Quarantena bambini, la musica per passare il tempo

Quarantena in casa con i bambini: la musica ci viene in aiuto. Ecco come.

In questi tempi in cui si è costretti a casa per fronteggiare e contenere il contagio da coronavirus, sono molte le ore che dobbiamo passare in compagnia dei nostri figli. La scuola infatti, ora sospesa, oltre che ad istruire serve anche a lasciare un po’ di spazio per i genitori, che altrimenti potrebbero affaticarsi a passare tutto il giorno con i bambini.

Non è quindi facile trovare il modo di trascorrere queste giornate, tanto più se obbligati a restare in casa. Ma buone notizie! Ci sono tanti modi per tenere impegnati i nostri figli in questi tempi di clausura forzata. Uno di questi è usare la musica. Ecco qualche idea sui giochi per bambini e bambine da fare in quarantena.

Strumenti musicali con l’essenziale

La musica è una buona compagna, lo dicono tutti. Fondamentale per l’educazione dei nostri figli e figlie, personaggi illustri come Claudio Abbado si sono battuti per anni per garantire l’educazione musicale nelle scuole. Purtroppo, non è andata esattamente come il grande direttore d’orchestra avrebbe voluto, ma la quarantena da coronavirus potrebbe essere una buona occasione per iniziare alla musica i nostri bambini e le nostre bambine. Ma se non abbiamo uno strumento in casa?

Niente paura, possiamo imparare a costruirne uno. A volte la musica si può fare davvero con poco, non serve avere con sé un’intera orchestra. Su internet è possibile trovare decine di video che insegnano a costruire uno strumento musicale con quello che si ha in casa. Dalle maracas a molto altro, servono solo forbici, colla e cartoncino, e qualsiasi materiale di recupero che possiamo trovare e che non usiamo più. Ecco quindi un modo per passare qualche ora in maniera creativa.

L’importanza dell’ascolto

Ma se non vogliamo metterci a tagliare e incollare cartoncini, possiamo sempre educare i nostri bambini e bambine all’importanza dell’ascolto. Sì, la musica è infatti una buona maestra per insegnare ai nostri figli e alle nostre figlie cosa vuol dire ascoltare. Partendo dalle canzoni per i più piccoli come ad esempio tutto il repertorio dello Zecchino d’oro, possiamo iniziare una vera e propria educazione musicale, passando per le stupende canzoni scritte anche per i bambini dai grandi cantautori italiani. Qualche titolo?

Girotondo di De Andrè è un ottimo esempio di brano musicale che unisce la semplicità della musica ad un messaggio forte. Esiste anche tutto un repertorio di canzoni didattiche e interattive che possono insegnare ai nostri figli non solo ad ascoltare la musica ma anche ad imparare effettivamente qualcosa, come ad esempio la Canzone dell’Alfabeto.

Vedi anche: Canzoni per bambini piccoli e grandi, da ascoltare o ballare

Danzare a ritmo di musica

Ecco a cos’altro può servire la musica in questi tempi bui. La musica infatti è il motore propulsivo per stimolare la danza. E cosa c’è di più bello di vedere il nostro bambino o la nostra bambina ballare a suon di musica? Anzi, potrebbe essere un’ottima opportunità anche per divertire noi adulti.

Esistono su internet diverse compilation perfette per far muovere i nostri cuccioli. Inoltre, ballare è anche un ottimo modo per fare attività fisica. Non potendo uscire, tenere i bambini seduti tutto il giorno non è affatto salutare. Farli muovere attraverso la danza è invece un modo simpatico e creativo per tenerli in movimento e in salute.

Vedi anche: L’importanza della musica per i bambini. Perché andrebbe insegnata a tutti

Imparare un’altra lingua con la musica

Ma non solo l’alfabeto italiano. La musica può essere uno strumento perfetto per fare iniziare a conoscere ai piccoli una lingua straniera. A scuole chiuse, è importante che i bambini rimangano stimolati intellettualmente. Ma metterli sui libri, se già costretti chiusi in casa, può essere dannoso. Allora ecco un modo divertente per tenersi allenati con le lingue straniere: usare le canzoni.

Vedi anche: Netflix, le migliori serie TV per bambini e ragazzi

Ascoltare brani in una seconda lingua può essere un’opportunità anche per l’adulto per tenere allenato il cervello e imparare a sua volta. Sfruttiamo questo tempo con i nostri figli anche per apprendere qualcosa noi stessi. Ecco una compilation in due lingue per far apprendere attraverso il gioco una seconda lingua ai bambini costretti alla quarantena.

Vedi anche: Covid scuole chiuse fino a quando maggio o settembre?

Una musica per calmare

Ma la musica non è fatta solo per eccitare gli animi e tenerci attivi. Alcune musiche sono fatte invece apposta per tenerci calmi e tranquilli. Soprattutto in questo periodo molto difficile con i bambini in quarantena da coronavirus, bisogna trovare i modi per calmare i bollori.

Essere chiusi in casa può fare innervosire chiunque, tanto più un bambino o una bambina che, per natura, possono essere un’esplosione di energia. Ecco quindi come può tornarci utile la musica in questi casi: scegliere brani calmanti possono non solo conciliare il sonno, ma rilassare i piccoli anche durante le ore pomeridiane. E’ stato infatti dimostrato che alcune musiche possono decisamente calmare mente e corpo.

Vedi anche: Musica rilassante, la playlist

La musica e il disegno

Un altro modo creativo per usare la musica è usarla come scintilla per ispirare i nostri bambini a disegnare e colorare a ritmo di musica. Mettendo qualche canzone sullo stereo, possiamo infatti chiedere loro di disegnare ciò che la musica ispira. Ecco quindi un modo semplice e creativo di trascorrere qualche ora con i bambini tranquilli seduti ad un tavolo a disegnare. Come genitori, possiamo davvero sbizzarrirci e scegliere i brani più vari, per far sì che i nostri piccoli e le nostre piccole sfoghino la loro vena pittorica. Quindi forza con la fantasia!

Vedi anche: Bambini a casa. Limiti e regole 5 idee per sopravvivere

Quarantena bambini e musica

Insomma, la musica in quarantena da coronavirus può essere un vero toccasana per i bambini. Ma non solo per loro. Lasciare che la musica sia la nostra compagna di vita ci rende più soddisfatti e più ricchi. Ecco perché nei momenti difficili è importante non dimenticare che l’uomo possiede questa grandissima risorsa con cui passare il tempo, imparare cose nuove, tenersi impegnati ed essere creativi e creative. Buon ascolto!

Vedi anche: Quarantena fino al 25 marzo o al 3 aprile? Le domande degli italiani

Articoli Correlati

Add New Playlist