIORNATA DI SERIE A

LA CLASSIFICA DI SERIE A AGGIORNATA

Il tabellino

VERONA-JUVENTUS 2-1       
1′ Simeone, 14′ Simeone, 80′ McKennie
Verona (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Casale (67′ Ceccherini); Faraoni, Tameze (75′ Bessa), Veloso, Lazovic (67′ Sutalo); Barak, Caprari; Simeone (83′ Kalinic).
Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro (82′ Pellegrini); Cuadrado (69′ Kulusevski), Bentancur (57′ Locatelli), Arthur (69′ Bernardeschi), Rabiot (57′ McKennie); Dybala, Morata.
Ammoniti: 26′ Lazovic, 29′ Danilo, 57′ Casale, 61′ Faraoni, 61′ Arthur, 76′ Gunter, 76′ Morata

Related Posts

Ben tornato!