Matteo Salvini: 10 cose che non sai su di lui. Vita privata, carriera, miracoli.

Matteo Salvini: vita (privata), morte (del centrodestra) e miracoli (politici) di uno dei leader più discussi di sempre.

Matteo Salvini è certamente il personaggio più discusso dell’attuale scena politica italiana. Un leader amato e odiato in modo netto e radicale, che divide l’elettorato, le coscienze, che usa molto bene i social e si crea schiere di amici follower e nemici, ugualmente follower… Ma capiamo un po’ meglio la biografia del leader della Lega Nord scopriamo i suoi lati meno noti.

Matteo Salvini fidanzata attuale ed ex

Matteo Salvini è spesso protagonista del gossip. Attualmente pare essere fidanzato con Francesca Verdini, figlia dell’ex esponente di Forza Italia Denis Verdini. La loro storia è recente ed è stata paparazzata da tutti i principali tabloid. Fino a poco tempo fa il leader leghista era insieme a Elisa Isoardi, celebre conduttrice televisiva e volto del mezzogiorno di Raiuno.

Matteo Salvini è stato anche sposato con la giornalista Fabrizia Ieluzzi e ha poi convissuto con l’avvocato Giulia Martinelli.

Matteo Salvini figli e divorzio

Matteo Salvini ha un figlio di 16 anni, Federico, avuto dalla sua prima moglie Fabrizia (dalla quale ha ufficialmente divorziato). Ha avuto poi una seconda figlia nel 2012 da Giulia Martinelli che si chiama Mirta. Con la Martinelli la storia finì anche per l’inizio della relazione con Elisa Isoardi nel 2015.

Matteo Salvini, la carriera politica: da comunista padano a nazionalista di destra

Iscritto alla Lega fino dal 1990 Salvini diventò consigliere comunale a Milano nel 1993. Prima leader dei Giovani Padani (è stato coordinatore degli studenti leghisti a Milano tra il  1994 e il 1997) la sua ascesa è continuata nel partito del capoluogo lombardo di cui divenne segretario cittadino e poi della provincia. Scrisse come giornalista sia sulla Padania che a Radio Padania.

Nelle elezioni del fu parlamento Padano Salvini fu eletto tra i Comunisti Padani. Il salto politico iniziò nel 2004 con l’elezione al Parlamento europeo; nel 2008 divenne deputato alla Camera. Il 2012 è l’anno in cui Salvini fu eletto segretario della Lega Lombarda per poi diventare nel 2017 segretario federale.

Vedi anche: Che lavoro faceva Matteo Salvini?

Matteo Salvini: il leader della nuova destra italiana

La parabola di Matteo Salvini è stata tale che è riuscito a rianimare un partito in calo, decimato dalle inchieste giudiziarie per i suoi leader, portandolo da una radicamento in discesa anche a livello locale ad un’esplosione nettissima a livello nazionale. Salvini ha cambiato la stessa natura della Lega: non più partito localista e indipendentista ma sovranista, ha radicalizzato alcune tematiche (immigrazione e antieuropeismo in primis) abbandonandone altre (il federalismo) raggiungendo vette di popolarità altissime in poco tempo.

Vedi anche: Quanto guadagna Matteo Salvini? Stipendio e reddito 2019

Un personaggio controverso

Salvini è un leader politico in grande ascesa ma anche un personaggio piuttosto controverso. Capo di un partito condannato a pagare 49 milioni di euro a rate allo stato, capace di creare totem per i nemici, di irriderli, anche quando si trattava di importanti cariche dello stato (ricordiamo l’ex presidente della camera Boldrini paragonata ad una bambola gonfiabile). Non restio a fare foto con capi ultras o leader di organizzazioni neofasciste come Casa Pound, o a lasciarsi andare in cori contro i napoletani.

A questo aggiungiamo legami internazionali spesso molto discussi, con la Russia in particolare, oltre alle ben note posizioni da molti definite xenofobe o intolleranti. Insomma, un capo politico che certamente fa parlare di sé.

Matteo Salvini: 10 cose che non sai

  1. Quanto è alto Matteo Salvini? 1,87 m. Non l’avreste detto eh?
  2. Quanto pesa Matteo Salvini? L’amore per birra e cibo “fuoriesce” poi tutto in una pancia non certo rifinita negli addominali. Non abbiamo dati ufficiali ma il quintale è vicino.
  3. Il passato nei quiz tv. Matteo Salvini ha partecipato a Doppio Slalom condotta da Corrado Tedeschi (per altro anche con buoni risultati visti i suoi 12 anni)
  4. Che profili social segue Matteo Salvini? Naturalmente quelli istituzionali (Polizia, forze militari ecc.) ma poi ne segue un sacco molto pop, dal Milan, a Lorella Cuccarini, a Barbara D’Urso, ad Alessandro Borghese fino al Milanese Imbruttito.
  5. Che squadra tifa? Beh qui lo sapranno quasi tutti. Il Milan… Ma che squadra ha tifato al mondiale scorso dove l’Italia non c’era? Ha tifato Islanda.
  6. Che trasmissione conduceva su Radio Padania l’allora giornalista Salvini? Una trasmissione che si chiamava “Mai dire Italia“… Proprio così, era appunto un Salvini diverso dall’attuale politico nazional-sovranista.
  7. Di cosa parlò il consigliere comunale Salvini nel 1994 al sui primo intervento nel consiglio comunale meneghino? Del centro sociale Leoncavallo, e per difenderne l’esistenza contro un possibile sgombero.
  8. Il cantante preferito di Salvini? Su Facebook il ministro ebbe a scrivere: Per me la Musica comincia e finisce con Fabrizio De André.
  9. Il cibo che proprio non ama? Salvini dice di mangiare tutto, tranne peperoni e cetrioli.
  10. Il piatto che cucina meglio? La risposta qua non è molto fantasiosa. Se il ministro segue Alessandro Borghese sui social però non ha molto imparato i suoi trucchi dato che dice di saper fare molto bene solo la cotoletta impanata (speriamo almeno quella non surgelata…)

© copyright (10/04/2019)

Related Posts

Ben tornato!