Ottobre cosa visitare: 5 mete ideali

Ottobre: cosa visitare in un mese a cavallo tra estate e inverno? Vino, città d’arte, località montane superecofriendly e una bella crociera nel Mediterraneo Orientale.

Cosa visitare ad ottobre? Per gli italiani del nord l’estate è stata fredda e piovosa ma settembre ha annunciato l’arrivo di un autunno tiepido che si spera possa proseguire anche a ottobre. Mese in cui si possono programmare vacanze a prezzo low cost o veloci weekend fuoriporta.

Eccovi le nostre cinque proposte:

Urbino

La prima meta che vi suggeriamo si presta ottimamente a un weekend romantico, ma può facilmente essere trasformata nella base per un più esteso tour a cavallo fra Marche, Umbria e Toscana. La città è splendida: un trionfo del Rinascimento con tutto l’abitato fermo nel tempo, perfettamente conservato, con quei colori di mattoni a vista, tetti con i coppi, un crema-giallo che si diversifica a seconda delle tinte del sole e delle ombre, con allo sfondo sempre lo spettacolare Palazzo Ducale, sede anche della Galleria nazionale delle Marche.

Tra le strade lastricate scorre un’atmosfera piacevolissima, carica dei profumi della ruvida e gustosa cucina locale. Se vi va di guidare (fatelo, soprattutto se siete in moto: sono strade godibilissime), allargate la visita a tutto il cosiddetto Montefeltro, la zona che un tempo ospitò l’omonimo ducato e che pullula di castelli, rocche e rilassanti colline coltivate a vite.

Barbaresco mon amour

Tour enogastronomico immancabilmente settembrino-ottobrino: quello del Barbaresco e del Barolo. La culla del Barbaresco (figlio delle uve Nebbiolo) risiede nell’omonimo comune, nella vicina Neive e in parte del territorio di Alba: tutte località molto graziose da visitare, per bere e mangiare ma anche per immergersi in un panorama architettonico e naturale davvero imperdibile (la piazzetta di Neive, al tramonto, la salita a Barolo sono piccole gioie da assaporare con lentezza).

La vendemmia del Nebbiolo, tardiva quest’anno, sarà inoltre foriera di qualche buon Novello da assaporare ben giovane.

Zermatt, montagna a impatto 0

Fra i 10 e i 18 °C di giorno, la località montana offre a ottobre ottime speranze di godere una piccola coda di estate, con escursioni piacevoli tra i boschi che volgono alle tipiche tonalità autunnali. Una pausa per ristorarsi con la robusta cucina montana del luogo, allietati dal massiccio profilo del Cervino che si presenta già bianco di neve.

Zermatt si trova a oltre 1600 metri di altitudine e da lì si va facilmente a sciare sulle nevi del Plateau Rosa, nel mastodontico comprensorio del Matterhorn Ski Paradise (Zermatt-Cervinia-Valtournenche). Una curiosità che merita da sola la visita è che l’intera località è interdetta alle auto a motore: niente rumore, niente odore, tutta ecologia e rispetto per l’ambiente (e il relax).

Da provare infine il Glacier Express, il lento trenino a scartamento ridotto che conduce a St. Moritz attraverso panorami spettacolari. Pranzo a bordo e vertigini assicurate.

Crociera dei miti tra Italia, Grecia e Turchia

Partiamo dal concetto che andare al mare quando il resto del mondo va al lavoro aggiunge di per sé gusto alla vacanza. Se si scelgono bene le destinazioni si potrà trovare anche qualche spiaggia ancora accessibile. Per quanto riguarda la Crociera dei miti, offerta dalla compagnia Costa, al mare si associa il mito e la storia antica, per una settimana di cultura e, tempo permettendo, tardiva tintarella.

Da Venezia a Smirne e ritorno, lungo le coste tirreniche con soste spettacolari nelle mete cariche di storia della Grecia (Atene, Olimpia) e della Croazia (la “veneta” Dubrovnik) passando per Bari. Prenotando online si trovano interessanti tariffe scontate che partono da 599 € (nave Costa Magica).

Tallin e Vilnius

Li definiamo genericamente paesi baltici, sappiamo che sono ottimi giocatori di basket, hanno buone birre, forse qualche maschio può aggiungere vaghi riferimenti alle bellezze femminili. Ma in definitiva non sappiamo moltissimo di Lettonia, Lituania ed Estonia.

Eppure da queste parti ci sono città molto belle e cariche di storia. Tallin, capitale dell’Estonia, era una fiorente città della lega anseatica ed è stata capitale europea della cultura nel 2011. Qui si può fare uno spettacolare tour tra il castello medioevale, la città vecchia, oggi patrimonio Unesco, il municipio con l’alta guglia del Vecchio Tommaso. Tallin è ancora un porto molto vivace, si apre sul Golfo di Finlandia che è un caleidoscopio di colori pieni di romanticismo.

Anche Vilnius, capitale della vicina Lituania, ha uno spettacolare centro storico, ugualmente inserito nei patrimoni dell’umanità Unesco. Qui spicca la Chiesa di Sant’Anna con il monastero di San Bernardino, la cattedrale metropolitana dei Santi Stanislao e Ladislao, la cattedrale ortodossa e la sinagoga.

Vedi anche: Cinque luoghi di lusso dove dormire sotto le stelle.

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!