Riforma pensioni 2022 Ultime notizie oggi

Riforma pensioni 2022. Recovery plan, lavori gravosi, flessibilità in uscita e donne. Ecco le ultimissime notizie sulla pensione anticipata.

Riforma delle pensioni. Arrivano novità dalla bozza del recovery plan sottoposto all’UE, per ottenere i soldi destinati al nostro paese. Infatti, nel cosiddetto Pnrr, il documento che contiene riforme e cifre che il governo intende investire, ci sono dei passaggi dedicati alla riforma della previdenza.

pensioni riforma pensione 2022

Quindi si inizia a delineare cosa potrebbe accadere alle pensioni anticipate nel 2022. Di seguito tutte le ultimissime notizie di oggi al riguardo.

VEDI ANCHE: PENSIONE ANTICIPATA 2021

Nuova riforma pensioni 2022 e recovery plan

All’interno della bozza del recovery plan viene confermata la cancellazione ormai nota di quota 100, a fine 2021. La novità riguarda il fatto che dal primo gennaio 2022 sono previste “misure per in favore di chi svolge lavori logoranti“.

Questo significa che si punta a tutelare le categorie lavorative che svolgono mansioni gravose, ma che non dovrebbe esserci un nuovo scivolo universale. Al riguardo negli ultimi giorni si era parlato di quota 102, con criteri più rigidi rispetto al passato, ma comunque rivolto a tutti i lavoratori.

Dal Pnrr però si intuisce che non sono queste al momento le intenzioni del governo Draghi. Al suo interno infatti non c’è traccia di nuovi meccanismi che permettano l’uscita anticipata dal lavoro per i nati dal 1960 in poi.

VEDI ANCHE: RIFORMA PENSIONI 2021-22 COME FUNZIONA QUOTA 102

Riforma pensioni ultima ora

Il governo intende privilegiare misure per la pensione anticipata che siano più selettive. Quindi la flessibilità in uscita dovrebbe essere garantita solo per determinate categorie

Ad esempio per chi svolge lavori usuranti, ovvero minatori, lavoratori notturni, addetti alla linea catena, potrebbe essere previsto uno scivolo apposito.

In base alle ultime news, resta una possibilità di proroga anche per misure già esistenti, come l’ape sociale. Essa permette, a chi non possiede ancora i requisiti per la pensione di vecchiaia, di arrivarci tramite un reddito temporaneo.

Riforma pensioni 2022 donne

Non si possono escludere anche eventuali rinnovi per quanto riguarda opzione donna, destinato alle lavoratrici in possesso di determinati requisiti. Insomma tutti gli strumenti rivolti a categorie ben precise, potrebbero essere riproposti anche nel 2022, magari con dei ritocchi. Mentre dopo la presentazione del testo relativo al recovery plan appare più improbabile che il governo decida di ripresentare misure per tutti i lavoratori, che si tratti di quota 102 o di quota 41.

In ogni caso, per ora, il ministro del lavoro Orlando non ha ancora deciso nulla. Le scelte definitive per la riforma pensioni 2022 ci saranno solo dopo nuovi confronti con i sindacati, che però attualmente non sono ancora una priorità. Tuttavia le indicazioni che arrivano dal governo fanno capire quali siano le intenzioni. Su queste inevitabilmente influisce anche la necessità di contenere la spesa pubblica sulla previdenza, come richiesto dall’UE.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!