Disoccupazione 2022, come cambiano i requisiti

Disoccupazione 2022. Ecco i nuovi requisiti introdotti nella legge di bilancio 2022 per accedere alla Naspi. Quando inizia la riduzione dell’importo e ultime news.

Disoccupazione, da gennaio 2022 cambiano i requisiti di accesso all’indennità per chi ha perso in modo involontario il lavoro. E’ quanto previsto dal testo della legge di bilancio attualmente in approvazione in Parlamento. La novità più significativa è la cancellazione del requisito delle 30 giornate di lavoro effettivo, ma non è l’unica.

Disoccupazione 2022 nuovi requisiti

Concentriamo allora la nostra attenzione sulle modifiche alla disoccupazione adottate nella manovra, in base alle ultimissime.

VEDI ANCHE: COME FUNZIONA LA DISOCCUPAZIONE GUIDA

Disoccupazione Naspi 2022 requisiti

I lavoratori che perderanno involontariamente il lavoro nel 2022, potranno accedere all’indennità Naspi con requisiti semplificati. Attualmente per richiederla bisogna:

  • essere in stato di disoccupazione
  • avere almeno 13 settimane di contributi versati negli ultimi 4 anni
  • avere almeno 30 giorni di lavoro effettivi negli ultimi 12 mesi.

Quest’ultimo requisito viene cancellato dalla manovra finanziaria del governo Draghi. In altre parole per gli eventi di perdita del posto che si verificano a partire dal primo gennaio 2022, i disoccupati potranno richiedere l’indennità all’Inps, anche se non possiedono il requisito di almeno 30 giorni lavorativi nell’ultimo anno.

Riduzione Naspi 2022 da quando

Non solo i requisiti, ma la legge di bilancio cambia anche l’inizio della riduzione dell’importo destinato ai beneficiari. Attualmente è prevista una diminuzione del 3% ogni mese, a partire dal 4° mese di fruizione (anche se le norme anti-covid momentaneamente avevano bloccato questa regola).

Con le novità della manovra la riduzione, con le stesse modalità, partirà solo a partire dal 6° mese di fruizione. Non più quindi dopo 90 giorni, ma dopo 150 giorni rispetto all’inizio del beneficio. Inoltre, nel caso in cui il destinatario del tratta abbia più di 55 anni, la riduzione partirà dal primo giorno dell’ottavo mese di fruizione.

Non ci sono novità invece per quanto riguarda la durata della disoccupazione, che resta pari alla metà delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni.

Legge di bilancio 2022 disoccupazione ultime notizie

Oltre a quanto visto fino ad ora, ci sono novità anche per determinate categorie lavorative. In particolare gli operai agricoli di cooperative e consorzi a tempo indeterminato, dal primo gennaio 2022 potranno accedere alla Naspi. Per farlo consorzi e cooperative dovranno pagare la relativa contribuzione.

Infine, la manovra prevede modifiche anche per i collaboratori iscritti alla gestione separata Inps. In particolare questi lavoratori che perdono il lavoro nel 2022, potranno accedere all’indennità denominata Dis-Coll. Questo per una durata pari al numero di mesi di contributi versati negli ultimi 12 mesi. In altre parole la durata del sostegno raddoppia rispetto al passato. Anche in questo caso la riduzione del 3% mensile sull’importo scatterà a partire dal sesto mese di fruizione.

Come visto le novità introdotte dal testo della legge di bilancio 2022 sono diverse per sulla disoccupazione. In sintesi cambiano i requisiti per accedere alla Naspi e l’inizio del periodo di riduzione dell’importo erogato. Inoltre, sono previste novità ad hoc anche per altre categorie lavorative, per facilitare l’accesso al sussidio.

VEDI ANCHE:

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Donne sul web

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!