Europei femminili 2022 Nazionale donne. Avversarie e partite

Europei femminili 2022 Italia. Ecco quando gioca la nazionale di calcio donne all’Europeo. Date partite, girone e avversarie.

Europei femminili 2022. La UEFA ha diramato tutte le date delle partite del campionato europeo donne, i gironi e le avversarie presenti in ogni gruppo, compreso ovviamente quello della nazionale italiana donne. Vediamo allora come sono composti i 4 gironi dell’Europeo, per poi passare ad analizzare le partite dell’Italia, con un focus sulle avversarie da affrontare.

Gironi europei femminili 2022

Nazionale italiana donne, date partite Europei 2022

Nell’Europeo che si gioca in Inghilterra, dal 6 luglio 2022 in poi, la nazionale italiana di calcio giocherà le 3 partite del girone a nord del paese.

Questo nello specifico programma delle partite in calendari per la squadra azzurra:

  • Italia-Francia 10 luglio ore 21:00 al New York Stadium di Rotherham .
  • Italia-Islanda 14 luglio ore 18:00 al Manchester City Academy.
  • Italia-Belgio 18 luglio ore 21:00 al Manchester City Academy.

VEDI ANCHE: NAZIONALE FEMMINILE CALENDARIO PARTITE ITALIA DONNE

Europei femminili 2022 Italia: le avversarie

Come visto la nazionale italiana femminile, inserita nel novero delle migliori seconde dei gironi di qualificazione dopo avere perso una sola partita (otto vittorie e un pareggio) contro la Danimarca, gioca nel Gruppo D, con Francia, Belgio e Islanda. Un girone equilibrato ma non impossibile per le Azzurre allenate dalla CT Milena Bertolini. Ecco i punti di forza e di debolezza di ognuna di queste nazionali.

Francia femminile

Le Blues sono alla loro settima partecipazione a una fase finale dell’Europeo. Il loro miglior risultato è un quarto di finale, raggiunto tre volte: l’ultima delle quali nell’edizione del 2017, eliminate dall’Inghilterra. Spinta dalla tradizione dell’Olympique Lione, la squadra che ha vinto più Champions League di qualsiasi altra, ma anche dai forti investimenti degli ultimi anni del Paris Saint Germain, è una squadra fisicamente solida, intensa, con ottime individualità. Dal portiere della Juventus Peyraud-Magnin alle top scorer Diani e Katoto al capitano e veterana Wendy Renard, quasi 130 presenze in nazionale. La Francia si è qualificata dominando il suo gruppo (Austria e Serbia) con sette vittorie, un solo pareggio e 44 gol segnati: senza subirne nemmeno uno.

Belgio donne

Seguendo il grande percorso di crescita della nazionale maschile che è arrivata al vertice del ranking FIFA, anche la rappresentativa femminile – non diavolesse ma Fiamme Rosse – sono enormemente progredite nel corso degli ultimi anni. Il tecnico Ives Sermeels in carica dal 2011 ha letteralmente rivoluzionato tutto il sistema organizzativo del calcio femminile belga coinvolgendo i club, i settori giovanili e le Academy con un programma che sta ripagando di attenzione, cure e investimenti. Squadra tecnica con alcune giovani estremamente interessanti, su tutte Eurlings (Leuven) e Teulings (Twente Enschede) che può vantare un’attaccante da favola come Tessa Wullaer (59 gol in 104 presenze in nazionale) e giocatrici di consolidata esperienza tattica come Cayman. Il Belgio si è qualificato primo del suo girone grazie a un’ultima vittoria decisiva sulla Svizzera, anch’essa qualificata.

Islanda femminile

L’Islanda è una realtà davvero bella e atipica del calcio femminile internazionale. Una piccola federazione, ma attivissima, attenta, estremamente moderna nel suo modo di organizzare e indirizzare i propri talenti. Il calcio islandese nasce fin dalle scuole elementari e da lì accompagna passo dopo passo le ragazze fino alla maturità: all’Università o all’estero. Quasi tutte le giocatrici islandesi arrivano giovanissime (a volte a nemmeno 16 anni) nei grandi club stranieri dove non hanno alcuna difficoltà di inserimento e di adattamento.

Una squadra con tante veterane di alto livello e grande esperienza. Come Gisladottir (35 anni e 125 presenze in nazionale) ma anche talenti che meritano di essere considerati con grande attenzione. Ad esempio Ida Marin Hermansdottir, 19 anni, davvero molto promettente. Mentre Sven Jane Jonsdottir, attaccante da sei gol in 16 partite a soli vent’anni, è già una consolidata realtà nella sua nazionale e nel Wolfsburg. Una squadra sulla carta scomoda al suo quarto europeo consecutivo e al lavoro per conquistare la sua prima presenza nella fase finale di un Mondiale.

Queste le avversarie che attendono l’Italia donne a Euro 2022. Le giocatrici della nazionale di calcio, dovranno fare del loro meglio, per superare questo girone degli europei femminili 2022. Non sarà facile, ma le calciatrici azzurre hanno già dimostrato carattere e forza necessaria per fare l’impresa ed entrare nella fase ad eliminazione diretta del torneo.

VEDI ANCHE:

Related Posts

Ben tornato!