Cagliari-Juventus 1-3: Cristiano Ronaldo è incontenibile, tripletta di CR7

Tutto facile per la Juventus che a Cagliari domina la scena con un primo tempo strepitoso che vale un vantaggio di tre gol

Cagliari-Juventus 1-3, Serie A 27esima giornata – Con un Cristiano Ronaldo così tutto è possibile per la Juventus che dopo l’eliminazione in Champions League e le pesantissime voci di mercato che riguardano il futuro del portoghese aveva bisogno di dimostrare di essere ancora in corsa.

Juventus Ronaldo
Il gol di testa di Cristiano Ronaldo che ha aperto il tabellino (Foto Juventus Official Twitter)

 Cagliari Juve: la partita

Bianconeri che hanno il merito di scendere in campo con grande concentrazione ed estrema determinazione schiacciando fin dall’inizio il Cagliari, reduce da due belle vittorie consecutive, nella sua tre quarti. Cristiano Ronaldo, sempre più al centro di voci di mercato che lo vogliono vedere tornare al Real Madrid piuttosto che al Manchester United, ma che ha un contratto in bianconero fino al giugno 2022, fa la differenza giocando da fuoriclasse.

Al 10’ sigla di testa con uno stacco imperioso su azione di calcio d’angolo il gol del vantaggio. Poi raddoppia su un calcio di rigore che lui stesso procura su una bella percussione che lo vede steso in area da Cragno. Quindi firma anche il terzo gol su un micidiale contropiede orchestrato da Chiesa che lo serve perfettamente: finta e sinistro puntualissimo nel sacco.

VEDI ANCHE: Ronaldo Juventus gol

Con un CR7 così non c’è partita. Eloquente una delle esultanze del fuoriclasse che dopo il gol si mette in favore di camera puntandosi il dito all’orecchio come a dire… “qualcuno sta parlando di me…?”

Nel secondo tempo la Juventus si limita ad amministrare: qualche protesta da parte del Cagliari per un presunto fallo di mano di Cuadrado che l’arbitro ritiene fortuito su un rimpallo, poi un’occasione dei sardi che costringono anche Szczesny a prendere un voto in pagella. Il gol di Simeone (61’), con un preciso destro su appoggio di Zappa, è una delle poche cose da ricordare per il Cagliari che se non altro nel secondo tempo rialza la testa e prova a giocarsela. Altra nota significativa: nonostante un cartellino giallo rimediato nel primo tempo dopo il suo primo gol Ronaldo resta in campo tutta la partita senza mai chiedere di essere sostituito arrivando nel finale anche a fallire di un niente il quarto gol personale.

VEDI ANCHE Capocannoniere serie A classifica

I numeri della Juventus

Quarto risultato utile per la Juve, tre vittorie e un pareggio,  che si isola al terzo posto staccando l’Atalanta e la Roma, clamorosamente battuta a Parma, e tenendo il ritmo dell’Inter che resta dieci punti più in altro in attesa del famigerato recupero della partita contro il Napoli, ormai diventato un autentico tormentone.

L’eliminazione in Champions League resta sicuramente un rammarico per questa squadra che tuttavia dal campo deve ricostruire la propria credibilità in ambito sia nazionale che internazionale. Se la Juve dovrà farlo con o senza Ronaldo dipenderà dalla società ma soprattutto dalle intenzioni del giocatore che se proprio doveva mandare un messaggio a chi lo vuole vedere partire, lo ha fatto facendosi capire nel modo migliore.

Cagliari-Juventus, il tabellino

Cagliari-Juventus 1-3
CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Ceppitelli (Dal 69′ Klavan), Godin, Rugani (Dal 80′ Deiola); Zappa (Dal 69′ Asamoah), Nainggolan, Duncan (Dal 80′ Pereiro), Marin, Nandez; Joao Pedro, Simeone (Dal 80′ Cerri). All. Semplici
JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado (Dal 83′ Frabotta), de Ligt, Chiellini (Dal 70′ Bonucci), Alex Sandro (Dal 34′ Bernardeschi); Kulusevski, Danilo, Rabiot, Chiesa (Dal 83′ Arthur); Morata (Dal 70′ McKennie), Cristiano Ronaldo. All. Pirlo
Arbitro: Calvarese di Teramo
Gol: 10′, 25′ rig. e 32′ Ronaldo (J), 61′ Simeone (C)
Ammoniti: Ronaldo, Cuadrado

VEDI ANCHE: Quanto guadagna Cristiano Ronaldo

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!