Decreto ristori 2022. I 7 nuovi sostegni del governo

Decreto ristori 2022. Quali sono e a chi spettano i nuovi sostegni del governo. Lista aiuti e contributi a fondo perduto.

Decreto ristori 2022. Arrivano subito nuovi sostegni per 360 milioni di euro alle attività più danneggiate dalla pandemia. Ma ci sono anche altri aiuti e contributi in approvazione dal consiglio dei ministri.

Decreto ristori 2022 elenco sostegni del governo

Facciamo allora chiarezza su tutti i sostegni e gli aiuti previsti nel 2022: quali sono, a quanto ammontano e chi sono i beneficiari.

VEDI ANCHE: BONUS 2022 ELENCO AGGIORNATO

Decreto sostegni 2022 quando arriva e cosa prevede

Il Cdm per approvare i nuovi sostegni, ma anche misure che riguardano il caro bollette, è previsto oggi venerdì 21 gennaio. Quindi, a meno di notizie dell’ultima ora, il nuovo DL ristori verrà approvato nelle prossime ore.

Visto che ci sono parecchie attività produttive in attesa di sapere quali sono i ristori previsti per loro, vediamo insieme i 7 sostegni previsti dal governo.

Ristori 2022 commercio al dettaglio

Per questa categoria sono previsti 200 milioni di euro sotto forma di contributi a fondo perduto. Si tratta di risorse previste in un fondo istituito dal Mise, guidato dal ministro Giancarlo Giorgetti.

Gli aiuti sono destinate alle attività che svolgono il commercio al dettaglio in via prevalente. Tuttavia il beneficio è legato a 2 requisiti:

  • il possesso di ricavi nel 2019 non oltre i 2 milioni di euro
  • riduzione di fatturato nel 2021 di almeno il 30% rispetto al 2019.

Ristori 2022 per discoteche

Poi ci sono i ristori per attività chiuse a causa dell’aumento dei contagi da covid-19. In particolare per le discoteche, chiuse con decreto da fine dicembre 2021, sono in arrivo nuovi sostegni.

Lo stanziamento in questo caso ammonta a 20 milioni di euro. Bisogna però ancora definire criteri e modalità di ripartizione, visto che quello delle sale da ballo non è l’unica categoria interessata in questo caso.

Piscine, parchi tematici e giardini zoologici

Anche per piscine, parchi acquatici o tematici, acquari e giardini zoologici, saranno impiegati parte dei 20 milioni previsti dai ristori. Tutte queste attività, infatti, rientrano fra quelle penalizzate dalle chiusure avvenute negli scorsi mesi.

Ristori 2022 settore matrimoni

Spesso in rete si parla di bonus matrimonio 2022, ma qui è bene fare chiarezza, quelli previsti dal governo sono ristori in favore delle aziende che organizzano cerimonie. Quindi, almeno in questo caso nulla spetta agli sposi. Il ristoro, pari a 40 milioni di euro, riguarda invece le aziende che operano nel settore wedding, condizionato dall’incertezza dovuta all’emergenza covid.

Credito d’imposta rimanenze di magazzino

Non solo ristori, ma anche altre forme d’aiuto in arrivo con il nuovo DL sostegni. In particolare per il settore tessile è previsto un credito d’imposta del 30% del valore delle rimanenze finali di magazzino. In pratica le attività che operano nel settore moda potranno usufruire di detrazioni da utilizzare in compensazione delle tasse da pagare. 100 i milioni a disposizione in questo caso.

Decreto ristori 2022 stagionali ultime notizie

Al momento i nuovi ristori sono quelli fin qui citati, per i lavoratori stagionali ad ora non ci sono ancora novità. Tuttavia la sottosegretaria al Mef Maria Cecilia Guerra, ha dichiarato che quello previsto è solo un primo intervento. A questo ne seguiranno altri, con particolare riferimento a settori in difficoltà, come ad esempio quello del turismo. Quindi probabilmente questi aiuti arriveranno con un altro decreto.

Caro bollette, ultime news sul decreto

Oltre all’intervento sui ristori, il governo interverrà anche contro il caro bollette, per calmierare i prezzi in continua crescita. Secondo le ultime notizie de Il sole 24 ore, in questo caso sono previste risorse per 3 miliardi (per un totale di interventi su questo ambito che arriverebbe a 4 miliardi).

Per conoscere i dettagli di questo intervento e sui ristori 2022 non resta che attendere l’approvazione e la pubblicazione del testo del nuovo decreto. Intanto però le decisioni prese dal governo sono chiare: aiuti e contributi alle attività in difficoltà e riduzione degli oneri fissi sulle bollette.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!