Bonus gas e acqua 2020 requisiti per chi lo prende

Bonus gas e acqua 2020, importi e requisiti e durata dello sconto sulle bollette per famiglie ed anziani

Nella selva di incentivi previsti dalla nuova manovra finanziaria, ce ne sono alcuni degni di nota, fra questi segnaliamo i bonus gas e acqua 2020.

Siccome si tratta di ambiti molto importanti per le famiglie, in questo articolo andremo a scoprire in modo dettagliato come funzionano e quali sono i requisiti per chi lo prende. In questo modo potrete capire come si può ottenere un risparmio concreto sulle bollette, soprattutto se appartenete a determinate categorie.

Bonus gas 2020: requisiti e documenti necessari

Il bonus gas 2020 è un’agevolazione prevista per le famiglie a basso reddito, da richiedere al proprio fornitore per ottenere uno sconto sulla bolletta. Tale incentivo si sostanzia in una compensazione della spesa sostenuta per la fornitura annuale del gas naturale. Esso vale per quelle famiglie con un disagio economico. Inoltre, ricordiamo che gli anziani over 70 beneficiano anche del bonus sul pagamento dei bollettini del gas.

Nello specifico può richiedere questo bonus il nucleo familiare che possiede:

  • un reddito ISEE 2020 con un importo massimo di 8.256 euro o di 20.000 € in presenza di più di 3 figli a carico.
  • Un’utenza fornita da gas metano naturale distribuita dalla rete. Non vi rientrano coloro che invece utilizzano una fornitura di gas in bombola o a GPL.

L’incentivo può essere richiesto gratuitamente rivolgendosi ai Caaf, che invierà domanda e documentazione necessaria al comune di riferimento. Successivamente la richiesta viene gestita dallo SGAte, che permette ai comuni di attuare le compensazioni sulle spese per le utenze domestiche.

Vedi anche: Assegni familiari 2020 importi e calcolo

A quanto ammonta il bonus gas?

Spetta proprio allo SGAte il compito di comunicare ai beneficiari, una volta accettata la domanda, la data di inizio erogazione e gli importi del bonus gas.

In linea generale l’incentivo consente un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua per la fornitura di gas naturale, al netto delle imposte.

Il valore di questo bonus varia anche in base alla:

  • tipologia di utilizzo del gas (solo cottura cibi e acqua calda o solo riscaldamento o entrambe queste componenti).
  • Numerosità delle persone residenti nella stessa abitazione.
  • Zona climatica di residenza, che tiene conto delle esigenze varie delle diverse località (montagna o mare). Questo incide sugli importi minimi e massimi a cui può arrivare lo sconto complessivo.

Infine, questo bonus ha una durata 12 mesi, in quanto l’autorità per il gas li aggiorna annualmente. Esso è rinnovabile seguendo nuovamente la procedura prima indicata.

Bonus acqua 2020: di cosa si tratta e quali requisiti

In modo speculare a quanto previsto per il gas, anche il bonus idrico 2020 consente di ottenere un importante risparmio diretto sulla bolletta dell’acqua. Esso dunque spetta alle famiglie con basso reddito e a quelle numerose.

Per fruire di questo sconto sulla bolletta sono previsti gli stessi limiti ISEE del gas, quindi un reddito non superiore a 8.256 € (o 20.000 con almeno 4 figli). Il conseguimento di questo incentivo passa attraverso la compilazione dell’apposito modulo e la presentazione di una serie di documenti al proprio comune di residenza. Chi avesse bisogno di auto per questo, può rivolgersi a un caaf.

Ricordatevi però che fra la presentazione della domanda e l’effettiva erogazione del bonus, che avviene in bolletta, possono passare mesi a causa delle procedure di accertamento.

Bonus acqua 2020: quanto spetta di sconto?

Questo incentivo garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua all’anno. Si tratta di un quantitativo pari a 50 litri/giorno per ogni componente del nucleo familiare del richiedente, utile al soddisfacimento dei bisogni essenziali. Esso viene detratto dall’ammontare delle somme da pagare per tale utenza.

Vedi anche: Ecobonus 2020 casa guida alla detrazione

Tuttavia tale tariffa agevolata, è soggetta a differenze in base al proprio gestore. In altre parole, se volete conoscere il valore del bonus acqua in modo preciso, vi consigliamo di controllare il sito del gestore. Qui troverete maggiori informazioni sugli sconti applicati e sul calcolo dell’importo bonus idrico.

Infine, anche in questo caso è prevista la necessità di rinnovare l’incentivo  ogni 12 mesi.

Bene, siamo giunti al termine di questa nostra guida sui bonus gas e acqua 2020. Se vi interessano gli incentivi utilizzabili nel 2020, e volete approfondirne le condizioni, vi consigliamo di seguire attentamente la nostra sezione dedicata ai bonus fiscali.

Vedi anche:

Bonus casa 2020 ultime novità

Bonus trasporti pubblici 2020

Bonus Renzi 2020 calendario pagamenti

Bonus Renzi colf badanti

 

Articoli Correlati

Add New Playlist