Milan-Sassuolo 1-3, Madrid è lontana: seconda sconfitta in campionato

Dopo la bella partita di Madrid che ha rilanciato i rossoneri in Europa, il Milan subisce una brutta sconfitta in casa contro il Sassuolo

Seconda sconfitta consecutiva per il Milan che dopo la battuta d’arresto di Firenze perde anche a San Siro con il Sassuolo e ripensa alle proprie priorità e ai suoi equilbri.

Milan Stefano Pioli
Un pomeriggio non buono per il Milan e Stefano Pioli

Milan-Sassuolo, la partita

Peccato, perché le condizioni per un pomeriggio di festa c’erano tutti. Gli applausi prima del match a Stefano Pioli, che ha appena rinnovato il suo contratto fino al 2024, e per Ivan Gazidis, presente a bordocampo e reduce da una battaglia con una malattia affrontata a viso aperto e senza misteri.

VEDI ANCHE: Giocatori Milan 2022

Ma il Milan in campo subisce la maggiore velocità del Sassuolo senza mai rendersi particolarmente pericoloso anche in considerazione dell’assenza di Giroud, infortunato, e della prestazione non indimenticabile di Ibrahimovic.

Il vantaggio rossonero con Romagnoli, gran colpo di testa sul primo palo da azione di calcio d’angolo, è una illusione. Il Sassuolo gioca davvero bene: Scamacca, uno che il Milan ha inseguito a lungo per poi prendere Giroud e tenersi Ibra, fa il diavolo a quattro. Paregga con una conclusione all’incrocio meravigliosa e poi firma il raddoppio con un altro tiro potentissimo che trae in inganno Maignan e Kjaer.

Nel secondo tempo Pioli cambia: ma né Kessie, e tanto meno Tonali e Messias, portano elementi di novità a una squadra che è l’ombra di quella che aveva lottato con un piglio gladiatorio a Madrid. Arrivano il terzo gol degli emiliani, firmato da Berardi che mette a sedere Romagnoli con una finta, e poi l’espulsione dello stesso Romagnoli che stende Defrel lanciato a rete.

Il pubblico mugugna e lascia San Siro pensando a una serata che poteva essere decisamente molto diversa.

A Pioli l’incarico di trovare calma e soluzioni in vista del doppio impegno ravvicinato di campionato contro Genoa e Salernitana.

RISULTATI E PROGRAMMA DELLA 14ESIMA GIORNATA DI SERIE A

LA CLASSIFICA AGGIORNATA DI SERIE A

Il tabellino

MILAN – SASSUOLO 1-3
21′ Romagnoli, 23′ Scamacca, 32′ aut. Kjaer, 66′ Berardi
MILAN (4-2-3-1): Maignan; Florenzi (dal 69′ Pellegri), Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Bennacer  (dal 61′ Tonali), Bakayoko (dal 46′ Kessie); Saelemaekers (dall’81’ Kalulu), Brahim Diaz (dal 46′ Messias), Leao; Ibrahimovic.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli;  Muldur, Ayhan, Ferrari, Kyriakopoulos; Matheus (dall’80’ Toljan), Maxime Lopez, Frattesi (dall’80’ Harroui); Berardi (dall’80’ Traore), Scamacca  (dal 59′ Defrel), Raspadori (dall’89’ Chiriches).
Espulso: 76′ Romagnoli (M) per DOGSO (chiara occasione da gol).
Ammoniti: Maxime Lopez, Raspadori, Bennacer, Theo Hernandez, Tonali, Kjaer

Related Posts

Ben tornato!