Italia zona gialla da quando. Date e previsioni per tutte le regioni

Italia zona gialla, ecco quando cambia la mappa zone covid in Italia. Date e previsioni per tutte le regioni

Italia zona gialla? Secondo quanto ha detto il premier Conte a metà dicembre tutto il paese dovrebbe cambiare colore ed entrare in zona gialla, ma in realtà dopo il nuovo decreto Natale  per molti italiani cambia poco in concreto. Ecco intanto le date delle prossime zone gialle in tutta Italia.

Italia zona gialla

Italia zona gialla quando? I colori delle regioni oggi

Dopo l’ultimo monitoraggio del Ministero della Salute e in base alle ordinanze emanate dal Ministro Speranza, più di mezza Italia è già colorata di giallo. Quindi ad oggi le regioni colorate di giallo sono le seguenti:

  • Veneto
  • Liguria
  • Friuli Venezia Giulia
  • Emilia Romagna
  • Umbria
  • Marche
  • Molise
  • Lazio
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia

Le nuove regioni gialle

La Lombardia e il Piemonte sono passate da zona rossa alla fascia arancione lo scorso 29 novembre a seguito dell’ordinanza del ministro della Salute. Quindi entrambi  sono ancora in zona arancio. Per la Lombardia e il Piemonte la fascia gialla è prevista dal prossimo 13 dicembre. Entrano in zona gialla anche la Basilicata e la Calabria Lo rendono noto le regioni.

Zone rosse

L’unica zona rossa è  l’Abruzzo come si evice dalle FAQ del governo Tuttavia il governatore della regione abruzzese Marsilio che  con una sua ordinanza aveva chiesto di entrare in fascia rossa, ha deciso di cambiare colore sempre con ordinanza regionale. L’ordinanza è stata sospesa quindi l’Abruzzo rientra in zona rossa solo per un giorno. Dal 13 la regione sarà arancione

I nuovi cambi cromatici per ora non riguardano anche altre zone arancioni fra le quali ci sono: Alto Adige, Campania, Toscana, e la Provincia autonoma di Bolzano.

Vedi anche: Zona gialla rossa arancione quali sono le nuove regioni

Quindi ad oggi nella nuova mappa covid dell’Italia prevalgono le zone gialle. Però il monitoraggio odierno del Cts mette in evidenza che solo due Regioni sono considerate a rischio Basso, mentre 5 sono a rischio Alto: si tratta di Emilia Romagna, Puglia, Sardegna, Veneto ed Emilia Romagna.

In sintesi, è bene ricordare che i cambi di colore delle regioni sono legati all’andamento dei contagi Covid e ai 21 parametri stabiliti dal Comitato tecnico scientifico e dal Ministero della Salute. Non a caso in questa video intervista il Professor Locatelli spiega che resteranno tre colori almeno fino all’Epifania.

In aggiunta a questo ci sono il nuovo Decreto Natale e il Dpcm che bloccano  gli spostamenti tra regioni e comuni in particolare nei giorni di Natale e Capodanno, oltre a tutti i vincoli e divieti che il nuovo Dpcm comporta.

Riassumendo: l’Italia secondo Conte e Speranza prima di Natale dovrebbe essere zona gialla, questa è una buona notizia in quanto significa che dovrebbe scendere l’indice di contagio, ma per gli italiani cambia poco ad eccezione di bar e ristoranti che potranno riaprire. A partire dal 21 dicembre fino al 6 gennaio (Natale e Capodanno compreso) ci sarà infatti il blocco degli spostamenti  ovunque con controlli divieti e sanzioni, quindi tutti a casa per le feste. Mentre lo shopping natalizio senza assembramenti è consentito, e al riguardo il governo vi regala il bonus pagamenti elettronici per farvi spendere soldi.

Peccato però che il programma Cashback funziona solo con gli esercenti che hanno sottoscritto la convenzione con PagoPA.

Vedi anche:

Controlli spostamenti comuni e regioni

Dpcm dicembre dagli amici al domicilio limiti e divieti

Bollettino Coronavirus ultime notizie

 

 

Related Posts

Ben tornato!